alice lifestyle leonardo marcopolo

Dentro e fuori: i nuovi arredi di design all’aria aperta, da utilizzare anche in interni durante l’inverno.

Aria di primavera, si comincia a pensare all’outdoor. Ecco le idee per rinnovare il giardino e il terrazzo.

Arredamento per outdoor

Cleo di Talenti

Marco Acerbis firma la collezione Cleo di Talenti, una vasta famiglia di prodotti nella quale il volume e il rigore del divano modulare lasciano spazio alla morbidezza del divano Love Seat, in foto, un due posti con struttura in teak, imbottitura in quick dry foam e cuscineria in tessuto sfoderabile. Misure: 160x80x75 cm di altezza.

Arredi design

Poltroncina Solid di Manutti

Affascinato dal teak, imbattibile quanto a durevolezza, Lionel Doyen firma per Manutti la poltroncina Solid, sintesi tra lavorazione artigianale e innovazione tecnologica nella produzione digitale applicata al massello. Impilabile, è disponibile in due finiture: teak naturale e verniciata nera.

Arredamento outdoor

Sistema di sedute Tami firmato da Patrick Norguet per Emu

È un progetto studiato nei minimi dettagli, il sistema di sedute Tami firmato da Patrick Norguet per Emu, con basamento formato da due speciali profili in alluminio e acciaio inox, pensati per consentire il montaggio delle doghe tramite sistema ad incastro. Le doghe sono in bamboo Wpc, composito di legno e fibre di bamboo riciclato, ecosostenibile e resistente. Dettagli in nylon
stampato consentono di assemblare schienali e braccioli, in polipropilene Outdoor Limonta con fodera interna in cotone idrorepellente.

Arredamento outdoor

Jujube D-A di Chairs&More

A firma di 4p1b Design Studio, Jujube D-A di Chairs&More è una gamma di sedute, divani e poltrone con struttura in acciaio verniciato a polveri caratterizzata dallo schienale in metallo leggero e
avvolgente. L’ampia gamma di finiture ne facilita la collocazione anche in contesti domestici.

Arredamento outdoor

Sistema modulare Quadrado di Minotti

Sono il carabottino, il grigliato in teak utilizzato nella nautica per agevolare il deflusso dell’acqua, e l’architettura giapponese degli anni ’50 e ’60 ad aver ispirato il sistema modulare Quadrado firmato per Minotti da Marcio Kogan dello Studio MK27.
Lo compongono piattaforme sospese che accolgono cuscini sorretti da schienali in fibra intrecciata. Le sedute sono intervallate da piani in legno corredati da vassoi o portacandeledomestici.

di Eloise Farnesi

Nessun contenuto correlato.

Share This