Progettare l'efficienza Viessmann – Grande successo dei primi 5 incontri
Mostra 'Il Palazzo della Farnesina e le sue collezioni' fino al 4 settembre 2011
Come arredare la camera da letto: stili e tendenze

Come arredare la camera da letto moderna ? Partiamo dal presupposto che la camera da letto è diventata un rifugio quando si torna a casa, è un luogo per sentirsi tranquilli e sereni. Le ultime tendenze tengono conto di questo aspetto, per cui la camera da letto si è trasformata in un vero rifugio, in una zona per il relax.

GUARDA LA PHOTOGALLERY CON LE CAMERE DA LETTO 2014

Camera da letto moderna: idee e tendenze

A firma di Jean Marie Massaud, un letto imbottito dalle linee semplici e con un morbido rivestimento. La nota cromatica nella testata dà carattere all’intera composizione, cui si abbinano, dello stesso marchio, contenitori, materassi, guanciali e complementi.

Oggi più che mai la camera da letto moderna sta diventando un ambiente sempre più spazioso. Si tende infatti, a destinare alla camera da letto una delle stanze più ampie della casa affinchè possano realizzarsi all’interno delle cabine armadio e dei bagni a vista con delle vasche da bagno, insomma una camera da letto quasi come una suite di un hotel.

La tendenza è a creare una zona notte, non una semplice camera da letto, e nei progetti di case a più livelli, quando si progetta la zona notte, si tende ad includere anche delle zone collegate alla camera da letto che fungono da aree relax e possono contenere un camino o possono essere delle zone dedicate all'allenamento quotidiano.

Il loft dei sogni - Bagno e camera da letto

Anche per quanto riguarda il bagno padronale, la tendenza è a creare un unico grande ambiente e non due stanze separate, in cui lavabi e vasca da bagno o doccia siano a vista, mentre gli igienici sono contenuti in una piccola stanza.

Arredare la camera da letto moderna come una suite

La camera da letto moderna è un luogo in cui rifugiarsi, per cui nella scelta dei colori delle pareti, meglio optare per toni caldi.

Nella camera da letto moderna sono utilizzati molto i parati

Molto utilizzata anche la carta da parati, che rende l’ambiente più intimo e personalizzato. Da non sottovalutare anche l'illuminazione nella camera da letto che è fondamentale per esprimere il concetto del comfort.

Come arredare la camera da letto moderna: stili

Una camera da letto moderna di un loft a New York

Sono finiti i tempi di pizzi, merletti e fronzoli, oggi la tendenza è verso complementi in lino bianco, seta grezza e tessuti naturali. In questo scenario da suite, non è più di moda rifare il letto coprendo i cuscini con il copriletto. Meglio lasciare il copriletto abbassato per scoprire la biancheria del letto.

Le alte testiere imbottite, ora sono sostituite da testiere in legno naturale.

Per il pavimento la scelta consigliata è il parquet, magari nei toni scuri, e un tappeto moderno completerà l’arredamento della stanza. Se ci si vuole ispirare proprio in tutto ad una suite di un hotel, allora perché non aggiungere un mini-bar, e da non dimenticare mai un impianto per la musica.

Alle pareti della camera da letto, una boiserie in abete naturale spazzolato e impregnato con oli naturali. Accanto al letto di Gervasoni, la lampada Parentesi di Artemide. Vasca su disegno dei progettisti, realizzata in muratura e rivestita in resina by Rezina.

La camera da letto come un salotto privato in cui dedicarsi al relax e alla meditazione.

