alice lifestyle leonardo marcopolo

Arredamento Cucina 2017: le nuove tendenze

Le nuove tendenze per l’arredamento cucina 2017 si concentrano su una cucina a misura delle effettive esigenze, con grandi superfici di lavoro, isole centrali che assecondano la convivialità e vani contenitori a scomparsa, che consentono di mettere in ordine con facilità.

Foto della cucina Ego di Abimis

Cucina Ego di Abimis – Realizzata grazie alle tecnologie sviluppate nella ristorazione professionale, una cucina in acciaio Aisi 304, realizzata su misura in ogni suo dettaglio, dallo spessore delle ante all’organizzazione dei vani. Tra i segni distintivi, l’anta raggiata a filo battente integrata nella struttura, con cerniera, brevettata da Abimis, completamente invisibile.

La cucina è sempre più inglobata nel living o aperta ad esso. Lo sanno bene designer e architetti, alchimisti dello spazio, orientati al raggiungimento della migliore sintesi tra funzionalità ed estetica, alle prese con una crescente richiesta di tecnologie avanzate e con un desiderio diffuso di convivialità.  Si spiega così il trionfo delle soluzioni delle cucine ad isola, che inglobano superficie di lavoro e area pranzo.

Guarda lo speciale sulle cucine con isola

Si collocano in questa dimensione anche le grandi armadiature che racchiudono gli elettrodomestici, i cavi di alimentazione dei dispositivi elettronici e talvolta l’intera zona operativa della cucina, per garantire un rapido riordino. Scompaiono persino le maniglie, sostituite da gole e scanalature che accentuano la pulizia formale dei nuovi progetti.

Arredamento Cucina 2017: i materiali

Foto della Cucina Urban di Siematic

Cucina Urban di Siematic – In foto nel modello Urban/SE 4004E + SE 9009 ES, con superfici in rovere grafite, piani di lavoro in acciaio opaco e in granito nero assoluto strutturato, una cucina caratterizzata dalla forma a elle della zona cottura e lavaggio, che alla sue spalle accoglie uno spazioso piano snack con sedute. L’attrezzatura interna dei cassetti estraibili è stata premiata con il Red Dot Award e con l’If Product Design Award. L’integrazione discreta di tutti gli apparecchi la rende una soluzione perfetta in ambienti aperti al living.

La ricerca sui materiali offre risposte convincenti anche ai più esigenti, che hanno la possibilità di scegliere tra una ricca gamma di essenze in legno o tra materiali altamente performanti, come l’acciaio. Tra i nuovi materiali la finitura fusion che imita il metallo e la biomalta, ecologica e non porosa, che assicura l’igiene.

Un bel mix di materiali lo ritroviamo anche nelle cucine in stile industriale con un’atmosfera tra vintage e contemporaneo.

Scopri l’approfondimento sulle cucine in stile industriale 

Foto della Cucina Blade di ModulNova

Cucina Blade di ModulNova – Un modello architetturale, libero da volumi tradizionali, che si connette al living con continuità e con le grandi ante terra-soffitto senza zoccoli e maniglie, in laccato lucido, associate al blocco operativo con piano snack in legno a forte spessore.

Si aggiornano anche gli elettrodomestici con elevate prestazioni che riducono i consumi e comprimono i tempi di gestione della casa, abbreviando i cicli di lavaggio delle lavastoviglie, prolungando il ciclo di vita dei cibi riposti in frigorifero e adeguando i programmi di cottura ai nuovi lifestyle ispirati a una cucina salutare.

Foto della cucina Easy di Doimo Cucine

Easy di Doimo Cucine – Fresca di restyling, una proposta cucina che soddisfa la richiesta sempre più frequente di integrarla nella zona living, grazie all’ampia modularità delle composizioni e a una vasta gamma di finiture, tra le quali il laccato effetto metallo e i melaminici effetto cemento e legno. In foto, una composizione con finiture in laccato super matt, top in granito nero e lavello in Cristalite Plus, granito antibatterico, resistente ai graffi e facile da pulire. La arricchiscono i moduli a giorno, i pensili e il tavolo.

Foto della Cucina AK04 di Arrital

Cucina AK04 di Arrital – Modello icona che sintetizza lo stile dichiarato dell’azienda friulana, nella nuova versione in acciaio, AK04 si caratterizza per le ante, composte principalmente da un telaio in alluminio estruso brevettato, dotate di maniglia integrata che facilitano l’apertura di pensili e cassetti.

La cucina si integra con il living con un’ampia modularità, design lineare e una vasta gamma di finiture, per soluzioni aperte al living senza fratture.

Foto della Cucina Lab 13 di Aran Cucine

Lab 13 di Aran Cucine. Ergonomia: parola chiave per questo progetto che ha incrementato la capacità di contenimento del 20% grazie a nuovi moduli; che consente di adattare i piani di lavoro all’utilizzatore con zoccoli di diversa altezza e che offre soluzioni inedite di spazio interno per riporre ordinatamente anche i piatti pizza. Oltre 150 le finiture.

Foto della Cucina Opera di Snaidero

Cucina Opera di Snaidero – Premiato con il Good Design Award – il dodicesimo per l’azienda di Majano (Ud) – il progetto firmato da Michele Marcon risponde alle esigenze contemporanee puntando su tecnologia e funzionalità integrate. Sul piano estetico, è possibile scegliere tra molteplici materiali e finiture, dalle superfici in nobilitato ai laminati, dai legni ai laccati lucidi, opachi, micalizzati e metallizzati.

