alice lifestyle leonardo marcopolo

Il beagle: scopriamo tutto quello che c’è da sapere su questa splendida razza canina: dal suo carattere ai consigli del nostro esperto.

Origini Beagle

Secondo alcuni esperti la razza del beagle proverebbe addirittura dall’antica Grecia. Si può supporre però che nella formazione del tipo moderno di beagle abbiano contribuito non solo i vari segugi che si erano andati diffondendo nel nord e nel sud del paese, ma anche i talbot dal mantello quasi esclusivamente bianco, che nell’undicesimo secolo Guglielmo il Conquistatore avrebbe portato in Gran Bretagna. Le prime notizie certe, infatti, risalgono proprio all’Inghilterra medioevale, dove sembra che i baegle fossero abbastanza diffusi. Sembra che perfino la regina Elisabetta I ne possedesse una folta schiera. Dall’Inghilterra iniziò l’esportazione verso il resto d’Europa e soprattutto in Francia, dove il beagle è oggi uno dei cani più amati e apprezzati. 

Un cucciolo di beagle

 

Beagle: consigli del veterinario

È molto importante che i beagle siano tenuti in peso forma. Il soprappeso può, infatti, provocare malanni di vecchiaia come artriti, diabete e problemi di respirazione. 

Beagle: carattere ed educazione

Per accogliere il beagle in casa, la sua cesta deve essere confortevole e “contenitiva”. Spesso le prime notti è utile mettere un cartone rovesciato perché avere una sorta di tana dà sicurezza al cagnolino. Nella cesta mettete materiale preso dalla lettiera della cucciolata richiesta all’allevatore. Sia che decidiate di tenere il cucciolo nella camera con voi (le prime notti lo fa sentire più sicuro), sia che lo lasciate in un’altra stanza, è importante che gli facciate sentire la vostra presenza rassicurante carezzandolo ogni tanto. Allo stesso tempo però dovete evitare di dargli attenzione se guaisce. Se andate a consolarlo mentre abbaia o guaisce imparerà a farlo proprio per attirare la vostra attenzione e passerete la notte in bianco per molto tempo. Se invece fin dal primo giorno starete ben attenti a non coccolarlo quando piange ma solo quando è tranquillo capirà che la maniera migliore per avere le vostre attenzioni e rimanersene quieto a riposare.

Aspetto e Morfologia del Beagle

Questa razza è caratterizzata dalla bassa statura e da proporzioni equilibrate. Il muso del beagle è diritto nella sua parte superiore e in armonia con il volume della fronte. L’occhio è perfettamente tondo, con una piccola pupilla nera centrale e un’iride marrone scuro. Le orecchie sono dette “cascanti” e sono posizionate sui due lati della nuca. Il pelo corto e denso del beagle può presentare tutti i colori riconosciuti per i segugi, a eccezione del color fegato. L’estremità della coda è sempre bianca.

Il cucciolo di Beagle

Fino a 4-6 mesi di vita il cucciolo ha bisogno di essere seguito molto da vicino dai propri padroni. Oltre alle necessità più naturali come i bisogni, un programma per il cibo, l’acqua e l’esercizio fisico, è importante osservarlo attentamente per riconoscere i suoi comportamenti. Bisogna inoltre rispettare i dosaggi consigliati per la sua età e passare molto tempo con lui giocare. Ogni volta che ottiene risultato, è giusto premiarlo e coccolarlo.

Scheda Beagle

Tipo: braccoide
Origini: razza anglosassone molto antica, che esiste sin dal 1200.
Nazionalità: Inghilterra
Utilizzo: lavoro, caccia, compagnia
Taglia: piccola
Altezza al garrese: 35-40 cm
Peso ideale: 13-17 kg

Per saperne di più guarda i consigli dei nostri esperti:

Begale: consigli

Nessun contenuto correlato.

Share This