alice lifestyle leonardo marcopolo

Si chiama “Solar City Tower” la grande scommessa architettonica in grado di cambiare volto, se il progetto vedrà effettivamente la luce,  alla città brasiliana in occasione delle prossime Olimpiadi in calendario nel 2016 a Rio de Janeiro. Oltre al Pan di Zucchero e alla celeberrima e mastodontica statua del Cristo Redentore, sarà questa gigantesca cascata artificiale costruita sull’isoletta di Cotonduba, di fronte alla spiaggia di Copacabana, a rappresentare nell’immaginario collettivo la città di Rio.

Non solo, con la Solar City Tower, Rio De Janeiro (che nel 1992 ha già ospitato il summit delle Nazioni Unite sulla Terra), si prepara a diventare anche l’emblema dei primi giochi olimpici a emissioni zero.

Solar City Tower: il progetto

Progettatta dallo studio di architettura Rafaa Architecture & Design di Zurigo, la Solar City Tower è una una gigantesca torre di vetro con cascata alta in tutto 105 metri e costruita sull’isola di Cotonduba.  Si tratta di un’opera colossale, dal vertiginoso sviluppo verticale, visibile anche da grandissime distanze e che darà il  benvenuto ai visitatori che arriveranno a Rio via cielo, terra o mare. Si dice che la torre, qualora il progetto venisse definitivamente varato,  potrebbe diventare una sorta di mastodontico e simbolico braciere olimpico , illuminato di notte con dei Led.

Energia “verde” per la città di Rio

Il progetto della Solar City Tower si inserisce nella corrente di pensiero che tende a concepire l’edificio architettonico (laddove non la città intera) come una “macchina” e non  vuole essere soltanto un’attrazione turistica per la Rio del futuro, bensì un elemento con un preciso carattere funzionale.  La torre, infatti, servirà a produrre energia “pulita” destinata alla città di Rio e ai suoi abitanti durante i giochi olimpici. E’ prevedibile che per tutto il periodo dei giochi olpimpici il fabbisogno energetico della città di Rio de Janeiro cresca considerevolmente. In questa ottica, la spettacolare Solar City Tower sarà un gigantesco impianto a energia solare che durante il giorno produrrà energia a beneficio dell’intero villaggio olimpico. L’energia eccedente verrà usata per pompare acqua marina all’interno della torre fino a un’altezza di oltre 100 metri. Acqua che, durante la notte, l’acqua verrà rilasciata nuovamente precipitando verso il mare e generando, con l’aiuto di turbine, elettricità  “verde” per le ore notturne.

L’attrazione turistica

L’elettricità generata dalla Solar City Tower senza poduzione di scorie, potrà essere utilizzata tanto per l’illuminazione cittadina quanto per quella della torre stessa e, in occasione di eventi speciali, questo colossale “edificio/macchina” si trasformerà in una meravigliosa “cascata urbana” creata dall’uomo insieme alla natura. I visitatori potranno accedere alla torre attraversando l’anfiteatro situato al pianterreno. Sullo stesso livello troveranno posto il centro congressi, la caffetteria e negozi. Per mezzo di un ascensore,  si potrà quindi raggiungere un piazzale sospeso a 60 metri sul livello del mare.

Ancora 30 metri di salita e si potrà raggiungere un ulteriore punto di osservazione , con una piattaforma retrattile posta 90 metri di altezza e pensata per  bungee jumping. Il terrazzo più alto si trova in cima alla cascata, a un’altezza di 100 metri sul livelli del mare. Da qui, il visitatore può godere di una visuale a 360° sulla citta di Rio de Janeiro e sullo spettacolare paesaggio circostante.  Per non dire della sensazione unica che regalerà il camminare idealmente sulla cascata, grazie a una speciale passerella in vetro.

Nessun contenuto correlato.

Share This