Come arredare un loft
Come arredare una cucina piccola – Il pavimento da scegliere
Arredare un monolocale: i 10 consigli per ottimizzare gli spazi con stile

Come arredare un monolocale? Anche se una casa è di modeste dimesioni non significa che non possa essere arredata con stile, anzi è proprio in un monolocale che si può esprimere ancora di più uno stile. Un monolocale va considerato come uno scrigno prezioso ed ecco allora alcuni "trucchi del mestiere" per far sì che gli spazi vengano tutti sfruttati al meglio e che l'abiente appaia più ampio di quanto non sia in realtà.

Innanzitutto, cominciate a pensare al vostro monolocale come alla camera o alla "junior suite" di un grande albergo e ricordatevi sempre che non esistono piccoli spazi, ma soltanto piccole idee.
E poi ecco per voi i nostri10 consigli utili:

Come arredare un monolocale

  1. Puntare sulle tende : le tende aggiungono un tocco di teatralità e creano una sensazione confortevole. Fissatele dal pavimento al soffitto per creare altezza. Si può anche utilizzare una cornice per nascondere la bacchetta sulla quale scorre la tenda
  2. Trasperenze: tavoli e sedie in policarbonato e i piani di vetro in genere danno l'impressione di apertura.
  3. L'illuminazione del monolocale: aggiungere luce dall'alto, dal basso e intorno, serve a creare attenzione e sensazione di spazio in un particolare punto della casa. Sono il modo più sorprendente di far sentire una casa calda e accogliente. L'utilizzo di diverse lampade in tutto uno spazio crea una calda luce nell'ambiente. Una cosa importante è ricordarsi di installare un dimmer, o varialuce, per controllare la potenza delle luci stesse, e creare effetti di luce. Abbassare le luci e concentrarle in un punto, dà l'illusione di ampliamento dello spazio.
  4. Rispettare le proporzioni: uno spazio piccolo ha bisogno di elementi di arredo altrettanto piccoli. E' tutta una questione di scale e proporzioni. I monolocali sembrano più grandi se i mobili al suo interno sono quelli in cui gli arredi sono commisurati agli spazi.
  5. Un po' di curve: poiché la maggior parte dei monolocali hanno una forma squadrata, è divertente aggiungere un po' di curve. Ad esempio, si possono aggiungere tavoli rotondi, sedie e tappeti curvati o decorati.
  6. Arredare con tappeti: un tappeto leggero può aprire la tua stanza e farla apparire più grande. Se il vostro appartamento è arredato nei toni scuri, illuminate gli spazi con un tappeto in una tonalità più chiara.
  7. Priorità:  anche i monolocali  hanno alcuni limiti, è necessario dunque capire le priorità e arredare di conseguenza. Alcune persone hanno bisogno di un'area studio, ma non una zona pranzo. Altre persone vogliono una zona soggiorno e preferiscono un letto a scomparsa. Il suggerimento è quindi quello di arredare in funzione delle proprie esigenze e non pensare a ciò dovrebbe essere in una casa classica.
  8. Arredare a strati: contrariamente a quanto si potrebbe pensare, i monolocali devono essere arredati anche con i tessuti.  Mix di colori, stampe e cuscini donano un aspetto più arioso.
  9. Mensole e scaffali: una soluzione salvaspazio è l'utilizzo di scaffali ovunque vi sia spazio. Una scaffalatura è perfetta per riporre libri e oggetti di vario genere, e danno un aspetto elegante e contemporaneo.
  10. Ponderare bene le scelte: non fate scelte istintive quando scegliete l'arredamento per un monolocale, valutate bene spazi e ciò che veramente vi occorre. Domiteci su insomma !

 

