alice lifestyle leonardo marcopolo

La domanda e l’offerta immobiliare milanese sono sempre più legate all’Expo e ai nuovi modelli abitativi, come Porta Nuova e Citylife, in un rapporto direttamente proporzionale.

 Le residenze di CityLife

Residenze Libeskind a Milano

Le Residenze Libeskind si inseriscono tra Piazza Giulio Cesare e piazza Amendola

Come la gran parte delle città italiane, e non solo, anche Milano ha vissuto la crisi immobiliare di questi ultimi anni. Si continua ad aspettarsi molto dall’Expo ormai prossimo, sebbene finora abbia influito molto meno di quanto previsto, ma se lo si vede affiancato a un fenomeno vivace come quello delle riqualificazioni di aree dismesse, che culminano con la realizzazione di grandi progetti, i recenti Porta Nuova e CityLife ad esempio, assume una connotazione sicuramente positiva.

Residenze Zaha Hadid Milano

Residenze Zaha Hadid a CityLife

CityLife, che ha rilanciato l’area un tempo occupata dal polo urbano della Fiera di Milano, è un progetto firmato da tre architetti di calibro internazionale, Zaha Hadid, Arata Isozaki e Daniel Libeskind, ed oltre a essere un polo di design, con abitazioni di alto livello, è un quartiere a emissioni zero e tutte le residenze sono certificate in Classe A: non sono previsti generatori di calore né fonti di combustione e vengono utilizzate prevalentemente fonti di energia rinnovabili.

Il piano di trasformazione prevede un mix articolato e bilanciato di funzioni pubbliche e private: il quartiere, infatti, prevede, oltre alle residenze, anche uffici, negozi e servizi, aree verdi e spazi pubblici per il tempo libero.

Gli appartamenti di Porta Nuova

Appartamenti a Porta Nuova

Quanto costa abitare a Porta nuova nella Torre Solaria: gli appartamenti del futuro

Sullo stesso modello, Porta Nuova propone residenze di design, dotate di ogni comfort e delle più moderne tecnologie, che si ispirano al modello tradizionale delle ville residenziali in centro a Milano, nell’area Vincenzo Monti. Gli appartamenti sono realizzati nel rispetto ambientale, grazie allo sfruttamento di fonti rinnovabili, all’utilizzo di pannelli fotovoltaici, all’isolamento termico, alla scelta di materiali edili biodegradabili e non inquinanti, o alla raccolta d’acqua piovana per l’irrigazione delle aree pubbliche.

La cucina dell'appartamento

Gli interni di un appartamento nella Torre Solaria

Nuovi modelli abitativi, dunque, che si impongono come residenze del futuro in una città in crescita che continua a stupire piacevolmente, come la notizia del Bosco Verticale inserito tra i cinque grattacieli più belli del mondo, ad esempio, a dimostrazione di quanto Milano sia ricca di stimoli a più livelli: adiacenti al grande parco denominato “I Giardini di Porta Nuova”, due prestigiosi edifici, su cui crescono più di 1.000 esemplari di piante, si integrano alla perfezione nel verde che li circonda.

di Antonella Finucci

Leggi anche:

Residenze Zaha Hadid a Milano

Residenze Libeskind

Residenze a Porta Nuova nella Torre Solaria

 

 

Nessun contenuto correlato.

Share This