Separè e divisori: tanto spazio per sè
Come arredare la camera da letto dei ragazzi
Come arredare con i tessuti

Come arredare con i tessuti: le proposte innovative basate sulla reinterpretazione di motivi classici come fiori, righe e damascati. Ma soprattutto trovare un nuovo modo per arredare casa.

Il living, con i comodi divani Arkansas di Flamant e le tre lampade Bolla, in midollino naturale, di Gervasoni.

Arredare coni tessuti è come "vestire" la propria abitazione,  significa personalizzarla, darle un’impronta e uno stile riconoscibili. Come la scelta di un abito da indossare, la scelta dei tessuti per arredare conferisce personalità e carattere agli ambienti: tendaggi, tende da sole, plaid e coperte, cuscini e rivestimenti murali sono complementi d’arredo fondamentali. Ecco qualche consiglio su come arredare con i tessuti.

GUARDA LA PHOTOGALLERY CON LE NOVITA'

Come arredare con i tessuti: idee e consigli

Questo tessuto raffigura fioriture di peonia in cinque tonalità cromatiche, realizzate con stampa digitale su lino fino.

Abbiamo chiesto all'interior designer Roberto Bistolfi, spacializzato proprio in decorazioni con i tessuti, qualche consiglio su come arredare con i tessuti.

Di solito si pensa che la scelta dei tessuti sia l'ultimo elemento nell’arredamento della casa. E' cosi ?
"Puo' essere anche il primo, se si volesse fare un intervento “leggero” (anche economicamente) per rinnovare e rinfrescare l'immagine dell'appartamento, o di una parte di esso. Altrimenti, dopo la ristrutturazione, il tessuto è primario almeno per quanto riguarda il rivestimento e la decorazione degli arredi fondamentali : letti e divani!".

Scopriamo le novità di Christian Fischbacher al Fuori Salone 2014

Per arredare la casa con i tessuti da dove bisogna partire ? Dalla tende, dai divani, dai colori...
"Dipende intanto dalle esigenze del cliente, ma con una visione di insieme del progetto di arredo (che rimane il miglior suggerimento per iniziare la scelta dei tessuti), è indifferente cominciare dagli imbottiti o dalle tende".

Il gioco di luce e ombra è sempre stato soggetto di ispirazione per artisti e designer.Con la Collezione CALLIGRAPHY OF LIGHT, Christian Fischbacher è riuscita a catturare<br />e fermare sul tessuto questi momenti fugaci e affascinanti. I disegni, stampati a getto<br />d’inchiostro, incantano con la loro disarmante semplicità, rifl essa nella delicata tavolozza<br />dei colori che<br />rimanda l’attenzione alle finiture dei materiali innovativi e alla composizione dei tessuti, dalla mano morbida e delicata.

Per quanto riguarda le tende, come scegliere e quali sono le tendenze ?
"Tende leggere e ariose che scaldano l'ambiente, anche tenute chiuse durante il giorno, permettendo una buona luce filtrata. La scelta poi nasce dal gusto personale, dai suggerimenti adeguati e dal contesto in cui andranno inserite".

Parliamo di divani: quali sono i tessuti che si sente di consigliare ? Sempre la pelle o tessuti pratici ?
"Oggi il mercato offre una gamma infinita di tessuti belli e pratici, spesso anche lavabili. Meno frequente la scelta ricade sulla pelle, più fredda e costosa (se di qualità)".

È un tripudio di modelli, colori e tecniche di stampa, la collezione Jardin Bohème, di Harlequin, bohèmienne e al passo con la moda, composta da tessuti stampati, ricami e un mix dei due elementi. Righe, motivi floreali o folcloristici e ricami tradizionali in una vivace armonia.

Quali altri complementi di arredo si possono decorare ?
"Si possono rivisitare col tessuto sedie da pranzo, pouff, panchette, poltroncine, cuscinerie di abbellimento, oltre a letti e testate... spesso anche tavoli da salotto, rivestiti con fibre tecniche ed eco pelli".

Scopriamo le novità di Christian Fischbacher al Fuori Salone 2014

Quali sono le ultime tendenze in fatto di decorazioni e fibre ?
"Un sano ritorno alle fibre naturali (lini), oltre ai velluti e ciniglie. Ma spesso è valido l'opposto (dato che le mode lasciano il tempo che trovano) e la tecnologia nel settore tessile ha reso ancor piu'ricco e interessante il panorama di scelta".

