alice lifestyle leonardo marcopolo

“Un oggetto non è mai solamente un oggetto. Può avere uno scopo, può essere attraente, può essere un utensile o un manufatto, può essere progettato bene o male. Ma, prima di tutto, un oggetto è messaggero di significato”.  Così Alice Stori Liechtenstein ha introdotto l’ottava edizione di Operæ – Independent Design Fair, da lei curata, svoltasi lo scorso novembre a Torino.
Nata dall’esigenza di approfondire la ricerca nel campo del design indipendente per raccoglierne gli esiti più interessanti in uno spazio temporaneo dedicato, la manifestazione ha seguito  l’evoluzione di questo settore e assistito alla nascita di nuove figure professionali e di intrecci tra discipline. “Vogliamo essere una piattaforma per i designer che si esprimono con coraggio, per gli oggetti che hanno il potenziale di divenire ambasciatori del nostro tempo, per i progetti che hanno la forza di ridefinire l’estetica contemporanea” spiega la curatrice. I progetti presentati in queste pagine parlano di nuovi materiali ma anche di recupero della tradizione e soprattutto di modelli di consumo consapevoli.

I progetti di design indipendente

Design indipndente: il paravento Lif

Paravento Lif

A forma di foglia, Lif è il paravento pensato da Davide Frattini Frilli per interagire con gli spazi, rinnovandoli, dividendoli senza chiuderli, con l’idea di assecondare l’odierna tendenza di vivere ambienti multifunzionali e flessibili.

Design indipndente

I vasi in vetro di Alissa Volchkova

Sono di Alissa Volchkova i vasi in vetro della serie Volcanos, dove il vetro di scarto è mantenuto in continuità, esagerato, e trasformato in dettaglio prezioso.
Insufflato in uno stampo, nel riempire il vuoto il vetro deborda e produce un eccesso di materiale – solitamente tagliato e rimosso.
Ne risulta una collezione di vasi diversi l’uno dall’altro, in una reinterpretazione dei ripetitivi metodi di produzione industriale.

Design indipendente

Oggetti in plastica biologica di Crafting plastics! studio

Crafting plastics! studio ha sviluppato, in collaborazione con scienziati dei materiali, una plastica biologica e biodegradabile, con cui ha creato una collezione di occhiali realizzati con stampanti 3D e rifiniti a mano. Fondato da Vlasta Kubušová e Miroslav Kral, lo studio lavora tra Berlino e Bratislava sul tema del controllo completo del ciclo di vita di un prodotto, dalla sua origine fino al suo decadimento. Lo scopo è anche quello di sensibilizzare sul problema delconsumo eccessivo, specialmente nel campo del fast-fashion.

Design Indipendente

Sedute Liaison di Foro Studio

Liaison di Foro Studio è la serie di sedute modulari per coppie che, insieme ad altri quattro progetti di altrettanti designer, tutti realizzati in esclusiva per Operæ, affronta il tema del Diritto all’Amore. L’iniziativa è di Mamarocket, “movimento dell’eccellenza del design indipendente Made in Italy” che ha stimolato la creazione di “oggetti che parlano di attrazione, incontri onirici o reali e unioni (im)perfette”.

Design indipendente

Tree bookcase è la libreria free standing modulare di Gupica

Tree bookcase è la libreria free standing modulare di Gupica, studio fondato da Gunilla Zamboni, che prende ispirazione dalla forma stilizzata di un albero.
Con la sua base che rievoca a sua volta i porta giornali dei primi del ‘900, è disponibile in diverse altezze (H 74 cm, H 125 cm oppure H 176 cm) secondo le necessità. I moduli sono fissati tra loro con viti a farfalla facilmente rimovibili, mentre gli elementi verticali saldati alle mensole consentono ai libri di stare appoggiati o ai giornali di essere arrotolati.Materiali: ferro laccato, finiture galvaniche.

Rivestimento di Totomoxtle

Superficie di rivestimento per interni Totomoxtle

Totomoxtle è la superficie di rivestimento per interni e arredi realizzata con le foglie di mais nativo messicano, per natura colorato e oggi presente nel Paese con più di 60 specie diverse.
Il progetto di Fernando Laposse, designer messicano basato a Londra, propone una riflessione sulla perdita delle specie originali di mais nel mondo globalizzato, attraverso una serie di vasi ottagonali e un lavoro ispirato alla leggenda di Quetzalcoatl, il dio serpente azteco che ha donato agli uomini il primo chicco di mais.

Design indipendente

Melodicware è una collezione di oggetti musicali fatti a mano, composta da elementi in ottone di diverse lunghezze.

“In una quotidianità affollata da entità artificiali – spiega la designer Agustina Bottoni – è necessario progettare oggetti con fascino per farli entrare nelle nostre vite (…) Con un uso sincero di forma e materia, ispirano una percezione emotiva, una delicata esperienza”.
Le frange invitano al tocco, incoraggiando l’interazione e facendo risuonare l’ottone.

Installazione Notturno

Installazione Notturno

Le antiche tecniche dell’arte vetraria e le tecnologie digitali si incontrano nelle opere di Alice Valfrè, in cui il vetro, materiale versatile e multiforme, “scolpisce” la luce.
Nascono così installazioni luminose interattive, che combinano tecnologie digitali con elementi in vetro realizzati a mano. Nell’installazione dal titolo Notturno strisce e matrici LED controllate da sensori e piattaforme Arduino portano in vita le opere, creando oniriche installazioni interattive.

Design indipendente: effimeri

Complementi di arredo “Effimeri”

Effimeri, di Davide Giulio Aquini, prende spunto dalle architetture effimere erette per i festival delle luminarie pugliesi, dove il tripudio di luci e colori che brillano nella notte lascia il posto a elementi essenziali e monocromatici durante le ore di sole. Spiega il designer: “Marmo, legno, ceramica, vetro, fanno tutti parte della nostra tradizione artigianale ed è ancora facile approcciarli, grazie ai tantissimi laboratori. Il patrimonio diffuso di conoscenza al quale possiamo attingere, è un valore inestimabile”.

Design indipendente di ZPStudio

Vasi Anfore di ZPStudio

La serie di vasi Anfore, firmata ZPSTUDIO, è ispirata alle anfore romane e realizzata in porcellana biscuit tinta in pasta con finitura opaca. Create in collaborazione con la manifattura Giulia Mangani Porcellane, sono caratterizzate da piccole sfere dorate che permettono l’appoggio sia in verticale che in orizzontale. Si declinano in tre diverse forme (high, small e flat) e colori (bianco opaco, rosa cipria opaco e nero opaco).

Design Indipendente: Lume

Tradizione Muranese con Lume

Lume riprende l’antica lavorazione a lume del vetro. Realizzato in vetro borosilicato su disegno dello studio Kanz, con sede a Venezia e una gran passione per il vetro di Murano, si compone di perle e bacchette di vetro che insieme creano sfumature e riflessi unici. Il vetro borosilicato si distingue per purezza, trasparenza e alta resistenza allo shock termico.

di
Sabrina Sciama

Nessun contenuto correlato.

Share This