alice lifestyle leonardo marcopolo

Il concorso nazionale “Il parco più bello d’Italia” presenta i 10 parchi finalisti del 2013. Una top ten che racchiude parchi e giardini tra i più incantevoli e che rappresentano il patrimonio paesaggistico italiano.

I dieci prescelti racchiudono in sé tutta la bellezza e la varietà dei parchi e giardini che offre la nostra splendida penisola: quelli formali con geometrie rigide e precise, altri più romantici con percorsi morbidi e sinuosi, altri ancora con raccolte botaniche d’eccezione o viste panoramiche mozzafiato. Bellezze paesaggistiche che tutto il mondo ci invidia.

I parchi più belli d’Italia al Nord

Cominciamo dal Friuli Venezia Giulia con il Castello di Miramare affacciato sul golfo di Trieste e circondato da un vasto parco di 22 ettari, caratterizzato da una grande varietà di piante, risultato dell’impegnativo intervento condotto nell’arco di molti anni da Massimiliano d’Asburgo sul promontorio roccioso che aveva in origine l’aspetto di una landa carsica priva di vegetazione.

A pochi chilometri da Verona, a Valeggio sul Mincio sulle colline moreniche che abbracciano il Lago di Garda, vi attende un’oasi ecologica incantata e unica nel suo genere: il meraviglioso Parco Giardino Sigurtà dove storia, cultura e natura convivono in perfetta armonia, in un contesto naturale che si estende per circa 60 ettari.

Ci spostiamo in Lombardia dove, a Varese, è la bellissima Villa Toeplitz con il suo parco che si estende per 8 ettari e che presenta percorsi romantici e bucolici, giardini progettati con cura, fontane scenografiche e giochi d’acqua.

I parchi più belli d’Italia al Centro

Assolutamente da visitare in Toscana negli splendidi Giardini della Villa Medicea di Castello, posti nella zona collinare di Firenze, oggi sede dell’Accademia della Crusca, considerati uno degli esempi di giardino all’italiana meglio conservato.

Sempre in Toscana, da visitare il giardino di Villa Cetinale presso Siena. Il giardino formale conosciuto come giardino degli agrumi, che si sviluppa sul retro della villa, è composto da aiuole a disegno geometrico bordate da siepi di bosso. Tutte le aiuole sono ornate da pavoni scolpiti nel tasso e da statue. Inoltre a nord della villa, su un’area boschiva è il parco della Tebaide: un tortuoso cammino di penitenza con cappelle votive, croci in pietra e numerose sculture.

Nelle Marche, a Pesaro, c’ è Villa Caprile, oggi sede dell’Istituto Tecnico Agrario “Cecchi”. Gli splendidi giardini che seguono il pendio del colle, si dispongono su tre terrazzi collegati da scalinate. Il primo ospita i famosi giochi d’acqua che sorprendono e divertono i visitatori con spruzzi che fuoriescono all’improvviso da siepi e vasi monumentali.

Un luogo e un’esperienza sicuramente diversi ci aspettano a La Scarzuola presso Montegabbione (Terni), un complesso surreale progettato da Tomaso Buzzi, architetto, artista e uomo di cultura tra i più importanti del ‘900. I suoi giardini rappresentano un fantastico impianto verde ove, tra siepi di bosso, fiori rari, statue e pergolati, è evocato il mito d’amore di Polifilo e della sua ninfa.

Sempre nel Lazio imperdibile è il Giardino di Ninfa presso Latina, tra i più belli al mondo per il fascino particolare e misterioso esercitato dalle rovine presenti sul posto. Il giardino presenta un gusto tipicamente anglosassone, compendio di botanica e di rovinismo.

I parchi più belli d’Italia al Sud

Nell’isola di Capri dove, sul versante nord-occidentale, a oltre trecento metri sul livello del mare, da non perdere Villa San Michele, con il suo giardino creato dal medico e scrittore svedese Axel Munthe, giunto in Italia per motivi di salute e approdato a Capri nel 1876. Nel giardino, che ospita suggestive fioriture nel corso di tutto l’anno, si possono ammirare alcune specie caratteristiche della flora mediterranea. Punto particolarmente suggestivo è il belvedere della Sfinge, da dove si gode una straordinaria vista del Golfo di Napoli.

Per concludere il percorso dei dieci finalisti 2013 dei Parchi più belli d’Italia, giungiamo più a Sud, in Puglia, nell’incantevole giardino botanico di Lama degli Ulivi a Monopoli (Bari), un percorso naturalistico unico, magico e sorprendente, dove le diverse varietà di piante convivono in perfetta armonia.

Per saperne di più vai su www.ilparcopiubello.it

Nessun contenuto correlato.

Share This