alice lifestyle leonardo marcopolo

In casa ci sono delle abitudini che possono agevolare la quotidianità, l’ordine e la pulizia. Si tratta di piccoli gesti che servono per evitare sprechi o l’usura troppo veloce di alcuni oggetti. Ecco i 5 buoni consigli da mettere in pratica in casa.

Basta muffe ed odori cattivi in frigo, ecco 5 buoni consigli utili da mettere in pratica in casa

Lunga vita al frigorifero

Spesso gli alimenti nel cibo possono provocare degli odori poco piacevoli. Per evitare che questo avvenga basta semplicemente lasciare in frigorifero una confezione aperta di bicarbonato. Il bicarbonato assorbirà i cattivi odori lasciando il frigo sempre fresco e dal profumo neutro e piacevole. Altro fenomeno spiacevole, che può presentarsi in un ambiente umido come il frigo, è la presenza di muffe. Per ovviare al sopraggiungere di questo fenomeno basterà pulire di tanto in tanto con dell’aceto.

L’armadio perfetto

Ci sono delle strategie per mantenere l’armadio sempre perfetto. Prima di tutto tenere ordinato l’armadio in modo da non schiacciare troppo gli abiti. Infatti, è sempre importante disporli in modo che abbiano lo spazio per “respirare”. Evitate di mettere negli armadi abiti umidi o macchiati: nel primo caso si rischia di creare delle muffe, nel secondo caso, le macchie attirano le tarme. In ogni caso è sempre buona abitudine lasciare aperte le ante dell’armadio per creare una sorta di riciclo d’aria.

Candelieri d’argento sempre perfetti

Il candeliere è un oggetto che di primo impatto può sembrare inutile o antico, ma negli ultimi anni sta tornando di moda. L’uso delle candele, infatti, sta diventando sempre più frequente, sia per creare un’atmosfera romantica sia per una cenetta tra amici. Nel caso in cui vengano usati dei candelieri d’argento, si rischia di macchiarli con la cena: non preoccupatevi c’è una soluzione. Per togliere la cera dal candeliere in argento bisogna lasciarli in freezer per un’ora, dopodiché la cera si staccherà da sola.

Pentole ed elettrodomestici incrostarti

In cucina, per preparare le nostre ricette preferite utilizziamo pentole, padelle o altri elettrodomestici come bollitori o tostapane. Ma come fare a mantenerli per lungo tempo? Se il tostapane inizia ad arrugginirsi ed i toast escono bruciati c’è una soluzione efficace, basterà avvolgere il toast in un po’ di alluminio prima di inserirlo nel tostapane. Se ad essere incrostato è il bollitore, si può trovare una soluzione semplice e vole: riempire il bollitore in parti uguali di acqua ed aceto e lasciare che agisca per una notte. Una soluzione c’è anche per salvare le pentole bruciate. Per ripulirle, coprite il fondo della pentola con il bicarbonato e dell’acqua. Lasciate che la soluzione agisca per diverse ore, alla fine la parte bruciata si stacca da sola.

Lavare e stirare correttamente il bucato

Per un buon bucato si devono rispettare delle piccole regole, in questo modo evitiamo di rovinare i capi. Per quanto riguarda il lavaggio prima di tutto controllare se ci sono macchie: in questo caso prima di metterli in lavatrice bisogna trattare la zona macchiata con l’apposito sapone. Se dobbiamo lavare in lavatrice capi delicati come camicie, seta o pizzo, utilizzate dei sacchetti in rete per proteggerli.

Quando andate a stirare gli abiti fate attenzione al tessuto, a seconda della tipologia cambia la modalità di stiratura: ad esempio se si tratta di capi sintetici bisogna stirarlo quando è asciutto ed usando un ferro tiepido. Se si tratta, invece, di lino va stirato quando è umido utilizzando il ferro molto caldo prima al rovescio e poi al diritto.

In ogni caso controllate sempre le apposite indicazioni sull’etichetta dei capi.

di
Deborah Farinon

Nessun contenuto correlato.

Share This