GUARDA LA FOTO GALLERY CON LE IDEE PER LA CAMERA DA LETTO

LEGGI COME ARREDARE LA CAMERA DA LETTO MODERNA

 

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Come arredare casa

I rivestimenti per la cucina sono una scelta essenziale, sia per dare carattere all'ambiente, sia per la funzionalità. I rivestimenti ideali per una cucina moderna sono quelli che rendono il suo utilizzo e la sua pulizia quotidiana sempre più semplice. Scopriamo le ultime novità sui rivestimenti per le pareti, il pavimento, fino al top della cucina. [ltGallery id="14341"]Rivestimenti per la cucina: le novità 2015[/ltGallery] Rivestimenti per la cucina: il pavimento [caption id="attachment_14348" align="alignnone" width="653"] Esito di un processo produttivo a ciclo chiuso che impiega un 25% di materiale riciclato, un pavimento in gres fine porcellanato colorato in massa che riproduce le venature e le calde tonalità del legno. Formato: 30x120 cm. Spessore: 10,5 mm.[/caption] Il pavimento della cucina deve rispettare soprattutto il criterio della praticità e della pulizia. In cucina l'ideale è il gres porcellanato che con le sue mille soluzioni può creare continuità con il resto del pavimento della casa, pensiamo ad esempio al parquet. Poi ci sono i pavimenti in cotto adatti soprattutto per cucine in muratura e cucine rustiche. [caption id="attachment_31164" align="alignnone" width="622"] La graniglia di marmo è esaltata al massimo grazie al connubio vincente di eccellenza artigianale e qualità industriale. Utilizzando l’antica tecnica del colaggio in stampi con divisionali in bronzo, dall’impasto di acqua, grani e polvere di marmo, cemento e ossidi coloranti prendono vita i decori, creando ogni volta pezzi unici. Formato: 20x20 cm.[/caption] Una scelta molto di tendenza in questo momento sono le cementine, non solo quelle recuperate in una cucina antica, ma anche nuove. I pavimenti in resina a lungo andare a contatto con l'acqua possono deteriorarsi ma alcune aziende producono anche agglomerati di resine ideali proprio in cucina. Il parquet non è consigliato in cucina, se non altro per i lavaggi e i graffi. L'unico tipo di parquet più resistente è quello industriale trattato. [caption id="attachment_32770" align="alignnone" width="622"] Parquet industriale trattato[/caption] Rivestimenti per la cucina: le pareti [caption id="attachment_14347" align="alignnone" width="622"] Formato 25x75 cm, superfici lucide e decori materici per questa collezione di rivestimenti in pasta bianca, disponibili nelle nuance Tabacco, Sabbia, Buganvilla, Glicine, Bianco e Azzurro.[/caption] Per un lungo periodo in cucina si è fatta tabula rasa di rivestimenti, preferendo pareti colorate e vernici lavabili. Oggi in cucina si può davvero spaziare con la fantasia, grazie alle tante soluzioni dei rivestimenti. Ci sono i rivestimenti in pasta bianca, le tante fantasie del gres porcellanato, la vernice lavagna oppure delle carte da parati molto divertenti, magari da applicare solo su una parete. Rivestimenti per la cucina: il top C'è stato un tempo in cui il granito sembrava essere l’unico materiale per il top della cucina. Da qualche anno la scelta dei materiali per i piani della cucina si è ampliata e i designer sperimentano sempre nuove soluzioni con corian, acciaio e cemento. I top in cemento sono tra le scelte più in voga in questo momento. Questi piani da lavoro sono resistenti, antigraffio e resistenti al calore (se si sigilla in modo corretto). I top in vetro sono resistenti al calore, non si macchiano facilmente e non essendo il vetro un materiale poroso è una scelta molto igienica. I top in acciaio sono resistenti alle macchie e al calore. Non essendo una superficie porosa, l’acciaio è igienico e facile da pulire ma come il vetro, mostra anche ogni singola impronta digitale. ll corian ha straordinarie proprietà di resistenza e di flessibilità e può essere plasmato per realizzare le forme più diverse e particolari, adattandosi perfettamente, grazie anche alla vasta gamma di colori e finiture disponibili, sia agli ambienti classici che a quelli moderni. Leggi anche:  Rivestimenti per la casa Pavimenti in marmo
CONDIVIDI

