Convegno conclusivo Festival del Design: Una nuova generazione per il design
OS Club un nuovo spazio polifunzionale a Roma attento al design
Maxxi World Building 2010 - Fotogallery

"E' un edificio che si relaziona in modo vivace con i volumi della città. E' come un Guggenheim srotolato in percorsi di spazio continuo (…) un edificio di cui si parlerà ancora nella storia dell’architettura dei prossimi 50 anni".
Con queste parole la giuria del WAF World Architecture Festival di Barcellona, presieduta da Paul Finch, ha decretato lo scorso 5 novembre la vittoria del MAXXI, progettato da Zaha Hadid Architects, come “miglior edificio dell’anno 2010”.
Dopo lo Stirling Prize del RIBA, il prestigioso premio assegnato lo scorso 2 ottobre dal Royal Institute of British Architects, si aggiunge dunque un altro importante riconoscimento internazionale.
Con l'occasione vi offriamo una galleria fotografica con i migliori scatti del Maxxi a Roma.
Photography © Iwan Baan e Roland Halbe

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Grandi opere

Si chiama Life Electric ed è un'opera pensata in onore di Alessandro Volta. Sorgerà al centro del primo bacino del Lago di Como, posizionato nel tratto terminale tondo della diga foranea, di fronte a Piazza Cavour. A firmare l'opera è il grande architetto di fama internazionale Daniel Libeskind. [caption id="attachment_37967" align="alignnone" width="622"] L’idea dell’opera ha radici profonde. Nasce dal grande amore di Daniel Libeskind per Como.[/caption] L’opera fonde gli elementi energetici e scientifici a quelli naturali. Alta circa 16.50 mt, ha la forma di due sinusoidi che si contrappongono e giocano reciprocamente tra curve e movimento. Il monumento vivrà sui giochi di luce e riflessi a specchio, in modo da incastonarsi coerentemente nello spazio circostante rispettando la profondità e i coni visivi compresi in tutto il primo bacino. [caption id="attachment_37968" align="alignnone" width="622"] Dall'alba al tramonto la curva organica di Life Electric giocherà con le diverse sfumature della luce e animerà questo nuovo spazio pubblico.[/caption] Funzione del monumento sarà valorizzare il palcoscenico naturale del lago, delle montagne e della città, trasformando lo spazio in un allestimento architettonico e artistico. L’idea dell’opera ha radici profonde. Nasce dal grande amore di Daniel Libeskind per Como. È frutto di un’ampia riflessione, di un dialogo costante tra Amici di Como-Consorzio Como Turistica e l’architetto. Si è scelta la via dell’approccio prudente, dell’attenzione all’ambiente prima di arrivare all’ultima stesura del progetto. Per questo si sono resi protagonisti luce, acqua e energia che trasformeranno la semplice percezione visiva in emozione. [caption id="attachment_37970" align="alignnone" width="622"] L'architetto Daniel Libeskind sul Lago di Como[/caption] «Sono estremamente felice di poter contribuire alla lunga storia di Como - afferma Daniel Libeskind -  che parte dagli antichi romani e arriva al Razionalismo moderno, con un’opera che riflette l'energia della vita contemporanea e l'arte. La combinazione della bellezza di Como con la serenità del suo lago, l'ispirazione che suscita Volta e la stupenda ambientazione del pontile formano le fondamenta di Life Electric. La robusta costruzione in acciaio è un’opera luminosa, un'icona del 21° secolo per la città. Forma e struttura creeranno creerà riflessi sempre mutanti, sempre splendenti sia nel cielo che nel lago. Dall'alba al tramonto la curva organica di Life Electric giocherà con le diverse sfumature della luce e animerà questo nuovo spazio pubblico».
CONDIVIDI

News

“Nutrire il pianeta. Energia per la vita”: è il tema dell’Expo che apre il 1 maggio e si chiude il 31 ottobre. È la seconda Esposizione Universale ad essere ospitata in Italia, dopo quella del 1906, che sempre a Milano fu dedicata al tema dei trasporti. In quella occasione ci fu la costruzione dell’Acquario Civico, ancora oggi bell’esempio di architettura liberty della città. La Seconda Guerra Mondiale fermò quella che si doveva tenere a Roma nel 1942, evento per cui furono realizzati diversi lavori e fu creato l’intero quartiere dell’Eur”. Expo Milano 2015: come acquistare i biglietti [caption id="attachment_35784" align="alignnone" width="622"] Come acquistare i biglietti dell'Expo[/caption] Nei prossimi 6 mesi sono attesi circa 20 milioni di persone da ogni parte del globo. Per chi ancora non avesse acquistato il biglietto con sconto, disponibile nei mesi precedenti all’apertura, ci sono diverse possibilità: uno o due giorni singoli ingressi abbonamenti pacchetto famiglia. I biglietti sono a data fissa o aperta, che deve essere fissata per tempo prima della visita. Per un adulto il costo è di 27 euro per un singolo giorno (32 a data libera) o per due giorni 47 euro (info complete  e lista dei rivenditori sul sito expo2015.org). Come raggiungere Expo [caption id="attachment_35785" align="alignnone" width="622"] Come raggiungere Expo[/caption] Come raggiungere Expo in metropolitana La linea 1 collega il centro città con la stazione di Rho Fiera Milano. Da qui si arriva direttamente l’accesso Ovest Fiorenza del sito espositivo. All’accesso sono presenti biglietterie e servizi al visitatore. Passati i controlli si percorre la passerella pedonale Expo-Fiera (PEF) per raggiungere il luogo dell’Esposizione. Come raggiungere Expo in treno Si può raggiungere la stazione di Rho Fiera Milano con le linee suburbane del Passante Ferroviario S5-S6 e la nuova S14 da Rogoredo. La linea S11 serve invece chi proviene da Monza, Seregno, Como. Nella stazione di Rho Fiera inoltre fermano tutti i treni delle linee regionali da Arona, Domodossola, Varese e Torino. Il collegamento ferroviario ad alta velocità ha una fermata dedicata in corrispondenza della porta Ovest. Il Comune di Milano ha reso disponibili diverse forme di ticket cumulativo e integrato per raggiungere Rho Fiera Milano con un unico biglietto valido sia sulla rete Atm, sia sulla rete Trenord. I ticket sono in vendita in metropolitana, negli ATM point e nei rivenditori autorizzati.  
CONDIVIDI

News

Sempre più telespettatori approdano sull'isola di Leonardo. Ecco i programmi che hanno fatto registrare i picchi di ascolto nella giornata di ieri mercoledì 27 maggio: 27.409 in "Le case di Lorenzo" 27.408 in "Passepartout: ospite a sorpresa" 22.670 in "Faidatè" Un sentito grazie ai nostri telespettatori: veniteci a cercare al canale 222  del digitale terrestre.
CONDIVIDI
Segui Leonardo su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv