alice lifestyle leonardo marcopolo

Un giardino inglese dal design pop. Strano a sentirsi, ma la fotografa Helen Fickling ha trasformato il suo giardino di casa in un angolo davvero unico. Tre anni fa, Helen Fickling, fotografa di giardini e di interior, e suo marito Andrew, un organizzatore di eventi, hanno deciso di modificare l’assetto del loro giardino che circonda la loro casa londinese.

Nel giardino c'è una grande architettura rosa dove si intravede l'area relax

La ristrutturazione del giardino inglese

In origine era un antico giardino suburbano, con un vecchio melo ad una estremità, un piccolo capannone fatiscente di legno, un vialetto in calcestruzzo che si estendeva per la lunghezza della proprietà, un prato trascurato e invaso dalle erbacce, con diversi cespugli di rose antiche, iris, bossi, mahonie e un sovradimensionato cipresso leyllandii.

Grazie all’aiuto della designer di giardini Catherine Heatherington, incontrata al Westonbirt Festival of Gardens, la coppia ha potuto mettere a fuoco il risultato finale e dar vita al nuovo allestimento, geometrico e decisamente più teatrale. Ispirato nel design ai progetti del famoso architetto messicano Luis Barragan, particolarmente amato dalla proprietaria, lo schema si sviluppa intorno a due pareti, una dipinta di rosa acceso e l’altra costruita in acciaio corten nudo, che dividono efficacemente il giardino in due zone ben distinte.

Una parete rosa è una delle zone più divertenti del giardino

Il progetto del nuovo giardino

Nel giardino di Helen, la parete rosa è attraversata da quattro aperture verticali, che offrono uno scorcio sul verde retrostante e celano, alla base di ognuna, un faro ad incasso.

Oltrepassando questo muro, il giardino cambia carattere: una passerella in legno Balau sostituisce il lastricato in pietra e la vegetazione diventa subtropicale, con un tripudio di fiori, felci arboree e piante di bambù. Continuando il percorso, si incontra una lastra di pietra arenaria, tagliata diagonalmente a metà, che consente di attraversare la vasca, altro richiamo a Barragan, caratterizzata da un rivestimento di colore nero e da due pareti simmetriche color melanzana, da una delle quali sgorga un getto d’acqua, una vera fontana.

Alla fine del camminamento si trovano una zona relax e un deposito costruito da Andrew per riporre gli attrezzi di lavoro. “Quest’anno abbiamo in programma di trasformare il deposito in un ufficio e di dargli un aspetto più contemporaneo, in linea con il disegno del giardino. Avrà porte vetrate scorrevoli e un tetto piano verde”, afferma Helen.

Grazie alla distribuzione degli spazi e alle audaci scelte volumetriche e cromatiche, lo spazio appare più grande rispetto alle sue reali dimensioni e invita alla scoperta di ogni angolo verde.
Tranquillo e appartato, il rinnovato giardino è ora più vivibile e facile da gestire, grazie all’accurata selezione botanica, ideale per le esigenze non solo di accoglienza ma anche di lavoro di Helen e della sua famiglia.

Credits

Di Valeria Ciardi
Foto di Helen Fickling /
The interior Archive/Living Inside/
Photodepartments

Nessun contenuto correlato.

Share This