alice lifestyle leonardo marcopolo

Come arredare una casa piccola con l’arrivo di un bambino.
Oltre alle ansie per il parto e sul futuro, una delle preoccupazioni maggiori per i genitori è preparare la casa per l’arrivo di un neonato.
Meglio fare grandi pulizie e ordine durante la gravidanza – compatibilmente con gli sforzi e lo stato di salute – perché quando arriverà il bambino di certo non si avrà tempo.

Naturalmente, siamo pronti a scommettere che non si riuscirà a fare tutto quello che volete. Ma ecco alcuni modi di organizzarsi ora.

Pulire in profondità bagno e cucina

Certo non è che dovere superare la prova di guanto bianco, ma in una casa piccola e con l’arrivo del neonato, deve essere tutto pulito. Non solo, anche per il vostro relax, è bene che sia tutto in ordine. Ad esempio se il vostro bambino vi lascerà qualche ora per riposare, potreste fare un bagno caldo, senza prima stare a pensare di pulire la vasca da bagno. Naturalmente se si è troppo stanchi per affrontare questi lavori di pulizia in stato di mega-gravidanza (ed è probabile visto che parliamo di poche settimane prima del parto) sarà il caso di assumere qualcuno per fare alla vostra casa una pulizia approfondita.

Acquistare un cordless

Durante i primi giorni dell’arrivo a casa del bambino, riceverete moltissime telefonate di amici e parenti che vorranno farvi gli auguri. E’ assolutamente certo che sarete impegnate in altre faccende con il bambino – dall’allattamento al cambio pannolino – per cui procuratevi un cordless e posizionatelo su un tavolino in salotto insieme al telecomando della tv, il cellulare e una scatola di fazzoletti. Tutto deve essere a portata di mano perché è molto probabile che ne avrete bisogno ad esempio mentre si sta allattando il bambino.

Munirsi di un copri divano

Se il vostro divano è di colore chiaro e rischia di macchiarsi, considerate l’acquisto di un copridivano o di un’altra altra protezione. I rigurgiti del bambini o il latte, potrebbero macchiare il divano e lo stesso vale per i tappeti. Se infatti, possedete dei tappeti preziosi, valutate l’acquisto di uno economico o “da combattimento” da tenere almeno fino al primo anno del bambino, per stare tranquilli in casi di rigurgiti, briciole, e macchie di pappe e omogeneizzati.

Il fasciatoio in una casa piccola

Create una zona per il cambio del bambino munendovi di un fasciatoio impermeabile. Generalmente il fasciatoio si posiziona in bagno o nella camera del bambino. Vi sconsigliamo i fasciatoi con vasca da bagno incorporata: scomodi e soprattutto la vaschetta serve per pochissimi giorni, visto che il bambino cresce e nell’arco di due mesi c’è già bisogno di una vaschetta più grande.
Se avete una casa a due piani, create due zone per il cambio e soprattutto cercate di non cambiare il bambino sul divano o sul letto. E’ quasi certo che prima o poi vi lascerà una “macchia ricordo”, oltre ad essere poco igienico.

Come arredare il bagno con l'arrivo di un bambino

Arredare una casa piccola: il bagno

Preparatevi: perché se avete un bagno minimal e nulla a vista, con l’arrivo del bambino in casa dovrete aggiungere nuovi elementi.
Il fasciatoio ad esempio – se non avete predisposto un mobile fasciatoio nella stanza del bambino – una vaschetta per il bagno e soprattutto cercate di liberare qualche ripiano per pannolini, bagnoschiuma, salviette e creme.

Arredare una casa piccola: la cucina

In cucina sarà utile liberare un ripiano nei vostri pensili per riporre tutte ciò che avete bisogno per l’alimentazione del bambino, come omogeneizzati alla frutta, latte in polvere fino alle pastine per quando arriverà il momento dello svezzamento.
Non solo, cercate di organizzare tutti i ripiani della cucina in modo da avere tutto a portata di mano perché è molto probabile che trascorrerete gran parte del tempo con il bambino in braccio.

La cameretta del bambino

Quanto tempo ad immaginare la stanza del bambino e finalmente è arrivato il momento per arredarla. Al di là delle decorazioni, all’inizio avrete bisogno di poco: un armadio, di una culla e di una cassettiera.

Riguardo la cassettiera,potreste scegliere un modello con fasciatoio incorporato, per poi toglierlo non appena il bambino cresce un po’ e lasciare libero il ripiano.

Culla o lettino ? E’ una delle scelte che genera molti dubbi. Tenete presente che la culla generalmente dura pochi mesi, circa 3, poi si passa al lettino poiché il bambino cresce.
Se preferite acquistare direttamente un lettino, esistono dei riduttori che faranno sentire il vostro bambino in uno spazio più piccolo e accogliente.

 

Share This