alice lifestyle leonardo marcopolo

Tubes infrange le regole del riscaldamento dcon il radiatore Milano 
E’ il 2006 quando Tubes presenta il radiatore Milano, disegnato da Antonia Astori e Nicola De Ponti. E’ chiara da subito la portata innovativa di questo progetto, che conferma la filosofia della collezione di radiatori d’arredo Elements: fare del classico termosifone un oggetto d’arredo a tutti gli effetti, coniugando l’aspetto funzionale con un estetica di pregio.

Milano di Tubes: design e tecnologia 
Nicola De Ponti firma con Milano per Tubes il suo primo progetto personale ad entrare effettivamente in produzione. La madre, la già affermata designer Antonia Astori, lo affianca in questo lavoro.

L’aspetto sicuramente più interessante di De Ponti, sostenuto in questo da Tubes, è l’idea di ripensare radicalmente il concetto di radiatore. Prima di tutta svincolandolo, all’occorrenza, dall’attacco a parete. Milano, infatti, può essere collocato in qualunque punto di un ambiente: a parete, come anche a terra o addirittura al soffitto. Una sorta di moderno totem dalla forte personalita, in grado di connotare da solo un intero ambiente.

La forma ideata da Astori e De Ponti per il radiatore Milano è apparentemente molto semplice: una serie di elementi modulari “a ciambella”, sovrapposti tra loro a creare moderne colonne tortili che possono raggiungere  tre dimensioni di altezza: 170 cm (11 elementi); 200 cm (13 elementi); 230 cm (15 elementi).

Milano di Tubes: dietro forme semplici una grande ricerca 
Per la produzione seriale di Milano, nei laboratori di Tubes lengono progettati e realizzati macchinari ad hoc, in grado di tradurre un’idea visionaria in un oggetto concreto e riproducibile senza troppe difficoltà.
Ecco allora che nasce il primo prototipo e che da questo si arriva, con un lavoro lungo e impegnativo, che ha visto una strettissima collaborazione fra i designer e gli ingegneri dell’azienda veneta, alla nascita di Milano nel 2006. Di grande forza l’impatto visivo di questo oggetto: un radiatore in acciaio verniciato (60 le varianti di colore disponibili) che si sviluppa in senso verticale in una forma sinuosa di grande effetto scultoreo.

Non solo: Milano di Tubes è disponibile in versione idraulica e elettrica. In entrambi i casi, grande importanza è stata data alla ricerca volta al risparmio energetico. Come? Nella versione idraulica, ad esempio, l’acqua non riempe l’intera colonna, ma grazie a uno speciale meccanismo scorre internamente soltanto lungo la superficie curvilinea del radiatore, consentendo la massima resa in termini di effetto scaldante, con il minimo impiego di acqua.  

Il video che proponiamo è tratto dalla mongrafia A2 BRAND & DESIGN, realizzata e trasmessada Leonardo con la conduzione di Giorgio Tartaro, interamente dedicata a Tubes

Nessun contenuto correlato.

Share This