alice lifestyle leonardo marcopolo

Shabby chic interiors: per tutti gli amanti dello shabby chic, ecco una colony house in cui ogni dettaglio è curato e studiato in chiave shabby. 

All’inizio della primavera di quattro anni fa, Eva, graphic designer, e suo marito Thomas, ingegnere, hanno acquistato una Colony House, un capanno di 15 metri quadri con il tetto spiovente, che hanno posizionato su un lotto di terreno in posizione appartata e tranquilla a Kristiansand, cittadina balneare sulla costa sud della Norvegia. “Il terreno si presentava incolto ed infestato da ogni tipo di erbacce: il primo anno ci son volute ore ed ore di lavoro per ripulirlo dal disordine di piante; alla fine, tra gli alberi, gli unici a salvarsi sono stati quelli di mele”, racconta Eva, che prima di allora non aveva mai avuto esperienze nella cura del verde. Grazie all’impegno e all’utilizzo di concimi naturali per stimolare nuovamente l’attività biologica del terreno, Eva è riuscita a modificare l’aspetto del suo giardino e a trasformarne la superficie di soli 300 metri quadri in una incredibile fioritura di specie diverse.

Shabby Chic interiors: di fronte la casa c'è anche un orto

Shabby chic interiors

Dopo aver raggiunto questo obiettivo, i coniugi si sono dedicati anche all’allestimento interno del loro piccolo capanno e hanno puntato sullo stile shabby chic per gli interiors: Eva si è occupata della scelta meticolosa degli oggetti, degli arredi e delle decorazioni, mentre Thomas ha messo in pratica le idee della moglie, grazie alla sua abilità nei lavori di falegnameria. Utilizzato dal periodo di Pasqua fino all’inizio del mese di ottobre, il rifugio è tinteggiato di verde pallido e si articola in una zona salotto/letto, nel capanno vero e proprio, e in una cucina/pranzo, nella veranda che è stata aggiunta, con la copertura in plastica.

Nel balcone i rastrelli sono stati usati come attaccapanni

Altri centonove piccoli giardini si trovano in quello che è un comprensorio residenziale estivo; ogni appezzamento dispone di un allaccio idrico con rubinetto esterno, ma non di acqua corrente all’interno, nè di energia elettrica. Nonostante la mancanza di questi comfort, Eva e Thomas sono riusciti a creare un rifugio intimo e rilassante, in un particolare stile che abbina elementi country e shabby chic. “Qui siamo come in un altro mondo. E’ bello e silenzioso, con tutte le strade senza auto. Ci possiamo rilassare in pace oppure invitare i nostri amici”, spiega Eva e ci spiega che “nella scelta degli interiors shabby chic della Colony House niente deve essere costoso”, spiega Eva. Tra quelli acquistati, infatti, solo pochi oggetti sono costati più di 100 corone norvegesi (circa 13 euro, n.d.r.), come nel caso del secchio del latte.

La maggior parte dei complementi shabby chic, è stata trovata nei mercatini dell’usato oppure è frutto della bravura artigianale della proprietaria. L’attenzione ai dettagli, la ricerca di determinati oggetti, la scelta dei colori, nelle nuance del rosa e del verde, e il loro attento abbinamento è diventato per Eva il più piacevole degli hobby. Ammette che il progetto del giardino non è ancora terminato ma si sente ugualmente felice perché, confessa, “Il processo creativo è importante quanto il risultato”.

GUARDA LA FOTO GALLERY CON TUTTE LE IMMAGINI DELLA CASA SHABBY CHIC

Credits

Di Valeria Ciardi
Foto di  Eva Kylland/ag. living inside

 

Nessun contenuto correlato.

Share This