alice lifestyle leonardo marcopolo

Daniel Libeskind firma a Singapore un complesso residenziale di lusso. Non un esercizio di stile, ma pura necessità progettuale, capace di coniugare creatività e saper fare, mutuo rimpallo tra architetto e azienda produttrice.

Un alto esempio di questo binomio,  il complesso residenziale The Reflections a Singapore firmato Daniel Libeskind. Sei spettacolari torri di vetro, undici complessi condominiali, due club house, per un totale di 1129 appartamenti lussuosi, tutti affacciati sul mare, con una litorale privato di quasi un chilometro, zone verdi, parchi e una vista imperdibile sulla baia di Singapore, sul Keppel Golf Club e sul Monte Faber.

The Reflections a Singapore è un complesso di sei torri di vetro

Con Saporiti la collaborazione per le lobby di torri e condomini, le due club house e un penthouse di oltre 1.700 metri quadrati nella torre più alta di Reflections. Oltre a tavoli asimmetrici con multipli inserti di legni pregiati, moduli per cucine, porte, pannellature e partizioni atti a creare uno stile unico nel progetto. Il segno e i tagli di Libeskind necessitano di soluzioni particolari, pensate e realizzate ad hoc. Spazi irregolari e asimmetrici che scantonano dai classici parallelepidi e contenitori dell’architettura come la conosciamo.

The Reflections di Singapore

Per le lobby delle sei torri, invece, come dichiara il comunicato, “Saporiti Italia ha voluto proporre una contaminazione tra arte e design e ha chiesto a sei progettisti già coinvolti negli anni passati nel progetto “Inside Art”, tramite il quale l’azienda sperimenta nuove ricerche e tendenze per i grandi spazi dell’arte e dell’architettura, di disegnare sei panche-scultura che fossero dei veri e propri pezzi unici. I progettisti sono: Mauro Lipparini (Firenze), Marti Guixé (Barcellona), Paul Andreu (Parigi), Claudio Nardi (Firenze), Park Associati (Milano), Vudafieri Saverino Partners (Milano)”.

Altri nomi del progetto che si distaccano da soluzioni stereotipate e che rappresentano dei veri e propri racconti nel mondo dell’architettura, degli interni e del design.
Per quanto riguarda i materiali, come detto, legni pregiati, lavorati a laser-cut, marmo ma anche Corian e radica. Una realizzazione con firme differenti, che parte da lontano.
Saporiti, fondata nel 1948, lavora con i più noti architetti da sempre.  Un modello di lavoro e di conquista di nuovi mercati che dichiara globalmente la positività, le capacità e l’intraprendenza del made in Italy.

GUARDA LA FOTO GALLERY CON LE IMMAGINI 

 

Nessun contenuto correlato.

Share This