Regali di Natale per lei
Natale: come decorare casa
Le piante di Natale
Piante di Natale: ecco arrivato il momento di agrifoglio, pungitopo e la famosa stella di Natale.

L'agrifoglio

Piante di Natale: l'agrifoglio

Dicembre mi fa pensare alle festività e alla frustrazione di alcune piante tra le più significative del giardino, che vengono spogliate per impreziosire festoni, ghirlande candele e candelieri. Parlo dell’ex aquifolium, meglio conosciuto come agrifoglio.

Le sue bacche rosse, unitamente al classico fogliame verde scuro e appuntito, sono il simbolo del Natale e chi dispone di un’esemplare nel giardino inevitabilmente attinge alla sua bellezza.

Agli agrifogli (Ilex aquifolium) presenti nei giardini vengono spuntati i rami con le loro bacche rosse mature, speciali per la preparazione di centrotavola, ghirlande e festoni.

Vischio, pigne di pini mughi e rami di abete bianco completano l’opera.

Piante di natale: ecco la stella di natale

Piante di Natale: la stella di Natale

Altro simbolo natalizio è la stella di Natale (Euphorbia pulcherrima), con nuove varietà di colore rosa o bianco che ne mantengono alto il gradimento.

Dicembre è senza dubbio il mese delle feste, con gli spostamenti di amici e parenti, l’uno a casa dell’altro, per i tradizionali festeggiamenti. Non potendo andare a mani vuote, si ricorre spesso al fioraio sottocasa, pronto a giocarsi le sue carte con una parata di Stelle di Natale multicolori da mettere in imbarazzo anche il più decisionista dei compratori.

Questa pianta classicamente rossa, recentemente ha subito una serie di evoluzioni sui colori, dal rosa al bianco e bicolori vari, tali da farsi ancora preferire, nonostante sia, ormai già da alcuni decenni, regina del mercato natalizio.

Anche gli abeti di Natale, coltivati appositamente per questo rito, fanno bella mostra nei vivai e nei garden center, nonostante la concorrenza agguerrita dei più costosi alberi finti.

I più lungimiranti hanno fatto incetta durante il mese di giugno delle fioriture di Achillea filipendula ed Eryngium planum e, più avanti, delle ortensie in via di sfioritura, per ricavarne fiori essiccati da comporre, in attesa che la prossima primavera procuri margherite e papaveri freschi.

Non dimenticate i regali di Natale: è gradito di tutto, tranne la motosega di marca o di nuova generazione…!

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

News

La primavera è arrivata e quale migliore occasione per chiedere al maestro giardiniere CARLO PAGANI tanti consigli per il nostro giardino. Ecco la live chat di martedì 24 marzo, scopri se nel post c'è un consiglio anche per te...
CONDIVIDI

Verde

Ogni interior designer vi dirà la stessa cosa: aggiungere piante e fiori in casa, donerà un tocco rilassante e di colore in ogni stanza. La scelta della pianta da appartamento giusta è una questione di gusto personale. Oltre a scegliere in  base all'estetica, assicuratevi anche di sapervi prendere cura della pianta. Per esempio, una pianta che necessita di luce solare diretta cresce meglio vicino una finestra, mentre una pianta che richiede meno cura può dimorare negli angoli meno assolati di una stanza. Ecco dei suggerimenti sulle piante da appartamento e scoprite quella che è giusta per la vostra casa. Piante da appartamento: la viola La viola è una pianta da appartamento perfetta perché è particolarmente facile da curare. Fiorisce tutto l'anno ed è disponibile in varie forme. Fiorisce meglio quando è situata vicino una finestra o in una stanza luminosa.  Non bagnate le foglie quando l'annaffiate, perché l'acqua provoca macchie marroni sulle foglie. Piante da appartamento: Il cactus fiorito I cactus hanno la reputazione di essere piante noiose ma un cactus in fiore è una pianta davvero deliziosa. Portate un po' del fascino del deserto nella vostra casa con un cactus in fiore. È una pianta bellissima e facile da curare. I cactus richiedono la luce del sole, calore e poca acqua. Piante da appartamento: Anthurium L'Anthurium è una pianta che diventa abbastanza grande (fino a tre metri di altezza e due metri di larghezza), dunque questa pianta è la scelta ideale se si ha la necessità di riempire un grande spazio. Il suo fogliame verde scuro è bellissimo, come lo sono i suoi fiori che possono essere in rosso, rosa, lavanda o bianco. È bene posizionare l'anthurium in una stanza molto assolata e calda. Piante da appartamento: Kalanchoe La Kalanchoe è una pianta grassa ed è quindi abbastanza facile da coltivare e curare. Fiorisce in piccoli grappoli di fiori particolarmente bene in primavera e all'inizio dell'estate. Posizionarla in luoghi luminosi, caldi e annaffiate moderatamente. Piante da appartamento: il geranio Anche chi non ha il pollice verde avrà successo con i gerani. Questa pianta si presenta in varie forme, ma i gerani sono tutti belli. I gerani richiedono molta luce intensa e il terreno della pianta non deve mai essere troppo bagnato. Piante da appartamento: i gigli I gigli sono disponibili in una varietà di forme e colori e sono una buona opzione sia in mazzi che come piante da appartamento. Ogni tipo di giglio richiede una cura diversa. Ad esempio, alcuni hanno bisogno di pieno sole, mentre altri prosperano in ombra. Per ottenere i migliori risultati, bisogna fare una buona ricerca sulla specie che si acquista. Piante da appartamento: la gloxinia La Gloxinia è anche abbastanza facile da curare. I suoi fiori sono più grandi rispetto alla viola e sono a forma di campana. Per l'esposizione meglio una luce forte. La gloxinia fiorisce nel tardo inverno o all'inizio della primavera. Piante da appartamento: l'orchidea Con oltre 30.000 specie diverse e versioni ancora più ibride, l'orchidea è una delle piante da appartamento più amate. Eppure le orchidee non sono le piante più facili da curare e possono essere anche costose ma hanno un'estetica esotica che piace a molte persone.
CONDIVIDI

