Come rendere più spazioso un bagno piccolo
Come arredare una cucina rustica
Come arredare una cucina piccola, di dimensioni ridotte

Come arredare una cucina piccola: ecco dei suggerimenti per gli spazi di piccole dimensioni che possono essere stimolanti più di quelli grandi.

Parole d'ordine per una cucina perfetta: stile e funzionalità !

Alpes Inox - Liberi in cucina

In una cucina dagli spazi limitati non è possibile convogliare più funzionalità, ad esempio lo spazio per far fare i compiti ai bambini, la lavatrice e tutti gli accessori ed elettrodomestici per cucinare.
A meno che non mangiate sempre fuori casa  il compito principale della cucina è poter cucinare.  Quindi attenzione alla funzione primaria, avendo cura di avere gli apparecchi essenziali e gli spazi di lavoro di cui si ha bisogno.

Alpes Inox - Liberi in cucina

Potreste essere in grado di salvare un po 'di spazio utilizzando elettrodomestici di nuova generazione realizzati in scala ridotta, compreso il frigorifero e cassetti freezer, il forno a microonde e un piano cottura a due fuochi. La funzioni sono tutte lì, senza occupare tutta la metratura della cucina!

Se il piano da lavoro è un extra, prendere in considerazione un'isola in scala ridotta o un carrello che può essere riposto a seconda delle occasioni in un armadio.
Per quanto riguarda lo stile, puntate alle linee pulite contemporanee, realizzate uno schema semplice e preferibilmente monocromatico.

Leggi gli altri consigli per arredare una cucina piccola

Come arredare la cucina: idee e tendenze

Come arredare una cucina piccola - Spazi aperti

Come arredare una cucina piccola - Mescolare i materiali
Come arredare una cucina piccola - La luce e gli spazi
Come arredare una cucina piccola - Il pavimento da scegliere

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Come arredare casa

In casa lo spazio non basta mai e gli occhi cadono sempre in alto, con la speranza di poter realizzare un soppalco. Sul soppalco si possono ricavare delle piccole camere da letto oppure una zona di studio o lavoro. Ma prima di arredarlo,  capiamo quando è possibile realizzare un soppalco. Realizzare un soppalco: regole e norme [caption id="attachment_25774" align="alignnone" width="622"] Grazie al soffitto alto della stanza, si è realizzato un soppalco per una camera da letto/studio sopra la cucina. Il soppalco può essere chiuso da uno schermo in policarbonato traslucido[/caption] Il soppalco abitabile è definito in termini di legge come “soppalco con permanenza di persone” e si tratta di una zona rialzata in un secondo momento rispetto al livello del resto dell’appartamento, calpestabile da persone comodamente in piedi. Le regole e le misure stabilite dalla legge per la realizzazione di un soppalco cambiano a seconda del Regolamento Edilizio e di Igiene del proprio Comune di residenza, ma in linea generale esse sono: altezza minima del locale da soppalcare: che deve essere di almeno 430-440 cm; le altezze sopra e sotto il soppalco quindi non possono essere inferiori a 210 cm, soletta compresa. superficie soppalcata: non deve essere superiore a 1/3 della superficie del locale, ma può arrivare fino a metà della superficie del locale quando le altezze sopra e sotto il soppalco raggiungono i 220 cm. altezza della zona sottostante: deve essere di almeno 240 nel caso la si voglia attrezzare come bagno o come cucina (mantenendo sempre però i 210 cm minimi nella parte superiore). superficie finestrata: non deve essere inferiore a 1/8 della superficie del locale soppalcato La documentazione del progetto va presentata all’Ufficio Tecnico del proprio Comune da parte di un professionista (ingegnere, architetto o geometra). Una volta ultimati i lavori, questi vanno documentati all’Ufficio del Catasto, poiché aumenta la superficie calpestabile e quindi la metratura dell’appartamento. Inoltre per realizzare il soppalco non è necessario chiedere l’autorizzazione all’assemblea condominiale.Per evitare però successive contestazioni da parte di vicini, è consigliabile depositare presso l’Amministratore la documentazione relativa ai permessi comunali ottenuti e la perizia del professionista che ha realizzato il soppalco. Come arredare il soppalco In un soppalco si possono realizzare tante cose: una camera da letto, uno studio, una piccola cabina armadio. Nella foto, un originale esempio di come si possano rompere gli schemi: i proprietari di questa casa in Francia hanno invertito le funzioni, posizionando nel living il letto (che può essere nascosto dalle tende) e sul soppalco un piccolo soggiorno. Arredare il soppalco con una camera da letto [caption id="attachment_25775" align="alignnone" width="622"] Zona soppalco con camera da letto[/caption] È una delle soluzioni più utilizzate per chi ha una casa piccola, realizzare sul soppalco una piccola camera da letto.  L'ambiente risulta grande e moderno e si conserva tutta l'intimità della zona notte in uno spazio indipendente. [caption id="attachment_25776" align="alignnone" width="622"] Una piccola camera da letto sul soppalco[/caption] Arredare il soppalco con uno studio [caption id="attachment_25777" align="alignnone" width="622"] Arredare un soppalco realizzando uno studio[/caption] Per chi non ha troppi problemi di spazio, creare una piccola zona studio sul soppalco è una scelta molto funzionale. Si può creare un angolo lettura, una piccola biblioteca, una postazione di lavoro o semplicemente una zona per dedicarsi a dei progetti. [caption id="attachment_25778" align="alignnone" width="622"] Un soppalco di una grande casa moderna[/caption] Una cabina armadio nel soppalco [caption id="attachment_25780" align="alignnone" width="622"] Arredare il soppalco come una piccola alcova o una cabina armadio[/caption] Il soppalco, o se avete la fortuna di avere una soffitta, può essere trasformato in una piccola alcova o anche una piccola cameretta per i bambini. Avete poco spazio per scarpiere e per sistemare gli abiti? Tutto in soppalco! Il pavimento per il soppalco [caption id="attachment_25781" align="alignnone" width="622"] Un living con il soppalco in vetro[/caption] Il classico soppalco in legno è passato di moda anche perchè viviamo in case sempre più moderne. La tendenza punta alla realizzazione di soppalchi che utilizzano il  vetro sia per la zona calpestabile che come parete. Ci sono progetti molto arditi in questo senso e vi mostriamo una casa a doppia altezza costruita proprio come una scatola di cristallo. [caption id="attachment_25782" align="alignnone" width="650"] Una casa concepita come una scatola di cristallo[/caption] Scopri il progetto di questa casa
CONDIVIDI

