alice lifestyle leonardo marcopolo

Il Mosaico per il Bagno: un’arte antica che scopre nuovi materiali e li traduce in design.

A decretare il successo del mosaico è stata, fin dall’antichità, la possibilità di realizzare infiniti disegni, con risultati estremamente plastici che, nei progetti più importanti, hanno potuto contare su tessere d’oro e lapislazzuli.  È a quella tradizione che guarda il mosaico contemporaneo, tornato in auge cavalcando il successo che la sartorialità riscuote tra architetti e privati, nel segno della massima personalizzazione, alla quale oggi tende il mondo del progetto.

Il mosaico per il bagno

Mosaici Bisazza: Ispirazioni metafisiche e fashion per le nuove collezioni Bisazza: da sinistra, Ferrara Oro Giallo, in mosaico di vetro Bisazza e mosaico oro, design Alessandro Mendini.

La gamma cromatica è sempre più ampia, ma lo è anche il ventaglio dei materiali che, accanto al marmo e al vetro, abbraccia anche il gres delle micropiastrelle in ceramica, il metallo di pavimenti e rivestimenti riflettenti e il microcemento quale elemento decorativo o fugante per superfici continue.

Mosaico per il bagno di Trend

Immense™ Effect di Trend. Nella nuova collezione Immense™, realizzata con mosaico di vetro Karma, che esalta scenari e decori con la sua trasparenza e riflettanza, il decoro modulare Immense™ Effect, di ispirazione contemporanea, inganna lo spettatore con effetti ottici che cambiano al mutare del punto di osservazione.

Tessere quadrate, rettangolari, trapezoidali o romboidali, in formati omogenei o in combinazioni di tagli, anche con montaggio su rete, consentono molteplici composizioni, che attingono ai repertori iconografici della moda, dell’architettura e dell’arte.

Mosaici Sicis

Una collezione che sfrutta le infinite possibilità compositive offerte da tessere romboidali che, abbinate a inserti tridimensionali in vetro-cristallo trasparente e in pasta vetrosa opalescente, consentono di dar vita a complessi giochi geometrici quanto a fantasie floreali. Oltre sessanta i colori disponibili, insieme a elementi in foglia oro, argento ed altri materiali, per soluzioni di grande impatto scenico sia per l’interior che per l’outdoor.

Mosaici per il bagno: le novità 2017

Mosaici per il bagno di CeMOSAIC

Frutto della sinergia tra Cement Design e Lithos Mosaico Italia, il nuovo brand CeMosaic presenta mosaici a superficie continua a basso spessore realizzati utilizzando il microcemento spatolato sia come fugante delle tessere che come elemento decorativo del mosaico stesso. In foto, dettaglio del decoro Octopus, design studio Mighali Faggiano, realizzato con l’impiego di un mix di marmi e di microcemento grigio argento.

Mosaici per il bagno firmati Vienna

Tra i rivestimenti dell’azienda trevigiana, Vienna, ispirato dall’omonima tecnica di impagliatura, viene fornito in mattonelle di rame o ottone délabré striato di 30×37 cm (4.880 euro al metro quadro). A base di piccole tessere punzonate, Square 30 mescola rame iridescente e ferro, ottone e rame délabré in mattonelle di 33×33 cm dall’effetto 3D (1.060 al metro quadro). Per installazioni a pavimento e a parete

Mosaico per il bagno di Fap Ceramiche

Nella nuova collezione di rivestimenti in pasta bianca Color Now, Color Now Micromosaico, in foto nel colore fango, si presta a molteplici possibilità di rivestimento. è disponibile montato su reti di 30,5×30,5 cm. Prezzo: 55 euro il pezzo.

di
Anita Laporta

Share This