Come arredare casa

Decorare casa d'inverno con delle composizioni floreali è sempre un'arma vincente e anche d'inverno si possono realizzare suggestive atmosfere con tocchi romantici e shabby chic. Decorare casa con i fiori invernali Il giardino d'inverno cambia abito, scegliendo eleganza e sobrietà. Il bianco e il viola, in tutte le sue sfumature, colorano l’inverno grazie ai fiori che sfidano il freddo e le temperature più rigide. Delicato e sottile, il galanthus nivalis è un fiore coraggioso, che fiorisce precocemente da gennaio a marzo, quando la temperatura non è affatto mite. Per questo è chiamato poeticamente bucaneve o stella del mattino, a rimarcare il primato di fioritura, in netto anticipo rispetto alle altre piante. Accanto al bianco, il viola del giacinto e delle violette, entrambi molto resistenti e durevoli, che fioriscono a temperature non propriamente miti. La viola, che è una pianta molto diffusa, prende il nome dal colore intenso dei suoi fiori, con sfumature in molteplici tonalità e un intenso profumo di bosco. Decorare casa: le composizioni floreali artigianali Bucaneve, viola e giacinto, tre esempi di grazia floreale che si prestano a semplici e colorate decorazioni d’interni dedicate alle feste invernali, in tre proposte di composizione. La prima è una decorazione temporanea con i bucaneve, che non danneggia la pianta ed è ideale per rendere speciale un pranzo in famiglia e una bella tavolata imbandita. Dopo aver scavato delicatamente il terreno con le mani, bisogna estrarre i bucaneve, facendo attenzione a non danneggiare radici e bulbi delle piantine. Una volta raccolti, si adagiano i fiori in un cestino e, poco prima dell’arrivo degli ospiti, si spargono con studiata casualità tra piatti e bicchieri: la tavola fiorirà di eleganza. Una volta terminato il pranzo, basterà riporre i fiori nel cestino e ripiantarli appena possibile in giardino, in modo che l’anno successivo possano tornare a fiorire. In questo modo si avrà la bellezza inimitabile dei fiori freschi in tavola, senza però danneggiare la pianta. La seconda composizione è una realizzazione davvero creativa e originale: basta semplicemente possedere un colorato servizio da tè. Tutto quel che bisogna fare è inserire all’interno di ogni tazza un bicchierino con un po’ d’acqua, dentro il quale verranno sistemati i “fiori del freddo”, avendo cura che siano disposti in modo tale da alternare colori e altezze, così da creare una composizione dinamica. Le tazze, che in un servizio sono generalmente sei, possono essere disposte in file verticali o orizzontali oppure singolarmente, in diversi punti della casa. Il bianco e il viola, già in contrasto tra loro, si mescoleranno con i colori delle tazze, con un effetto molto particolare, che saprà donare un pizzico di energia e vitalità alle grigie giornate invernali. Infine, un bouquet artigianale potrebbe essere l’ideale per arricchire una zona spenta della casa, oppure un angolo più nascosto. La realizzazione è semplicissima:si inizia con due fiori uniti in modo tale che gli steli si incrocino tra loro. Con una mano si tiene questo primo nucleo di bouquet e con l’altra si aggiungono sempre più fiori nella spirale. Al termine, basta legare un nastro ben stretto attorno ai gambi e infine tagliarli della lunghezza desiderata (oppure di quella del vaso in cui si andranno a collocare). Fantasia e manualità faranno la differenza. E i fiori freschi in casa faranno la primavera, anche in inverno. Credits di Antonella Iacoboni foto di Kira Brandt/ag. Pure Public  
CONDIVIDI
Segui Leonardo su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv