alice lifestyle leonardo marcopolo

Abitare in una casa feng shui non è solo una scelta per chi ama lo stile di vita minimalista ed essenziale dell’esotico Oriente.
Oggi progettare e arredare una casa secondo il feng shui è un modo per vivere in sintonia con l’ambiente che ci circonda e soprattutto orientarci al futuro, verso una casa bio. Abbiamo chiesto ad un’esperta, l’architetto Itta Wackernell, come progettare e come arredare una casa feng shui.

Architetto Wackernell potrebbe darci una definizione precisa del feng shui secondo i canoni dell’architettura moderna ?
“Il feng shui e´una disciplina complessa, nata da tradizioni antiche come la filosofia, la religione, la medicina. Nel secolo scorso è giunta fino a noi attraverso la traduzione di ideogrammi e raffigurazioni, concettualmente lontani dalle nostre tradizioni.
Questa antichissima scienza, necessita perciò, un approccio non solo tradotto, ma anche adattato allo stile di vita ed alle necessità dell’uomo moderno.
Il feng shui come lo intendo io è stato elaborato da studiosi ed architetti del nostro secolo: ha perciò ben poco a che fare con magia, superstizione o sciamanesimo. Il feng shui è orientato soprattutto ad analizzare a fondo anche l’ambiente circostante di un edificio, come anche la natura, i desideri, le attitudini dei suoi fruitori. Il fine ultimo è che la struttura progettata dia energia positiva e vitalità alle persone che lo abitano: ottimizzare gli ambienti per cambiare la qualità della vita”.

Come applicare gli antichi principi del feng shui alle abitazioni moderne ?
Per essere più chiara, vorrei fare l´esempio dell’approccio per una progettazione di una casa secondo i canoni del feng shui moderno:

  • prima analizzo con diversi metodi il cliente fruitore del progetto
  • quali aspettative ha per questa casa?
  • quali per la sua vita futura?
  •  tramite l´analisi della sua data e ora di nascita, elaboro dati importanti come attitudini, energia vitale, forze e debolezze, ecc.

Poi indago sui fattori esterni che circonderanno il futuro manufatto architettonico:

  • qual è l’orientamento della proprietà secondo i punti cardinali
  • dove sorge, tramonta il sole
  • se ci sono grandi arterie, come fiumi, strade oppure rilievi montuosi o laghi nelle immediate vicinanze?
  • il terreno si trova su un pendio o in pianura?
  •  da dove verrà fatto l´accesso alla casa?

Il risultato di queste e molte altre analisi è la base di una progettazione che si avvale dell’aiuto del feng shui: il fine ultimo è una progettazione che faccia fluire l’energia negli spazi abitati in maniera armoniosa, irrorandoli di vitalità. I vantaggi di una simile progettazione sono molteplici ma la cosa più importante è che essa viene fatta “su misura” del committente e rispetto alle sue possibilità ed aspettative. In poche parole il feng shui aiuta l’architetto a progettare secondo natura ed a misura d´uomo e non secondo canoni puramente edonistici”.

I principi del feng shui si possono applicare anche dopo la costruzione di un’abitazione ? Come arredare casa secondo il feng shui ?
“E’chiaro che, se come progettista posso intervenire fin dalla scelta del terreno, posso arrivare ad un risultato ottimizzato. Ma anche in una casa già esistente, anche completamente arredata, si possono fare piccoli interventi che possono influire sul benessere degli abitanti in modo positivo. Ad esempio con l’aiuto di un architetto esperto, potremmo cambiare un quadro o colorare di nuovo una parete o semplicemente spostare una pianta verde o una scrivania, per raggiungere già qualche miglioramento percepito”.

Dovendo scegliere, quali sono gli ambienti della casa sui quali puntare ?
“Sicuramente punterei sugli ambienti dove gli inquilini trascorrono il maggior numero di ore: innanzitutto la camera da letto, poi la cucina, il bagno e via dicendo”.

I benefici sono assicurati ?
“Penso che nulla è veramente sicuro nella vita, nemmeno i principi della matematica, come ci insegna Einstein. Comunque sia, questa scienza è stata creata e sviluppata nei millenni passati, perché la prassi aveva procurato dei benefici reali e percepiti. Come anche l’omeopatia, il Feng Shui agisce sulle cause e non sui sintomi, perciò tende a creare effetti a livello psicofisico duraturi. Anche la medicina tradizionale cinese ci insegna, che se attiviamo e ottimizziamo i flussi energetici in tutto il corpo, possiamo vincere molte malattie alla radice. Esattamente lo stesso possiamo fare in tutti gli organismi architettonici. Per arrivare a tanto, ci vuole però grande abilità ed esperienza, come per un buon medico: per questo e´cosi´importante farsi guidare da una persona esperta nel settore e non seguire schemi banali del feng shui elementare, che sono pubblicati in numerosi libretti e opuscoli”.

Nel video una casa a Milano costruita e arredata secondo i principi del feng shui

Leggi anche:

Bioarchitettura: natura primordiale in una casa design

Intervista di Claudia Mammalella

 

Nessun contenuto correlato.

Share This