alice lifestyle leonardo marcopolo

Ci sono aziende, patrimonio prezioso del nostro made in Italy, che devono gran parte del loro successo a una solida base familiare. Aziende che si sono sviluppate, negli anni, conquistando generazione dopo generazione, traguardi sempre più prestigiosi.

Teuco è sicuramente una di questa: una realtà solida, fortemente radicata nel territorio italiano, ma che (complice il costante impegno nella ricerca tecnologica insieme l’opera di importanti designer) ha conquistato oggi il mercato internazionale, esportando i propri prodotti in ogni angolo del mondo.

Nata nel 1972 dallo spirito imprenditoriale della famiglia Guzzini, Teuco è ad oggi un’azienda leader internazionale nella creazione di sistemi e ambienti di benessere legati all’acqua. 

E’ Virgilio Guzzini a decidere, insieme ai suoi fratelli, di proseguire il percorso intrapreso dal padre fondando a Roma una società per la lavorazione delle materie acriliche.  E’ l’acrilico infatti il materiale che accompagna da sempre la storia dell’azienda e che ha reppresentato una autentica rivoluzione nel settore, in un’epoca nella quale vasche, docce e lavabi venivano realizzate quasi esclusivamente in acciaio smaltato, ceramica e ghisa.

Oggi più che mai le strategie aziendali perseguono l’espansione internazionale e l’apertura di nuovi mercati grazie ad un bagaglio di competenze uniche e alla capacità di interpretare e anticipare le esigenze di benessere del consumatore odierno.

Nel video (tratto dalla monografia A2 Brand & Design, trasmessa da Leonardo) facciamo la conoscenza di tre personaggi chiave dell’universo Teuco: Mauro Guzzini (attuale CEO di Teuco), il cugino Luca  Guzzini (che ricopre la carica di Presidente della società) e uno dei desginer storici dell’azienda, Fabio Lenci, il primo al quale la famiglia commissionò la realizzazione di elementi per il bagno con un materiale partendo da lastre di acrilico colorate.

Insieme a loro ripercorriamo alcune delle tappe più significative della storia dell’azienda, come ad esempio la creazione di una doccia in acrilico e di un fiammante colore rosso destinata a far parlare molto di sè. al punto da venire esposta al MoMa di New York nel 1972. 

Nessun contenuto correlato.

Share This