alice lifestyle leonardo marcopolo

A guidare la rinascita di un luminoso appartamento in un palazzo del Quattrocento nel centro storico di Como è stata Doriana De Petris, ceramista di origini romane, dotata di sensibilità ed empatia che hanno gradualmente arricchito la sua attività di creativa, facendola evolvere verso quella di scopritrice di talenti e cose ben fatte che ama proporre in questa sua casa-atelier-showroom, ribattezzata Spazio Dep.
“La mia vita è stata una successione di porte che si aprivano”, sintetizza, “e trovo che questo spazio, pieno di aperture, in qualche modo la rifletta”.

Interior Design a Como

Il mobile originale degli anni Sessanta rivisitato da Claudio Brocchini, stampa di Kristina Dam Studio, vaso scultura nero di Egidio Milesi. La sedia è un pezzo di modernariato degli anni Cinquanta, come la coppia di poltrone danesi.

Quando vi mise piede per la prima volta, l’assetto era molto differente e la struttura, nata dalla fusione di due appartamenti, si presentava come un’aggregazione di piccole stanze, con controsoffitti bassi, infissi di forme e stili differenti, spesso privi di stipiti, e pavimenti usurati in parquet posato a spina di pesce. È stato necessario abbattere diversi muri divisori, riportare i soffitti alla loro altezza originaria, rimuovere alcune porte e levigare per bene i pavimenti in parquet, per poter restituire a questi ambienti la loro luminosità.

Gli stipiti originali, che giacevano in stato di totale degrado, hanno fatto da modello per la realizzazione di quelli nuovi, dipinti di un efficace color antracite, come la cucina e la stanza d’ingresso, che valorizzano per contrasto il candore quasi totale di pareti e soffitti. Con il tema delle porte, e quel che esse rappresentano per Doriana De Petris, hanno a che fare anche i quadri “Suites” dell’artista comense Patrizia Cassina.

Interior Design a Como

L’accorpamento di due appartamenti, con l’eliminazione di alcuni muri divisori, ha dato vita a nuovi spazi ampi e luminosi

Di prospettive inedite e future opportunità parla anche la nuova vetrina virtuale di Dep, che su www.depdesignstore. com propone online quanto di meglio questo sofisticato atelier raduna nelle sue stanze, che si tratti di arredi, molto spesso vintage, o di complementi per la casa; di tableware o di accessori per la cucina, di profumatori d’ambiente o di libri. “Ho arredato questo spazio come se fosse casa mia”, spiega Doriana, “anche perché in effetti trascorro più tempo qui che nel mio appartamento, al piano superiore.

Design Nordico

Scrivania e seduta originali degli anni Cinquanta arredano lo studio, con lampada da tavolo di House Doctor e mensole di Ib Laursen.

Mi sono domandata di che cosa avessi bisogno e che cosa desiderassi veramente, per concludere che io e un po’ tutti abbiamo bisogno di una casa che ci avvolga e ci dia il benvenuto, che rifletta il nostro carattere e le nostre inclinazioni, nella quale possiamo sentirci comodi e al sicuro e circondarci di oggetti che abbiano una propria estetica”. Ed è proprio questa constatazione che ha guidato le scelte d’arredo di Spazio Dep, popolato di oggetti in vendita selezionati con un criterio molto semplice: “Se una cosa piace a me, molto probabilmente piacerà anche ai miei clienti”, lo sintetizza Doriana.

Interior Design Como

In cucina, con pareti color antracite, taglieri di Raumgestalt, a sinistra insieme a vassoi in metallo di KnIndustrie e sacco di Be-pôles.

Interior Design

Sulle mensole in legno sorrette da una struttura minimalista in metallo, il sistema modulare String® di String Furniture,  suppellettili e attrezzi di ogni tipo invitano a cimentarsi con la cucina. Accanto al lavandino, la vaschetta in silicone è di Normann Copenhagen®. La sedia è un pezzo vintage.

Come darle torto, aggirandosi tra gli ambienti riscaldati da un progetto illuminotecnico ben studiato, che incoraggia la conversazione, animato da una selezione musicale soft che mette a proprio agio, percorso da essenze delicate che stimolano i sensi. L’organizzazione degli spazi, con una cucina ben attrezzata, una spaziosa zona pranzo, un grande living e diverse zone lettura, asseconda le attività e le iniziative più varie, dalle lezioni di cucina, che si concludono con un pasto condiviso, alle degustazioni di caffè e o di tè; dalle presentazioni di libri agli incontri con designer, profumieri e produttori; dalle conferenze agli eventi speciali.

Camera da letto Como

Il letto prototipo di Luigi Caccia Dominioni convive con la petineuse e lo specchio degli anni Quaranta. La radio è di Tivoli Audio e il tappeto è di Affari.nu.

Ma chi lo desidera può semplicemente girovagare, leggere e lasciarsi ispirare. “Per me”, spiega sorridendo Doriana, “la bellezza è in ciò che fa stare bene. Non ci sono regole o definizioni; la bellezza, semplicemente, è armonia, leggerezza”.

Nessun contenuto correlato.

Share This