alice lifestyle leonardo marcopolo

Influenze spagnole, portoghesi, italiane e un designer di origini egiziane ma naturalizzato americano. Al Nhow Milano, il design hotel della catena NH Hotels in piena zona Tortona, sono gli ingredienti del profondo restyling che Karim Rashid ha apportato alla zona bar.

Karim Rashid firma il restyling del Nhow Hotel di Milano

Assiduo frequentatore dell’hotel e memore degli “innumerevoli incontri, cappuccini, interviste e bicchieri di vino” conclusi e sorseggiati ai suoi tavoli, il designer ha “voluto suscitare un senso di energia positiva”, mescolando arredi, complementi e elementi illuminotecnici – tutti di sua ideazione – dalle forme fluide, riconducibili all’era digitale, e dai colori vivaci, che incoraggiano la socializzazione.

Karim Rashid firma il restyling del Nhow Hotel di Milano

È stato questo filo conduttore a suggerire l’abbinamento delle sedute Kat di Redi, in frizzante color lime, ai tavoli Tak, della stessa azienda, con i piani aerodinamici stampati tramite tecnologia digitale di HP. Gli sgabelli arancioni Kant di Casamania hanno trovato, invece, il perfetto antagonista nella versione bianco e oro della sospensione Nafir, l’omaggio luminoso alla musica firmato da Rashid per Axolight.

Karim Rashid firma il restyling del Nhow Hotel di Milano

di Anita Laporta

Nessun contenuto correlato.

Share This