alice lifestyle leonardo marcopolo

Sei tra gli amanti dello stile rustico di campagna? Scopri 7 punti che svelano il fascino di un materiale antico che non passa mai di moda

Il cotto fa parte della tradizione italiana rurale. Questo tipo di rivestimento è un materiale semplice e di grande fascino usato in molti cascinali di campagna come pavimentazione per rivestire interni, fienili e spazi aperti. Se ti piace questo materiale proverò a raccontarti alcune sue caratteristiche.

Cotto artigianale

Molte aziende propongono un prodotto che richiama le tradizionali lavorazioni manuali, retaggio della civiltà contadina, rinnovando però le tecniche di estrazione e di cottura dell’argilla per garantire un materiale adatto all’abitare moderno. Queste formelle sono solitamente elementi corposi, molto materici, con uno spessore che si aggira attorno ai 3 cm e, se messi a pavimento, necessitano di una fuga larga circa 5 mm.

Cascina - Maristella - Cremona

Cotto industriale

Rispetto al materiale precedente, il cotto industriale viene realizzato con particolari tecnologie di lavorazione ed estrusione che permettono di mantenere la differenza tra una piastrella e l’altra, garantendo anche caratteristiche di resistenza e assorbimento di una piastrella moderna. Lo spessore in questo caso è minore rispetto al precedente: circa 1,5 cm. La fuga consigliata è di 5 mm, ma come in questa foto, può essere ridotta.

Curvytile Cotto Chestnut

Formati e posa

Il formato da pavimento più comune e tradizionale è il 30×30 cm. Il mercato offre misure anche più piccole, sempre tendenzialmente quadrate. Ci sono poi le formelle esagonali e le pianelle rettangolari 30×60 cm o 15×30 cm. A cui si aggiungono i mattoni, le tavelle, i tavelloni e gli elementi decorativi come i listelli o gli elementi d’angolo. La posa può essere in diagonale, lineare a correre o sfalsata, e nel caso delle pianelle può essere anche a spina di pesce.

Villa Casa dei Vini Living Room

Colori

La colorazione stonalizzata e rustica di un vero cotto fatto a mano, dove ogni pezzo è diverso dall’altro, è purtroppo irripetibile sia per la natura della sua argilla che per l’invecchiamento conferitogli dal tempo. Molte aziende riescono però a riproporre le tonalità delle formelle artigianali: da quella più rossa, calda e intensa a quella più ocra, rosata o paglierina.
Molto dipende dall’ossido di ferro contenuto nell’argilla utilizzata: una maggiore quantità darà origine a un cotto più rosso.

Italian Villas - Tuscany, Umbria, Lazzaretto, & Sardinia

Non solo pavimento

I cotti di recupero delle vecchie pavimentazioni dei cascinali di campagna hanno un fascino impareggiabile, che racconta il trascorrere del tempo. Se avete modo di recuperarne qualcuno sfruttate l’occasione per creare un elemento di arredo da usare all’interno della nuova abitazione. Può essere una panca, un camino, un ripiano di appoggio per la televisione o per il lavabo. E, perché no, anche una vasca da bagno!

Northcote Residence

Pavimento per interno o per esterno?

Questo materiale può essere utilizzato sia all’interno che all’esterno. L’unica differenza è che all’esterno può non essere trattato e si può posare a secco, il che facilita la sua messa in opera, pur garantendo un’ottima resa estetica.

Villa Terra di Luna

Trattamento e manutenzione

Il trattamento di protezione successivo alla posa e alla levigatura consiste nel passaggio di uno straccio con il prodotto chimico (tipo acido tamponato) che va steso puro e che disgrega i residui calcarei inevitabili della posa. Lasciato asciugare bene (dato che i residui calcarei si notano solamente se asciutti, perché sbiancano), per ravvivare l’originale ceratura, viene fornito dalla casa madre un prodotto manutentivo che si stende puro, semplicemente con straccio. Si bagna l’intera superficie e non importa se il prodotto viene steso in maniera non perfettamente uniforme.

A Designer
Quest’ultimo procedimento potrà essere utilizzato anche per la manutenzione a lungo termine: ripetuto circa ogni 6/12 mesi, permetterà di mantenere inalterate le caratteristiche tecniche e la resa estetica del vostro pavimento.

di Maria Chiara d’Amico di Houzz

Share This