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Come arredare casa

Pitturare casa  è uno dei modi più economici e più semplici per dare alla casa un nuovo look e renderla uno spazio personalizzato. Dipingere le pareti di casa è una soluzione perfetta soprattutto per personalizzare una casa in affitto e se siete anche abbastanza fortunati da avere un padrone di casa che non vi farà obiezioni nel pitturare casa. Ecco delle idee per pitturare casa, alcune tecniche per  “pitturare casa fai da te” e i colori ideali per dipingere le pareti di casa. Come pitturare casa Scegliete un “tema di colore” per l'intero appartamento e declinatelo da una stanza all'altra. Questo non significa necessariamente utilizzare gli stessi colori in ogni stanza, ma piuttosto scegliere i colori per ogni stanza che hanno la stessa luminosità o intensità. Un tema unificato farà apparire la vostra casa come una progressione di colori e non una progressione di camere con colori disconnessi. Uno dei modi più semplici per scegliere un tema di colori è quello di andare da un produttore di vernici, trovare un colore che piace e lavorare con i colori della stessa collezione. Idee per pitturare casa Quando si lavora in un piccolo spazio come un appartamento o una casa piccola, i tocchi di colore hanno un grande impatto. Dipingere solo una parete di una stanza con un colore forte, aggiunge un tocco di grinta in all’ambiente. Basta pitturare tre pareti della stanza con un colore morbido o neutro, e poi scegliere un colore deciso e luminoso per la quarta parete.  Si può anche invertire lo schema – tre pareti con un colore ricco e una parete con un colore chiaro, per dare magari risalto ad un mobile della parete chiara. Altre idee per pitturare casa è utilizzare i colori in modo inaspettato, ad esempio con una striscia colorata lungo la lunghezza di un corridoio o in verticale. I colori per pitturare casa Utilizzate la vernice per aggiungere profondità, accentuare le caratteristiche di una stanza o semplicemente sorprendere l'occhio. Ma ogni ambiente ha il suo colore ideale e soprattutto ogni colore ha un suo significato. Ad esempio colori come giallo e arancione sono ideali per dipingere le pareti del bagno, oppure per un soggiorno piccolo. Queste tonalità calde, stimolano l'attività mentale aumentando l'apporto di ossigeno al cervello e fanno sentire rinvigoriti e “pronti all’azione”. Dipingere le pareti di rosso è indicato soprattutto negli ambienti classici. Dipingere una parete di "rosso pompeiano" enfatizza la classicità della casa ma nello stesso tempo dona carattere e carisma. È un colore perfetto per dipingere una parete del salotto. Per pitturare le pareti della cucina, bisogna necessariamente abbinarle ai mobili ma se parliamo di un ambiente neutro, potete allora dare carattere alla cucina pitturando una parete con una tonalità squillante. Come pitturare casa fai da te Pitturare casa con il colore preferito sicuramente renderà la vostra casa unica e personalizzata e poi che soddisfazione se a pitturare casa siamo proprio noi. Ecco qualche consiglio sulle pitturare casa fai da te. Dopo aver ricoperto tutti i mobili vi servono scala e rullo o pennello. Le principali differenze sono: con il rullo si fa più presto e si ottiene una superficie “a buccia d'arancia”. con il pennello si raggiungono più facilmente gli angoli e si evitano le striature. Sul piano pratico si tratta di una scelta del tutto personale e anche tra i decoratori di professione ci sono sostenitori dell'una o dell'altra soluzione. Per la scelta della pittura, potete utilizzare: Tempera. È la più economica ma poco resistente nel tempo e tende a sfogliare e sfarinare; ha un basso potere coprente per cui richiede più di altre l'utilizzo di un fissativo. Idropittura lavabile. È una pittura di alta qualità, non sfoglia non screpola e non sfarina; è molto coprente e ha una buona resistenza nel tempo. L'idrorepellenza che la caratterizza consente di pulire eventuali macchie con un panno umido senza intaccare la pittura. E' indicata per ambienti interni come camere e soggiorni. Idropittura traspirante. La qualità è la stessa della precedente da cui differisce per l'estrema permeabilità che lascia traspirare le pareti senza trattenere l'umidità risolvendo anche il problema della condensa. E' indicata per locali come il bagno e la cucina. Idropittura al quarzo. È un rivestimento murale plastico: grazie alla sua composizione risulta estremamente flessibile quindi non screpola ed è molto resistente nel tempo anche in condizioni ambientali critiche. E' indicata per locali come il bagno e la cucina.  GUARDA LA PHOTOGALLERY SU COME PITTURARE LE PARETI DI CASA
CONDIVIDI