Quando si sceglie un tessuto bisogna osare o essere in pandan con i colori della casa ?
"In un insieme decorativo armonioso, osare un elemento forte ed anche distonico dal contesto, è indicato... propone personalità e carattere".

intervista di Claudia Mammalella

 

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Come arredare casa

Bianco, grigio, beige e i colori neutri in generale, sono spesso associati allo stile minimal, ma in realtà anche nei progetti in cui si punta sulla luminosità e in particolar modo negli ambienti piccoli, arredare con i colori chiari è una scelta ideale. Ecco un interessante esempio di una casa sulle colline torinesi, valorizzata dalla semplicità dei colori quali cioccolato, cipria chiaro e bianco. Per sottolineare l'eleganza degli ambienti si è giocato tra i colori caldi del legno e un arredamento che punta su un mix di stile classico e moderno. A connotare la zona giorno il tappeto artigianale della Sardegna e il divano su misura in una tonalità tra il cioccolato e il viola, con profili bianchi:  una scelta originale rispetto al prevedibile divano in total white. Complementari ai colori del divano, l'abbinamento delle sedute bianche con i profili scuri, che fanno da cornice al tavolo in legno e cristallo - " The Secret Home" by Giorgia Mirabella -  creato per il cliente. Cuscini e sedie rivestite, studiate appositamente per l'appartamento con tessuti misti lino/cotone. Un ambiente elegante e classico ma anche nel segno della modernità grazie alla libreria firmata Lema studiata per inserire l'argenteria e servizi da tavola e per ricreare una zona bar. Interior designer: Giorgia Mirabella Foto di Alessia Micheletti
CONDIVIDI

Come arredare casa

Se siete amanti degli ambienti neutri, non dimenticate mai di aggiungere un po' di colore, solo così la casa si arricchirà di personalità. Una gamma di colori neutri e puliti, è certamente senza tempo ma può far risultare gli ambienti anche anonimi. Spesso gli architetti progettano case in cui tutto è funzionale, ogni mobile è realizzato su misura, ogni arredo calcolato e a volte può risultare difficile decorare casa per la paura di sbagliare. Ma che sia una casa moderna e super minimal o semplicemente siete amanti dei colori neutri, ecco qualche idea per dare un "po' di brio" agli ambienti. Idee per decorare casa: i parati [caption id="attachment_23770" align="alignnone" width="622"] Decorare casa con la carta da parati. Il bianco e nero è sempre un'idea vincente per decorare gli ambienti neutri.[/caption] Un buon esempio per decorare casa è utilizzando la carta da parati magari su una sola parete della stanza. Rivestire una parete con la carta da parati può trasformare il look di una stanza. Potete scegliere righe o piccole fantasie colorate. Idee per decorare casa: le porte colorate [caption id="attachment_23771" align="alignnone" width="622"] Tra le idee per decorare casa, le porte con i profili colorati[/caption] Le porte colorate sono un'idea di grande impatto per decorare casa. Se vi sembra una scelta troppo invasiva, potete colorare solo i profili interni della porta, magari con un colore pop come nella foto. Una scelta perfetta per la cucina o la camera dei bambini. Idee per decorare casa: la libreria Ricordate il detto  "Non giudicare un libro dalla sua copertina?": in questo caso le copertine dei libri potrebbero esserci utili. L'aggiunta di libri con coperture e coste colorate, rende la libreria e la stanza molto interessante. Uno scaffale colorato della libreria aggiunge dimensione e originalità alla stanza. Idee per decorare casa: i tessuti colorati [caption id="attachment_23773" align="alignnone" width="622"] I tessuti colorati in ambienti neutri sono perfetti per decorare casa[/caption] Cuscini e tessuti colorati sono perfetti per colorare il soggiorno o la camera da letto. Originale e divertente anche l'utilizzo degli arazzi per decorare le pareti. [caption id="attachment_23776" align="alignnone" width="622"] idee per decorare casa: tessuti e arazzi sono perfetti per colorare[/caption] Idee per decorare casa: complementi di arredo colorati [caption id="attachment_23777" align="alignnone" width="622"] I complementi di arredo colorati[/caption] Arricchire un ambiente neutro con tanti oggetti colorati richiede certamente una buona dose di gusto, l'importante è non eccedere e creare un'armonia. Arredare casa è anche un divertimento e soprattutto un biglietto da visita del vostro gusto e della vostra versatilità.  
CONDIVIDI

