alice lifestyle leonardo marcopolo

Riscaldare la nostra casa e contribuire alla salvaguardia dell’ambiente è possibile se si scelgono gli strumenti giusti per le nostre esigenze. Un esempio può essere l’impiego di camere di combustione, stufe in ceramica, caldaie a legna e a pellet.
In questo video potete trovare numerosi esempi di questo tipo di impianti di riscaldamento proposti da Baucenter.
Le camere di combustione, ad esempio, sono in grado di produrre fino a 1000 gradi di temperatura, ma se la maggior parte di questo calore viene dispersa tramite la canna fumaria, non ne possiamo trarre vantaggio per il riscaldamento della casa. Per ovviare a queste dispersioni, è possibile applicare dei filtri appositi che, oltre ad ottimizzare la produzione di calore per la casa, evitano anche la dispersione nell’ambiente di sostanze inquinanti.
Ci vengono, inoltre, presentate delle stufe in ceramica: è possibile osservare il loro interno realizzato in basalto refrattario.
Il riscaldamento della casa, integrato con gli ambienti pregiati, come il soggiorno, ci permette numerosi vantaggi: la presenza di un caminetto che arricchisce l’arredamento, la bellezza del fuoco ma, soprattutto, la produzione di calore legata anche alla sua funzione di caldaia. Il tutto con l’impiego di circa sette kilogrammi di legna al giorno.
Un’altra possibilità è quella fornita dalle stufe a pellet, combustibile legnoso formato da segatura compressa. Nate in Canada già da molti anni, si sono diffuse un po’ dappertutto. Si tratta di stufe ecologiche ad alto rendimento, poco inquinanti. Sono diventate molto affidabili con l’utilizzo dell’elettronica. Hanno il grande vantaggio rispetto alle tradizionali stufe a legna di poter dosare il combustibile a piacimento e quindi consentono un preciso controllo della temperatura.
Per sapere tutto sul riscaldamento degli ambienti:
Progetto Fuoco, dal 22 al 26 febbraio a Verona
Pellet sicuro in commercio. Ridimensionato lo scandalo del cesio

Nessun contenuto correlato.

Share This