Come arredare casa

Il salotto sembra oramai un concetto superato. Da anni si parla di living, una zona in cui si cucina, si conversa con gli amici, si guarda la tv. Un cambiamento, quello dal salotto al living, non solo per una questione di tendenza ma anche per l'ottimizzazione degli spazi: per chi non ha molti mq a disposizione, meglio puntare su un grande e spazioso ambiente piuttosto che rimpicciolire le stanze per dare spazio al salotto. Il salotto inteso come zona di rappresentanza in cui una volta si ricevono gli ospiti, arredato in stile classico e un po' pomposo è un concetto sorpassato. Il salotto moderno è uno spazio arredato con oggetti cult del design in cui i padroni di casa si rilassano ed è l'ambiente perfetto per trascorrere una serata con gli amici. Come arredare il salotto moderno Per chi ama il concetto di salotto, la prima cosa è abbandonare la contaminazione con la cucina. La zona pranzo sarà ricavata in un'altra stanza adiacente al salotto e la cucina sarà vicina al salotto e volendo anche di piccole dimensioni. Il salotto diventerà uno scrigno prezioso di complementi di arredo e pezzi design, che esprimono il vostro gusto e stile. Molto importante la posizione del divano. Ricordatevi di creare uno "spazio conversazione" e non di posizionare semplicemente il divano davanti la tv. Perfetti i divani angolari abbinati a sedute vintage . Librerie e pareti attrezzate sono essenziali, ma in un salotto andranno riempite o con tutti i vostri libri preferiti oppure intervallando libri con complementi di arredo particolari. Altro elemento essenziale in un salotto moderno è l'illuminazione. Essenziali le lampade da terra per creare l'atmosfera ma c'è bisogno anche di illuminazione a parete e dall'alto per dare luminosità quando è sera e ricevete gli amici. In un salotto sono essenziali anche i tappeti che scadano l'atmosfera, connotano lo stile del salotto e proteggono anche il pavimento... Infine un piccolo consiglio: non riempite il divano di cuscini perché quando si ricevono degli ospiti sono sempre un po' di intralcio e date un posto dove far poggiare le borse alle signore. Nulla di più scomodo della borsa sul divano!
CONDIVIDI

Come arredare casa

Per chi ha tanto spazio e ama cucinare, la nuova tendenza in cucina è l’open space e la contaminazione di spazi fatti di penisole, banconi e pensili a giorno da collocare in ambienti luminosi e senza pareti. [caption id="attachment_19213" align="alignnone" width="622"] Una cucina Creo[/caption] Per rispondere a questo nuovo gusto estetico e funzionale, molte aziende hanno creato innovativi sistemi cucina capaci di interagire con lo spazio circostante. [caption id="attachment_21714" align="alignnone" width="622"] Una proposta di Varenna[/caption] Varenna, ad esempio, propone una grande isola centrale dotata di ampi cestoni estraibili e con un grande piano lavoro. Da un lato, si concentrano l’angolo cottura e l’area lavaggio, dall’altro il bancone si trasforma in un comodo tavolo “snack”. [caption id="attachment_14264" align="alignnone" width="653"] Diciannove nuove cromie e un’inedita collezione di finiture per questa cucina dal concept grintoso, con linee pulite e ante in polimero lucido o opaco, in finitura legno o colorato.[/caption] La contaminazione tra gli ambienti cucina e giorno è resa evidente anche dal programma Replay NEXT di Stosa Cucine che  vede l’utilizzo di boiserie e pensili a giorno proprio in un prolungamento ideale degli spazi. [caption id="attachment_19224" align="alignnone" width="800"] Versione HEAD oak miele, bianco neve e salvia[/caption] Ci sono poi aziende come Lube, che hanno fatto della cucina open space un vero e proprio concept dell'azienda. Come per la cucina Immagina, pensata per un living che ruota appunto attorno la cucina. GUARDA LA PHOTOGALLERY CON LE CUCINE OPEN SPACE  
CONDIVIDI
Segui Leonardo su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv