alice lifestyle leonardo marcopolo

Le declinazioni tridimensionali dei rivestimenti in marmo per nuovi interni suggestivi.

In principio era la pietra, tagliata e levigata fino a ottenere lastre regolari, di spessore variabile, dalla superficie extra-liscia. Ma oggi, grazie a una nuova progettualità digitale e a macchinari a controllo numerico capaci di tradurre i progetti in prodotti, il marmo si dimostra una materia ancora più duttile, al servizio di infinite declinazioni, che ne esaltano in scenografici rivestimenti la plasticità, la luminosità e il colore.

Una parete di marmo di valpietra

Alessandria di Valpietra® è una realistica imitazione della quarzite a spacco, quella offerta dai pannelli in pietra ricostruita Alessandria, ottenuti a partire da una miscela di inerti e resina acrilica. Il taglio a squadra consente molteplici accostamenti a secco o fugati. Colori disponibili: bianco, grigio, ebano e nero ruggine.

I rivestimenti in marmo

Swirl di Citco Nelle parole della compianta Zaha Hadid “deriva dalla complessa bellezza dei sistemi organizzativi del mondo naturale” la composizione dei sei pannelli marmorei che compongono la Zaha Hadid Architects Limited Edition, prodotta in sole tre copie per ciascun pannello.

Frutto di un processo di sedimentazione lunghissimo che sfrutta a proprio vantaggio le impurità minerali, il colore è la conferma di quanto ciò che avviene in natura si riveli assai spesso un modello a cui tendere, come confermano i pannelli marmorei firmati da Zaha Hadid Architects per Citco e anche i pannelli in pietra ricostruita di Valpietra®, un’alternativa economicamente più vantaggiosa per chi non vuol rinunciare all’impatto estetico.

La parete Picto

Picto di Kreoo è come un filo di Arianna che si srotola in modo apparentemente casuale, il decoro che percorre la superficie di Picto, a firma di Raffaello Galiotto. In marmette da 60X60 cm, è realizzato con lavorazioni a bassorilievo, graffito e intarsio con finitura spazzolata ed è disponibile in diverse tipologie di marmo.

Scultura marmo di Margraf

Flower Pattern di Margraf Una soluzione decorativa che fa parte della collezione di pattern modulari 3D firmati per l’azienda di Chiampo da Luigi Siard. Grazie alla leggerezza garantita dagli spessori ridotti fino a 2 cm, la linea include rivestimenti tridimensionali da posizionare a parete tramite un semplice sistema di aggancio o di incollaggio.

Ambienti unici e connotati con tutta la forza del marmo.

Parete in Marmo di Antolini

Ivory Jasper di Antolini Ritenuta sacra e potente dagli sciamani, il diaspro è una pietra di grande forza scenica, come conferma questa applicazione in un contesto residenziale di pregio con spazi a doppia altezza. Antolini l’ha inserita nella Precioustone Collection che rappresenta il top di gamma dei materiali da rivestimento dell’azienda.

Parete in marmo di Lithos

Rilievo di Lithos Design Domino Frutto di una meticolosa asportazione di materiale lapideo, le sei varianti decorative della collezione Rilievo, a firma di Raffaello Galiotto, confermano la vocazione hi-tech del nuovo brand di Lithos Design. Nelle foto, dall’alto in senso orario, i decori Pulsar, Polis e Shanti, disponibili in marmette di 45,7×45,7×1,4 cm, facili da inserire in ogni contesto, con ridotti tempi di lavorazione e prezzi competitivi.

di Anita Laporta

 

Nessun contenuto correlato.

Share This