Foto della cucina Cucina Lingotto di Xera

Cucina Lingotto di Xera – Design Daniele Lo Scalzo Moscheri per questa cucina di connotazione vintage, con finitura brunita ottone, applicata manualmente alle ante in acciaio, e con angoli arrotondati. La completano il top in pietra Kaesar Brown, i piani sovra top e il tavolo, che ruota attorno a un perno, in essenza di eucalipto

Foto della cucina "Obliqua" di Ernesto Meda

Cucina Obliqua di Ernesto Meda – È la sagomatura a taglio di ante e top a dare il nome a questo progetto lineare, caratterizzato dalla continuità cromatica di top, gole, ante e zoccoli, disponibili in finiture innovative ome il FenixNTM™ e la biomalta. È possibile annettere all’ampio piano di lavoro il tavolo, con piano realizzato in legni massello Deluxe, provenienti da traversine ferroviarie inutilizzate.

Arredamento Cucine 2017: la tradizione

La convivialità si esprime in isole centrali come nuovo fulcro della condivisione, in scenari inediti.

Foto della cucina "Pura" di Gatto

Cucina Pura di Gatto – È il grande piano a induzione, con superficie antibatterica ed ecologica, il protagonista della cucina Pura, una composizione dalle linee essenziali che combina vetro, essenze dai colori tenui e inserti in laccato.

Foto della cucina "Aria" di Martini Mobili

Arbet Design firma una cucina contemporanea con elementi dalla forte connotazione classica, come gli intarsi nelle boiserie e le lesene lavorate. In rovere con finitura naturale, spicca per l’isola centrale, con elementi a giorno laccato rosso e top in acciaio Steel Art Durinox di Blanco, e per il tavolo con piano in rovere dalla base scultorea laccata rosso e foglia oro

Foto della cucina "Roveretto"

Cucina Roveretto di L’Ottocento – Legno massello lavorato artigianalmente e massima personalizzazione per l’azienda padovana, che con Roveretto esplora atmosfere nordiche nella combinazione di rovere verniciato nero e naturale. La definiscono vani a giorno Calendario senza fianchi, piano cottura con cappa ad aspirazione perimetrale, zona lavaggio con scolapiatti a nicchia e portacoltelli in legno a ribalta

Nella cucina si ampliano anche le prestazioni con zone cottura professionali, isole di lavaggio dedicate e materiali di qualità elevata, per progetti destinati a durare.

Foto della Cucina Tabula di Trento&Bizzotto

Cucina Tabula di Trento&Bizzotto – Parola d’ordine flessibilità, in termini dimensionali, materici ed estetici, per la cucina disegnata da Enrico Pasa, un insieme di sistemi aperti, in ferro, legno, pietre naturali e materiali
tecnologici come il paperstone e le resine cementizie, che include colonne, basi, pensili e anche soluzioni living. Lo è il “sistema wall”, con frontali che per materiali e dimensioni rivestono o si sostituiscono alle pareti esistenti.

Foto della cucina "One" di Rifra

Cucina One di Rifra – Una cucina composta da isole monolitiche, con ante, top e fianchi tagliati a 45°, esaltata da finiture cemento, argilla e dalla nuova opzione pietra lavica. I forti spessori esaltano la qualità del progetto, disponibile con misure di serie ma personalizzabile in ogni dettaglio.

Foto della Cucina MI 20.15 di Veneta Cucine

Cucina MI 20.15 di Veneta Cucine In foto nella versione in Bianco Puro Laccato 215 e Noce Canaletto 557, un progetto modulare, a firma di Elisa Gargan e Stefano Giovannoni, che combina all’interno di una boiserie moduli a giorno e vani chiusi, per un risultato estetico e funzionale su misura.

Foto della Cucina "Favilla" di Scavolini

Cucina Favilla di Scavolini – Un progetto modulare, a cavallo tra lo stile urban e il country-chic, firmato da Vuesse, che integra lavello monoblocco in travertino o in pietra Grey, cappa rétro, credenze con ante curve, appendiere e una ricca serie di dettagli, tra i quali undici tipologie di pomelli e maniglie. La struttura utilizza i pannelli ecologici Idroleb, realizzati con materiale legnoso post-consumo, a bassissima emissione di formaldeide. Tre le finiture disponibili: laccato Opaco Bianco Prestige, laccato Opaco Tortora e Rovere Nodato.

L’arredamento Cucina 2017 punta sulla personalizzazione per materiali, finiture, dotazioni e composizioni sartoriali, per una cucina su misura, in ogni dettaglio.

Foto della Cucina Infinity di Stosa

Cucina Infinity di Stosa – Basi, pensili e piano lavoro in Fenix, resina termoplastica auto-riparante grazie
all’utilizzo di nanotecnologia applicata, per Infinity, con il tocco multicolor degli elementi a giorno. Lo zoccolo presenta luci led e le basi ospitano due cestoni, un tavolo estraibile e un angolo Fly Moon, con meccanismo estraibile girevole.

Foto della Cucina "Essence" di Toncelli

Cucina Essence di Toncelli – Una cucina che sintetizza la tensione tra passato e innovazione, cuore della filosofia Toncelli, realizzata in legno fossile di faggio, lavorato con trattamenti all’avanguardia, e acciaio finitura titanio per la zona cottura che, grazie al programma Chef de Cuisine, garantisce prestazioni professionali. Il dettaglio: l’inedita gola delle ante in legno.

di Anita Laporta

Nessun contenuto correlato.

Share This