alice lifestyle leonardo marcopolo

Trainato dalla domanda di una clientela internazionale, il mercato immobiliare della laguna mantiene il segno positivo anche se con lo spauracchio dell’acqua alta.

Prezzi in tendenziale stabilità, margini di trattabilità in riduzione e una spinta all’acquisto più concreta rispetto agli anni precedenti. È l’attuale fotografia del mercato delle compravendite residenziali di Venezia, sempre più trainato dalla domanda della clientela internazionale, costituita soprattutto da americani, tedeschi e oggi anche da cinesi ricchi, che acquista per poter
vivere parte dell’anno tra i sestieri. Un trend legato anche all’aumento delle richieste dei residenti, favorito dal ritorno delle banche a concedere crediti.

In base ai recenti rilievi dell’Istat, per gli immobili residenziali l’attuale prezzo medio di richiesta ammonta a circa 2.800 euro per metro quadro: dato in lieve calo (del 2,51%) rispetto all’aprile dell’anno scorso. Ma il mercato mantiene la sua intonazione positiva grazie a una domanda sempre molto forte. “La maggior parte degli acquisti”, sottolineano alla Wire Consulting, “viene finalizzata alla messa a reddito dell’immobile nel mercato degli affitti, il cui andamento è continuo per tutte le tipologie abitative, anche se la parte del leone negli investimenti spetta agli appartamenti di dimensioni contenute, fino a 50 metri quadrati”.

Immobiliare Venezia
Affari vivaci anche nella fascia che va dal livello medio alto a quello hight– end: in questo ambito, i prezzi variano molto a seconda della zona, del piano, della luminosità della casa e della qualità delle ristrutturazioni. Un buon pied-à-terre bilocale a San Marco si può trovare a poco più di 400mila euro, così come nello stesso sestiere un appartamento di 5 stanze, non ammobiliato, a 550mila euro. Aumentando metratura e prestigio, per esempio se l’appartamento si affaccia direttamente sul Canal Grande, facile allora che le quotazioni superino il milione e mezzo di euro. Soluzioni del genere costituiscono investimenti di grande potenzialità, visto che per un’abitazione di alta fascia, che si sporge sul principale canale di Venezia, nel mercato delle locazioni si arriva a pagare tra i 10mila e i 20mila euro a settimana. Sempre nell’ambito turistico, oggi viene inoltre immessa sul mercato una crescente quantità di immobili di grandi dimensioni, dismessi da enti pubblici e privati, per adibirli a strutture ricettive.

Foto del ponte di rialto

Immobiliare venezia

In accelerazione anche i tempi di compravendita: “A Venezia sono tradizionalmente veloci quando l’immobile viene proposto a un prezzo adeguato rispetto alla sua reale qualità costruttiva e al suo stato di manutenzione. Se si tratta di case offerte a meno di 600mila euro, attualmente la trattativa arriva spesso a concludersi anche in meno di un mese” spiega Luca Dalla Benetta, del gruppo Remax. “Oggi”, aggiunge il broker, “gli investitori puntano soprattutto su soluzioni di costo inferiore, tra 250mila e 300mila euro, da collocare nella branca di mercato locativo più florida di Venezia, quella delle affittanze agli studenti universitari, i cui canoni mensili viaggiano tra i 400- 500 euro per una stanza e i 900-1.000 euro per un monolocale”.

Per la varietà delle soluzioni e dei prezzi, restano di maggior riferimento i palazzi storici limitari a piazza San Marco (tra cui Palazzo Molin, recentemente sottoposto a un massiccio restauro e a una lottizzazione in 18 appartamenti, alcuni dei quali ancora disponibili), seguiti da Rialto, Cannaregio e Castello”, indica Marie-Ann Doyle, agente immobiliare britannica, titolare di un’agenzia di Sotheby’s Realty. Ma offerta e domanda crescono anche al Lido di Venezia, con quotazioni al metro quadrato oscillanti su 3mila euro.
Resta invece solo potenziale, al momento, il mercato delle isolette lagunari più pittoresche, Murano, Burano e Torcello, dove le problematiche legate ai collegamenti e agli adeguamenti delle case, determinano un’alta quantità di oggetti invenduti, i cui prezzi, a detta delle agenzie, sono fermi al di sotto dei 2mila euro al metro quadro. Condizione fondamentale per acquistare un appartamento di piccole o medie dimensioni in un antico palazzo veneziano è, comunque, la sua ubicazione dal primo piano in su: malgrado il Mose, il megaprogetto delle paratie antiallagamento nella Laguna, l’acqua alta resta lo spauracchio che condiziona la domanda.

di
Antonio Schembri

Nessun contenuto correlato.

Share This