Come arredare casa

La cucina in muratura, ha origini lontane, quando la cucina era il centro della casa e della famiglia. Anche oggi la cucina è altrettanto importante in casa ma oltre alla funzionalità si ricerca anche un’estetica moderna. Nelle cucine in muratura moderne, sono utilizzate pietre bianche, grigie e colorate.  Sportelli in legno, giochi di luce e tanti dettagli country chic, creano un'atmosfera di armonia e di prestigio. Le cucine in muratura rustiche Gli elementi principali di una classica cucina in muratura sono ad esempio la cappa e le nicchie, le grandi dispense e la canna fumaria oltre a complementi d'arredo emblematici come le credenze. Le cucine in muratura rustiche sono caratterizzate da armadi fissati in nicchie in muratura, porte in legno massello e cassetti, con cerniere a scomparsa, più belle e più funzionali. I lavelli delle cucine in muratura sono generalmente in pietra, quindi infrangibili e rimandano a quel fascino rurale che rende le cucine in muratura uniche nel loro genere. Cappe in ferro, rame o in muratura rendono le cucine in muratura davvero affascinanti anche in tempi di cucine modernissime. Le cucine in muratura moderne Le cucine in muratura moderne, fanno convivere il fascino del passato con il comfort e la funzionalità moderna. Lo stile classico rimane, ma con molte varianti. Le aziende produttrici di cucine infatti, forniscono una vasta gamma di finiture e di personalizzazione. Lo stile provenzale delle classiche cucine in muratura rustiche, è reso più moderno da arredi vintage, accessori per la cucina dal design moderno e addirittura anche le moderne cucine in alluminio possono inserirsi in strutture in muratura. Anche nelle cucine moderne in muratura, i colori sono rimasti quelli classici dello stile provenzale, quindi tutte le tonalità neutre del legno, abbinate a colori pastello. I prezzi delle cucine in muratura La cucina in muratura non è meno costosa delle cucine moderne ma i costi dipendono ovviamente anche dal tipo di finiture che si sceglie. La cucina in finta muratura, vale a dire realizzata con pannelli di legno e poi rivestita con le piastrelle, è meno costosa di quella con una vera struttura in muratura. Ovviamente sui prezzi della cucina in muratura, incideranno anche gli elettrodomestici ad incasso e il tipo di piastrelle che utilizzerete, se semplici o con decori realizzati a mano. Ricordatevi che la cucina in muratura è come un abito su misura e deve essere eseguito tutto con la massima cura dei dettagli e degli spazi, per cui se c’è da risparmiare non sulla manodopera o sull'azienda che realizzerà la vostra cucina in muratura.  GUARDA LA PHOTOGALLERY CON TUTTE LE  CUCINE IN MURATURA  
CONDIVIDI

Camera da letto

Quando si deve scegliere una cabina armadio, la prima cosa che va presa in considerazione è l'organizzazione dell'ambiente della vostra camera da letto. Il cambio di stagione si avvicina e allora perché non pensare anche ad una cabina armadio. GUARDA LA PHOTOGALLERY  DI TUTTE LE CABINE ARMADIO  Scegliere la cabina armadio: consigli pratici In realtà, bastano pochi minuti per esaminare la camera da letto per scegliere dove posizionare la cabina armadio. Ecco qualche consiglio su come procedere: Dopo aver preso accuratamente tutte le misure, fate una ricerca di tutte le possibilità sul mercato in fatto di cabine armadio, tenendo sempre presenti i colori e lo stile della vostra camera da letto, nel caso in cui sia già ammobiliata. Per contenere la vostra spesa per la cabina armadio prendete attentamente in considerazione la quantità di scaffali e compartimenti di cui avete effettivamente bisogno per organizzare il vostro guardaroba. Pensate alla quantità di capi di abbigliamento di cui disponete e pensate a quanti scaffali o cassetti sono necessari per riporre tutto. A questo punto non resta che concentrarsi sui materiali: dal legno massello ai laminati. Come dicevamo prima, la scelta va coordinata con il resto dell’arredo e con le finiture della vostra camera da letto. Cabina armadio angolare Le possibilità di una cabina armadio sono davvero infinite, potendo comporre la struttura esattamente su misura della vostra stanza e delle vostre esigenze. Ad esempio è possibile creare anche delle cabine armadio angolari chiudendo un angolo della camera da letto oppure semplicemente sfruttando due pareti della stanza. Cabina armadio con ante scorrevoli Tra i vari sistemi per creare una cabina armadio, c'è quella dell'utilizzo delle ante scorrevoli. Un sistema davvero innovativo è Pavilion che nasce da un’idea di Antonio Citterio per TRE-P & TREPiù di creare un sistema di divisori d’ambiente. Oggi Pavilion si evolve dando vita a Pavilion Libro. Le ante scorrevoli possono essere anche con apertura a libro, così da minimizzare gli ingombri e offrire la possibilità di molteplici varianti d’installazione e di idee. Cabina armadio Ikea I prezzi delle cabine armadio variano moltissimo, e incide non soltanto la scelta dei materiali ma anche i mobili contenitori che intendete aggiungere alla vostra cabina armadio dei sogni. Parliamo di strutture componibili su misura, e i prezzi non sono proprio economici. Come sempre ci viene in aiuto Ikea che propone tante varianti per progettare e comporre la vostra cabina armadio dei sogni in base ai vostri spazi. Cabina armadio fai da te È possibile creare una cabina armadio fai da te e lo dimostra la mitica Carrie Bradshaw in "Sex and the City" che ha ricavato una cabina armadio nel suo corridoio. Ma la cabina armadio dei desideri, Carrie la realizza nel film ispirata alla serie. Chi non ricorda la favolosa cabina armadio creata per lei da Mr. Big. Il sogno di ogni donna che si realizza e speriamo anche il vostro !
CONDIVIDI
Segui Leonardo su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv