alice lifestyle leonardo marcopolo

Sta per partire la nuova edizione di Progetto Fuoco, a Verona, dal 19 al 23 febbraio 2014. In mostra le ultime novità nell’ambito del riscaldamento a biomassa, stufe, camini,cucine e caldaie a legna, a pellet o altro tipo di combustibile di derivazione naturale. Soluzioni compatte, dal design moderno, dotate di tecnologie che permettono una gestione personalizzabile, in dimensioni contenute.

Aumenta anche il numero dei Padiglioni impegnati, ben 6 oltre le aree esterne, mentre la superficie espositiva sale a  85.000 m². Progetto Fuoco metterà in mostra 250 tra camini e stufe accesi grazie allo speciale impianto d’aspirazione attivo in quattro padiglioni.

A Progetto Fuoco 2014, una grande esposizione di camini moderni

L’aspetto high-tech di stufe e camini è stato valorizzato dall’applicazione di soluzioni che integrano un  design in grado di presentare macchine adatte a qualsiasi ambito architettonico, facili da installare e da usare. Integrabili con la domotica, ecologiche e ad altissima resa, il cui impiego è reso vantaggioso anche dal sistema di incentivi per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e per gli interventi nel campo dell’efficienza energetica in cui rientra il settore delle biomasse.

Per l’edizione 2014 di Progetto Fuoco hanno già confermato la loro presenza un gran numero di operatori professionali, progettisti, tecnici e imprenditori attesi da tutta Europa e da diversi Paesi extra-europei a cui si sono aggiunti i rappresentanti di Giappone, Cina e USA, Paesi divenuti sensibili all’utilizzo delle energie alternative.

Si preannunciano numerosi anche i consumatori finali, interessati a stufe e camini a legna e pellet , ancora più appetibili in un momento in cui la crisi unita ai costi dei combustibili mette in difficoltà gli italiani.

Gli interni della Fiera di progetto Fuoco 2014

Nei cinque giorni di fiera, Progetto Fuoco ha programmato un ricco calendario di convegni, meeting tecnici e d’aggiornamento professionale.

Le iniziative di Progetto Fuoco 2014

Tra le iniziative più interessanti di Progetto Fuoco 2014  è da ricordare quella organizzata dal Dipartimento Tesaf – Università degli Studi di Padova – Laboratorio Analisi Bio-combustibili in collaborazione con Aiel,  nell’ambito di PF Technologie che propone un laboratorio virtuale illustrato attraverso un percorso fotografico corredato da opportune didascalie, per mostrare le attività svolte in relazione alla qualità dei bio-combustibili. Nella stessa area sarà allestita una zona che ospiterà le macchine di produzione dei bio-combustibili e l’iter delle prove di laboratorio utili a dare concretamente conto della qualità dei combustibili presi in esame: cippato e pellet. In questo modo i visitatori avranno la dimostrazione pratica delle prove che decretano la qualità dei prodotti.

Da segnalare inoltre il Workshop degli organismi di certificazione e di ispezione coinvolti nella certificazione ENplus, riservato ai rappresentati delle associazioni internazionali che si occupano di pellet, iscritte all’European Pellet Council.  Numerosi workshop e seminari e la parte convegnistica terminerà con  il Workshop Energia dal legno “dal bosco al camino”, come riscaldarsi correttamente con il legno, in sicurezza, nel rispetto dell’ambiente e della qualità dell’aria e con il Convegno Biomasse per il riscaldamento delle serre.

Per saperne di più vai su www.progettofuoco.com

Nessun contenuto correlato.

Share This