alice lifestyle leonardo marcopolo

In California, nella contea di Sonoma, la regione dei grandi vini californiani, lo studio Feldman Architecture ha progettato un’abitazione che mantiene costante la connessione visiva con l’esterno senza rinunciare alla raffinatezza.

Healdsburg è una città turistica nella parte settentrionale della contea di Sonoma ed è anche una delle capitali della regione vinicola della California. Ad Healdsburg, infatti, convergono tre delle
più importanti zone di produzione del vino (Russian River, Dry Creek e Alexander Valley) ed è la sede di tre delle migliori cantine negli Stati Uniti, oltre ad essere classificata tra le prime dieci piccole città in America. Un luogo idilliaco ma anche elitario, in cui Jonathan Feldman, Bridgett Shank e Kevin Barden, dello studio di progettazione Feldman Architecture di San Francisco, hanno realizzato una villa di circa 270 metri quadrati applicando la filosofia che li accomuna, la realizzazione, cioè, di abitazioni che “siedono con grazia e leggerezza sulla terra, spazi belli, salubri
e pieni di sentimento, che migliorano la vita dei committenti, della comunità, dell’ambiente”.

casa come un palcoscenico sulla natura

L’abitazione, composta da due volumi perpendicolari aperti sulla piscina, sorge in cima ad una collina che domina il villaggio di Healdsburg.

Per raggiungere il loro obiettivo gli architetti, anche in questo progetto, hanno seguito il doppio binario dell’audacia e della semplicità. La struttura, che sorge in cima ad una collina che
domina Healdsburg, si articola in due volumi collegati ad angolo retto, sorta di L rovesciata lungo i cui lati si dispongono zona giorno e zona notte, delimitando l’area piscina.
Una forma architettonica perfino scontatamente semplice, un parallelepipedo collegato, attraverso un lungo corridoio, ad un secondo parallelepipedo, alla fine del quale si posiziona la suite padronale, una superficie che comprende un grande bagno e un ampio guardaroba, oltre alla camera con il letto posto di fronte alla parete finestrata, affacciata sul prato e con un panorama
suggestivo a tutte le ore.

Casa come un palcoscenico sulla natura

Il sistema di apertura basculante degli infissi favorisce la connessione visiva costante tra esterno ed interno

L’ala giorno, con soffitti alti, rivestiti in pannelli di noce traforati con funzione fonoassorbente, e una copertura a tetto spiovente, è lo spazio social dei padroni di casa, che amano ricevere e intrattenere gli amici, al punto che il living ospita due diversi spazi cucina, uno minore e a vista, per le esigenze quotidiane, ed uno maggiore e non a vista che, per dimensioni e dotazioni si presta ad ospitare chef di grande esperienza.

Una casa come un palcoscenico sulla natura

L’ambiente esterno con piscina

foto dell'esterno della casa

La terrazza esposta a sud ospita un grande focolare, per rendere le aree esterne fruibili anche nelle serate più fredde.

E social è anche il patio esterno, per intrattenere gli ospiti o per i momenti privati in famiglia, effetiva prosecuzione degli interni, con cui condivide in continuità la stessa pavimentazione in cemento; sulla terrazza rivolta a sud, un grande braciere, autentico pozzo del fuoco, fronteggia le sedute perimetrali, offrendo calore e atmosfera nelle serate più fresche.
Funzionalità e raffinatezza sono un binomio che gli architetti hanno ben tenuto in considerazione per questo progetto, sia negli arredi, opportunamente “dosati”, che nei materiali e nei colori, mai dissonanti con la natura dei luoghi.

Una casa come un palcoscenico sulla natura

La camera da letto

L’ingresso della luce è assicurato da un sistema di finestre e pareti vetrate su ogni lato, che trasformano gli interni in un grande padiglione trasparente.
Ma la soluzione più originale e, in un certo senso, anche teatrale e scenografica, è costituita proprio dagli infissi vetrati basculanti che, aperti, assicurano la completa interazione visiva e fisica
con l’esterno. A pochi passi di distanza dall’abitazione principale, una guesthouse nel verde consente di ospitare gli amici, garantendo loro la massima privacy.

di Martina Servillo
Foto di Joe Fletcher

Nessun contenuto correlato.

Share This