Come arredare casa

Il tipo di illuminazione in una cucina moderna è fondamentale, sia per valorizzare l'ambiente, sia per aumentare la funzionalità della cucina. Possiamo scegliere tra diversi tipi di illuminazione: quella funzionale vicino ai piani di lavoro  l'illuminazione decorativa, ad esempio sopra il tavolo  l'illuminazione ambientale per dare luce a tutta la cucina. Ecco qualche consiglio per creare in cucina la giusta atmosfera. Come illuminare la cucina [caption id="attachment_24096" align="alignnone" width="622"] Cucina Icon di Ernestomeda[/caption] Per avere una cucina ben illuminata bisogna puntare su un equilibrato mix di luci per i piani da lavoro (sopra o sotto i piani e pensili e sopra i fornelli) e un'illuminazione ambientale. Se si sceglie di illuminare solo l'ambiente, vi sentirete come un grosso riflettore su di voi e cucinerete al buio. Il segreto è trovare il mix giusto di luci. L'illuminazione funzionale della cucina [caption id="attachment_19771" align="alignnone" width="622"] Cucina dal design essenziale e compatto, reinterpreta la linearità delle cucine senza maniglia in maniera originale.[/caption] Illuminare le zone di lavoro in cucina è una delle componenti più importanti, in quanto è la luce che permette di vedere durante la cottura o la lettura di ricette. Questo tipo di illuminazione deve essere ovunque si sta preparando il cibo.  Una luce brillante sopra il lavello della cucina che opera con un proprio interruttore è certamente una buona idea. Si dovrebbe anche prendere in considerazione l'illuminazione delle cucine ad isola, degli armadi così come nella dispensa. Alcuni modelli di cucina includono luci negli armadi sia sopra che nei profili internamente. Come illuminare la cucina e la zona living [caption id="attachment_19228" align="alignnone" width="622"] Lube: cucina Gallery[/caption] L'illuminazione ambientale crea quella sensazione intima e accogliente di una cucina e si posiziona sopra l'isola e vicino ai controsoffitti. Con le planimetrie aperte di oggi inoltre, dove la cucina è aperta sul soggiorno, l'illuminazione ambiente è ancora più importante. Visto che a nessuno piace mangiare con un'illuminazione troppo brillante, il consiglio è di usare un'illuminazione regolabile che consente di abbassare le luci, oppure lampade a sospensione e applique e plafoniere da incasso. Faretti e luci interne [caption id="attachment_14244" align="alignnone" width="622"] Princess di Castagna Cucine[/caption] L'illuminazione a led in cucina offre tutto lo spazio un look pulito e moderno.  Illuminazione decorativa della cucina [caption id="attachment_15403" align="alignnone" width="622"] Lampada Zettel’z di Ingo Maurer in edizione limitata; piatti in ceramica locale decorati a mano di Enza Fasano; cucina in acciaio inox realizzata su disegno[/caption] Per illuminazione decorativa della cucina si intende un bellissimo lampadario classico, applique o lampada a sospensione, che mette in evidenza il carattere della cucina. Questo è un modo perfetto per impostare il look della vostra cucina, dal moderno al rustico al retrò. Leggi anche: Come scegliere le luci in cucina Come ristrutturare la cucina Colori cucina: idee per rinnovare i colori    
CONDIVIDI

Come arredare casa

Bianco, grigio, beige e i colori neutri in generale, sono spesso associati allo stile minimal, ma in realtà anche nei progetti in cui si punta sulla luminosità e in particolar modo negli ambienti piccoli, arredare con i colori chiari è una scelta ideale. Ecco un interessante esempio di una casa sulle colline torinesi, valorizzata dalla semplicità dei colori quali cioccolato, cipria chiaro e bianco. Per sottolineare l'eleganza degli ambienti si è giocato tra i colori caldi del legno e un arredamento che punta su un mix di stile classico e moderno. A connotare la zona giorno il tappeto artigianale della Sardegna e il divano su misura in una tonalità tra il cioccolato e il viola, con profili bianchi:  una scelta originale rispetto al prevedibile divano in total white. Complementari ai colori del divano, l'abbinamento delle sedute bianche con i profili scuri, che fanno da cornice al tavolo in legno e cristallo - " The Secret Home" by Giorgia Mirabella -  creato per il cliente. Cuscini e sedie rivestite, studiate appositamente per l'appartamento con tessuti misti lino/cotone. Un ambiente elegante e classico ma anche nel segno della modernità grazie alla libreria firmata Lema studiata per inserire l'argenteria e servizi da tavola e per ricreare una zona bar. Interior designer: Giorgia Mirabella Foto di Alessia Micheletti
CONDIVIDI
Segui Leonardo su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv