alice lifestyle leonardo marcopolo

Un appartamento in zona Sant’Ambrogio rinasce grazie all’intervento dell’architetto Marta Bastianello che ha rimosso la memoria degli anni ‘80 per riportare gli interni al nostro tempo.

L’appartamento fa parte di un elegante condominio nato nel 1969 nella zona di Sant’Ambrogio, a Milano. Negli anni ’80 fu ristrutturato da Gae Aulenti nello spirito del tempo e, quando  l’architetto Marta Bastianello è stata incaricata della nuova ristrutturazione, si è trovata di fronte parquet e librerie in ciliegio, mattoni a vista per il camino, un controsoffitto a quota 2,60 metri per ridurre il volume degli ambienti e stanze che avevano porte piccole e finestre aperte su terrazzini a falda, rivestiti da piastrelle in klinker marrone testa di moro.

Appartamento a Milano

La terrazza esterna con vista su Milano

Il tetto/ terrazza era abbandonato e una grossa trave rovescia ne divideva lo spazio in due. I nuovi proprietari, una famiglia con tre figli, desideravano molta luce e ambienti comodi, organizzati in base alle loro esigenze. “La mia scommessa”, chiarisce l’architetto Bastianello, “è stata valorizzare i volumi, demolendo tutte le pareti e creando spazi più dilatati”.

Il living della casa

Nel living, con pavimento in listoni di rovere, divano Big Bob di Flexform; tavolino in ferro e legno realizzato su disegno con lampada Taccia di Flos, disegnata da Achille & Pier Giacomo Castiglioni. Alle spalle del divano, una composizione di sospensioni Miss 1 di Davide Groppi e, sul tavolo da pranzo di Baxter, sospensioni G.R.A. di Terzani.

Gli spazi della zona giorno sono fluidi, con un camino passante e una grande porta a bilico che collegano la zona studio/tv a quella living, pur mantenendo una connotazione precisa.

La cucina

la cucina di Comprex. Il piano in acciaio è della serie Vintage, di Barazza; la lampada a sospensione è Romeo Louis II, di Flos. Gli sgabelli About A Stool, disegnati dal danese Hee Welling, per Hay e realizzati in polipropilene e acciaio, fanno parte della famiglia About A Chair e richiamano la semplicità e la linearità del design scandinavo. Colonna forni di Neff

La cucina si trova alle spalle del soggiorno e, grazie alle aperture alle due estremità, garantisce i collegamenti sia con l’area pranzo interna che con quella esterna; al centro della cucina, la struttura ad isola è, al tempo stesso, funzionale blocco operativo cottura/lavaggio e elemento di convivialità.

La ristrutturazione di un appartamento a Milano

Nel bagno di cortesia, parete trattata con Spatula Stuhhi, di Giorgio Graesan&Friends; lavabo in granito scavato di Catella Marmi.

Un discorso a parte meritano le finiture utilizzate per alcune pareti del living e del bagno, autentico esercizio di eleganza per le quali l’architetto ha scelto il trattamento Spatula Stuhhi, di Giorgio Graesan &Friends, uno stucco lucido e liscio, composto da calce e polveri di marmo prive di solventi, che richiama la tradizionale tecnica veneziana, conferendo agli ambienti un potente effetto materico e una forte personalità, senza togliere coerenza e continuità all’insieme.

La ristrutturazione di un appartamento a Milano

La scala a chiocciola, un elemento che l’architetto ha modificato, valorizzandola: le lampade segnapasso sono il modello Raggio, di Viabizzuno da incasso

Ai due lati opposti dell’appartamento, due scale si collegano al tetto/terrazzo. “Erano scale a chiocciola piuttosto ripide e strette”, puntualizza l’architetto; “ho potuto modificarle con accessi più ampi e renderle più scenografiche attraverso l’utilizzo di luci e materiali”. La trave rovesciata è stata ricoperta da un deck che collega le due areefunzionali della copertura, una dedicata alla zona living ed un’altra alla zona pranzo e alla cucina, cui il verde aggiunge un tocco decorativo oltre che pratico, con i grandi vasi di piante aromatiche.

Così, grazie a scelte architettoniche razionali e ad arredi  iconici del design, l’appartamento vive con eleganza e un pizzico di ragionata eccentricità la sua seconda vita.

Scopri tutto il progetto nel numero di Marzo di Case Design Stili, in edicola e su Primaedicola.it

di Floriana Morrone | Foto Diana Lapin

Nessun contenuto correlato.

Share This