alice lifestyle leonardo marcopolo

Un bellissimo Chalet sulle Alpi Svizzere

Una palette sofisticata di bianco, crema, beige e grigio; una commistione di materiali e texture che stimolano i sensi, al servizio di un concetto di lusso che si traduce in stilemi mai ostentati: il tratto impeccabile di Kelly Hoppen, interior designer e designer di fama internazionale, che ha fatto di questi asset il proprio marchio di fabbrica, plasma un incantevole chalet in Svizzera, nel cuore di un comprensorio sciistico tra i più rinomati di tutto l’arco alpino.

Uno chalet sulle alpi Svizzere

Il talento creativo di kelly Hoppen definisce un lussuoso chalet sulle alpi svizzere

Nato dalla fusione di quelli che erano in origine due appartamenti distinti, lo chalet si sviluppa attualmente su 270 metri quadri disposti su un unico livello e distribuiti in un grande living con sala da pranzo, una cucina, quattro camere da letto, cinque bagni, una spaziosa sala d’ingresso e una terrazza con vista sulle vette innevate. Se l’obiettivo del progetto di interior era rendere gli ambienti caldi e straordinariamente accoglienti, la sfida principale è stata astenersi dal modificare la costruzione originale, con vincoli che hanno impedito persino di inserire un impianto di illuminazione esterna.

Lo Chalet sulle Alpi Svizzere

La palette di colori neutri, composta da bianchi, grigi, beige e rosa cipria, rende l’atmosfera elegante e rilassata, in ogni ambiente
della casa, con impeccabile coerenza

Ma il risultato ha soddisfatto ogni aspettativa, grazie all’introduzione di legni, marmi e tessuti che hanno valorizzato il carattere rustico dello chalet, e grazie alla scelta meticolosa del ventaglio cromatico, in toni neutri e soffusi che hanno lasciato spazio a tocchi di rosa cipria, di verde smeraldo e a parati stampati, strategicamente inseriti per dare profondità ad alcuni ambienti, in un disegno cui sono stati resi partecipi anche le sete e i velluti. Chi varca la soglia di casa viene accolto da una spaziosa hall, con i pavimenti in parquet a posa chevron, i lampadari e le applique in cristallo di Restoration Hardware e la console di Labyrinthe Interiors che ricordano le grandi dimore nobiliari francesi.

La zona pranzo dello chalet in Svizzera

la zona pranzo, con tavolo e sedie di Restoration Hardware e vassoi di Kelly Hoppen. Specchi di Mis En Demeure, tende in tessuto
di Kothea e Dedar.

La dimensione dell’accoglienza si manifesta magistralmente nel living, con i sofa realizzati su misura, come la coppia di pouf, che fungono da tavolini d’appoggio, disposti su tappeto della galleria londinese Ventique con gli ottomani di Restoration Hardware. Perpendicolari al salotto e al tavolo da pranzo, i due lampadari in cristallo di Mis En Demeure, stesso marchio della console con cesti in rattan intrecciato alle spalle del sofa beige, illuminano l’ambiente, mentre ai lati del camino in marmo, una coppia di specchi in stile amplifica la percezione dello spazio e della luce in entrata dalle ampie finestre, appena velate dai tendaggi leggeri di Thomson Schultz con i tessuti di Kothea e Dedar.

Un lussoso chalet sulle alpi svizzere

Alle spalle del divano beige, due cesti in vimini di Idyll Home rinnovano la console di Mis En Demeure. Lampade da tavolo di Porta Romana e collezione di vasi di Kelly Hoppen. Lampadario di Mis En Demeure.

Nei toni del grigio, la cucina replica quelli rassicuranti degli ambienti più vocati alla socialità della casa, grazie a una combinazione di mobili contenitori su misura, con ante in legno in tinta con le sfumature dei rivestimenti Meta in ceramica effetto gloss di Grestec Tiles, e al forno di Lacanche in stile rétro. Una nota estrosa nell’ambiente, caldo e rassicurante, è rappresentata dalla cascata di cristalli del lampadario Ozero di Manooi.

Soggiorno chalet Svizzera

Il cassettone di Labyrinthe Interiors accanto alla poltrona Chassis di Baxter. In questa pagina, la cucina, con mobili contenitori realizzati su misura, piastrelle di rivestimento di Grestec Tiles, forno di Lacanche, lavandini di Franke e lampadario Ozero di Manooi

I toni polverosi del verde salvia, del rosa cipria, del grigio tenue e del bianco crema pervadono invece l’intera zona notte, dove le quattro camere, pur nella loro specifica individualità, dichiarano l’appartenenza ad un medesimo concept stilistico. Senza incorrere nei cliché più comuni dei progetti d’interni applicati agli chalet, le stanze da letto ammiccano alle atmosfere alpine in un potpourri di dettagli dosati con cura, come la poltrona in stile Luigi XV o la panca vintage-chic, sullo sfondo di tendaggi leggeri e cuscini in diverse fogge e dimensioni di Kelly Hoppen, che esaltano l’atmosfera intima degli ambienti.

Chalet sulle Alpi Svizzere

La cucina

Un aristocratico lusso

Una delle quattro camere da letto con bagno en suite nei toni del rosa antico per la testata del letto in velluto e per il comò.

Intimi, rilassanti ed autenticamente accoglienti, gli interni dello chalet si confrontano con la maestosa grandezza degli scenari esterni, creando l’atmosfera di un rilassante e romantico soggiorno sulla neve, il rifugio perfetto per le vacanze invernali.

Di Anita Laporta

Foto di  Mel Yates

 

Nessun contenuto correlato.

Share This