alice lifestyle leonardo marcopolo

Un concentrato di design e funzionalità che, nel passaggio dal vecchio al nuovo millennio, ha saputo conservare e dare forma al gesto antico e denso di memorie dello scrivere a mano.
Lo scrittoio torna di diritto nell’interior design, per arredare uno studio e farlo con stile, creare una zona di lavoro sofisticata all’interno del living o dare vita a un angolo intimo e rilassato in camera da letto.

Scrivanie 2017

OLIVIER DI FLOU: linee semplici esaltate dalla combinazione di materiali, per lo scrittoio firmato da Emanuela Garbin e Mario Dell’Orto. La struttura in legno massello di faggio presenta una finitura brunito opaco, abbinata al piano in marmo disponibile in numerose varianti. Su richiesta, è possibile completare lo scrittoio con un’alzatina in acciaio rivestita in pelle, completa di tre scatole porta oggetti. Alzatina esclusa, misura 150x68x74 cm di altezza e ha un prezzo di partenza di 2.285 euro.

Con dimensioni importanti o più contenute, non passa di certo inosservato se il design porta la firma di maestri del calibro di Carlo Mollino, George Nakashima, Ico Parisi, in pezzi vintage originali, reperibili presso gallerie specializzate, o in riedizioni di qualità, promosse da aziende che, insieme alla qualità e all’identità estetica, non sottovalutano l’importanza dei materiali.

Legni masselli e pellami, ricordo delle scrivanie di un tempo, incontrano la trasparenza del cristallo e la matericità aristocratica del marmo in vecchi e nuovi progetti, di grande appeal, destinati
a essere autentici evergreen, fuori dal tempo e dalle mode.

Scrivanie 2017: gli scrittoi in legno

Scrivanie e scrittoi 2017

Scrittoio di George Nakashima

Questo scrittoio in legno di noce con piano irregolare e coppia di cassetti è tra i pezzi più celebri del designer e architetto americano George Nakashima. Realizzato nel 1981, l’esemplare in foto viene proposto dalla galleria newyorkese Lost City Arts su 1stdibs.com. Misure: 217x112x72 cm di altezza. Prezzo: 165.000 dollari.

Lo scrittoio Terni di Mobili Italiani Moderni

Terni di Mobili Italiani Moderni.

La collaborazione con Ico Parisi fu uno dei fattori determinanti del successo dell’azienda MIM (Mobili Italiani Moderni), fondata a Roma nel 1957 e non più attiva. Porta la sua firma anche la scrivania Terni, in legno di palissandro e teak, tra i pezzi della prima collezione MIM lanciata nel 1958. Questo esemplare originale è in vendita presso la galleria belga Vanlandschoote a 5.500 euro.

Scrivanie 2017 di legno

‘900 Flaminia di Morelato.

‘900 Flaminia di Morelato è una scrivania bifacciale, quella disegnata dal Centro Ricerche MAAM dell’azienda veronese, con struttura e piano in legno di ciliegio, sei cassetti laterali e un cassetto
centrale a scomparsa. Misure: 160x80x78 cm di altezza. Prezzo: 3.518 euro.

Scrivanie 2017: le proposte moderne

Scrivanie 2017

Arrow di Ersa.

Premiato con il Good Design Award 2016, il sistema office disegnato da Claudio Bellini offre un’alternativa funzionale e informale alle tradizionali scrivanie direzionali, puntando sull’organizzazione razionale di vani e cassetti, ma senza sacrificare l’estetica.

Scrivania di Edra

Eames Desk UNIT EDU di Vitra.

Rieditato da Vitra, un pezzo storico firmato da Charles & Ray Eames nel 1949, combinazione di pieni e vuoti, materiali differenti e segni grafici che lo rendono immediatamente identificabile. Il top, in legno multistrato con impiallacciatura in betulla come gli scaffali, è abbinato a pannelli in alluminio verniciato a polvere. Prezzo: 1.295,64 euro.

Cavour di Zanotta

Scrivania Cavour di Zanotta.

Dichiarato omaggio alla scrivania futuristica disegnata da Carlo Mollino nel 1949, Cavour ne replica le forme dinamiche, esaltate dal piano in cristallo sporgente rispetto alla struttura e dalle gambe inclinate, topiche nel design di Mollino. Struttura, cassettiere e vano porta oggetti. sono disponibili in rovere naturale o tinto wengé. Misure: 247x90x75 cm di altezza. Prezzo: 6.742 euro.

Nessun contenuto correlato.

Share This