alice lifestyle leonardo marcopolo

C’è una vera e propria evoluzione nel mondo del termoarredo design che punta su nuove tecnologie.
Riscaldare in maniera efficiente non è più il solo, inderogabile compito demandato ai radiatori, entrati a pieno titolo nel corpus complesso degli elementi d’arredo, sul piano estetico quanto su quello funzionale. Spazio allora alle forme, che assecondano con grafismi essenziali le tendenze del vivere contemporaneo, ma anche alle finiture e al colore, che devono consentire la massima personalizzazione del prodotto.

Termoarredo Design: le nuove funzioni

Foto scaldasalviette di Deltacalor

Stendy Short di Deltacalor – In sei dimensioni, con funzionamento idraulico, misto (collegato all’impianto di riscaldamento ad acqua e dotato di resistenza elettrica supplementare) o elettrico, in più finiture e colori, Stendy Short si trasforma, con i pannelli aperti, in un comodo e funzionale stendi&asciuga biancheria di design minimale e alte prestazioni termiche.

Via libera anche alle nuove funzioni, con termoarredi dotati di barre o vani scaldasalviette, soluzioni originali come il radiatore con cornici radianti basculanti progettato da Deltacalor e il paravento estensibile e ripiegabile lanciato da Tubes.

Origami di Tubes

È un concetto inedito di termoarredo, quello proposto da Alberto Meda con Origami di Tubes, nuova soluzione della collezione Elements concepita nella versione free-standing come un paravento, con moduli semovibili ripiegabili su se stessi, capaci di disegnare lo spazio, di separare due ambienti e di dar vita a zone più intime di benessere. I piedini di sostegno, studiati per conferire maggiore stabilità al prodotto, concorrono alla definizione estetica complessiva del radiatore.

Radiatori step

Accuratezza dei dettagli estetici e tecnologici per la gamma di radiatori Step firmata per Irsap da Antonio Citterio con Sergio Brioschi. La curvatura degli elementi che li compongono consente una perfetta integrazione tra il corpo scaldante e le parti meccaniche che lo issano a muro. Valvole e tasselli nascondiviti sono perfettamente in tinta con il radiatore, così da risultare invisibili. In foto, uno dei nove modelli di Step_V, la gamma dei radiatori verticali, disponibili in tre altezze e due larghezze, con attacco a muro completamente a scomparsa e valvola integrata nel disegno del radiatore.

Ricerca e sperimentazione investono anche i materiali, sfidando le proprietà termiche di ghisa e ceramica con nuove soluzioni in cemento, che emette calore radiante senza disperderlo; in massello di cedro del Libano, che emana un fresco profumo risultando stabile e resistente all’umidità.

MaxiXilo di Hom

Il nuovo MaxiXilo, uno scaldasalviette in massello di cedro del Libano.

Particolarissima la collezione Hom di Roftli: “Una nuova tipologia di prodotti pensati non tanto per scaldare l’ambiente quanto per essere un vero supporto asciugante”. Così Davide Vercelli presenta la linea di oggetti termici Hom di Rotfil, la cui anima tecnologica – proprietà dell’azienda ed esito di tre anni di ricerche congiunte con il Politecnico di Torino – è una piastrella sinterizzata che ingloba al suo interno una speciale resistenza elettrica. Mantenendo il calore a lungo e cedendolo lentamente, questa piastrella consente di consumare in un’ora di accensione 0,1 kw/h corrispondenti a circa 0,02 euro.

di Anita Laporta

GUARDA LO SPECIALE COMPLETO SU CASE&STILI DI OTTOBRE/NOVEMBRE

Nessun contenuto correlato.

Share This