Come arredare casa

Dal classico laminato alla ricchissima gamma di pietre, passando per corian, vetro e acciaio. Il piano da lavoro della cucina è un elemento fondamentale. Scopriamo i nuovi materiali e le ultime tendenze per il top della cucina. [caption id="attachment_23403" align="alignnone" width="622"] Cucina Ballarini con top in ardesia[/caption] C'è stato un tempo in cui il granito sembrava essere l’unico materiale per il top della cucina. Da qualche anno la scelta dei materiali per i piani della cucina si è ampliata e i designer sperimentano sempre nuove soluzioni. Corian, acciaio, cemento, scopriamo i nuovi materiali per piani lavoro e top cucina. Piani cucina in quarzo [caption id="attachment_23404" align="alignnone" width="622"] Piano top quarzo serie Cartapietra superwhite finitura grain[/caption] Uno dei materiali più utilizzati per i top della cucina è il quarzo, un materiale robusto ed elegante per la cucina. Il quarzo è estremamente duro e resistente, per cui è una scelta certamente durevole. Il piano cucina in quarzo è anche facile da pulire (bastano acqua e sapone) ed è disponibile in una vasta gamma di colori. Unico difetto del top in quarzo è che questo materiale non è così tollerante al calore rispetto ad altri materiali. Piani cucina in cemento [caption id="attachment_23405" align="alignnone" width="622"] Cucina Toncelli con top in cemento fibrorinforzato, resistente ma estremamente plasmabile[/caption] I top in cemento sono tra le scelte più in voga in questo momento. Questi piani da lavoro sono resistenti, antigraffio e resistenti al calore (se si sigilla in modo corretto), ed è possibile personalizzare il piano per la cucina come forme e consistenze a seconda del look della cucina. Alcuni svantaggi del top in cemento sono il peso consistente, è più sensibile alle macchie e ad alcuni liquidi acidi come un banale succo d’arancia. Piani cucina in vetro [caption id="attachment_23406" align="alignnone" width="622"] Cucina Artematica di Valcucine con piano da lavoro in vetro[/caption] Negli ultimi anni i piani da lavoro in vetro sono molto di moda, forse perché sono ideali in ambienti moderni e in cucine di tutte le dimensioni. I top in vetro sono resistenti al calore, non si macchiano facilmente e non essendo il vetro un materiale poroso è una scelta molto igienica. Tra gli aspetti negativi c’è la possibilità della rottura e che le impronte digitali sono molto più visibili, un problema da non sottovalutare se avete dei bambini. Piani cucina in acciaio Chi non ha avuto una serie di elettrodomestici in acciaio inossidabile? Dunque perché non scegliere anche il top della cucina in acciaio inox grazie alla capacità di questo materiale di resistere alle macchie e al calore. Non essendo una superficie porosa, l’acciaio è igienico e facile da pulire ma come il vetro, mostra anche ogni singola impronta digitale. L'acciaio inossidabile può anche essere suscettibile di ammaccature e graffi. Piani cucina in pietra lavica La scelta di realizzare i top della cucina in pietra lavica sta riscuotendo molto successo nell’ultimo periodo. I piani da lavoro in pietra lavica sono quasi impermeabile alle macchie, al calore e ai graffi. Ma poiché è una scelta “all’ultima moda” è una delle opzioni più costose. Piani cucina in corian [caption id="attachment_21894" align="alignnone" width="622"] In cucina, gli arredi sono realizzati su misura, su disegno di Studio Archline, con ante complanari scorrevoli entranti e a battente e con piano in corian; l’isola centrale operativa è il modello Convivium di Arclinea; pavimenti in gres di Mutina e resina[/caption] Il corian è un materiale ricavato da una sapiente miscela di minerali naturali, pigmenti e polimeri acrilici, brevettata daDuPont più di trenta anni fa e che, ancora oggi, ricopre una posizione di prestigio tra i diversi materiali per superfici solide. Il corian ha straordinarie proprietà di resistenza e di flessibilità e può essere plasmato per realizzare le forme più diverse e particolari, adattandosi perfettamente, grazie anche alla vasta gamma di colori e finiture disponibili, sia agli ambienti classici che a quelli moderni.  Proprio per questi motivi il corian è uno dei materiali più diffusi per i piani da cucina, grazie all'eccellente resistenza a macchie e abrasioni unita ad un'estrema facilità di pulizia. Il top in corian, infatti, essendo liscio, è privo di fessure e porosità nelle quali potrebbe raccogliersi lo sporco. Leggi anche: Come pulire la cucina  
CONDIVIDI
Segui Leonardo su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv