Articoli

Un loft a New York radical trendy

Abitare nel mondo

Loisaida identifica l’area del Lower  East Side di Manhattan, a New York City, abitata, sin dagli anni Sessanta, soprattutto da ispanici portoricani, che hanno adattato per assonanza il nome inglese alla lingua spagnola. La forte immigrazione sudamericana ha determinato un completo cambiamento del quartiere che negli ultimi quindici anni ha conosciuto un notevole sviluppo, con il progressivo cambio di destinazione d’uso degli edifici. [caption id="attachment_24935" align="alignnone" width="622"] Al secondo piano di un edificio del 1920, il loft ha una superficie di 300 metri quadri.[/caption] Quelle che in precedenza erano fabbriche, infatti, sono state man mano riconvertite in abitazioni, mentre gli spazi dedicati ai magazzini sono ora diventati locali commerciali, con l’apertura di ristoranti, gallerie e negozi di vario genere, trasformando così Loisaida in breve tempo da aerea industriale a zona residenziale e commerciale di tendenza. [caption id="attachment_24928" align="alignnone" width="622"] Un recupero in chiave residenziale che mantiene tutti i caratteri dell’archeologia industriale[/caption] All’interno di uno dei suoi vecchi edifici, costruito nel 1920, al secondo dei sette piani che lo compongono, si trova il loft oggetto di questo servizio, con una superficie totale di 300 metri quadrati e un’altezza terra cielo di 3 metri. I lavori di trasformazione e restauro dell’immobile sono stati curati dell’architetto Suchi Reddy, dello studio Reddymade Design, nata in India e trasferitasi nella Grande Mela, conosciuta per aver progettato a New York le boutique di Henri Bendel e Jimmy Choo, oltre ad aver firmato residenze in ogni parte del mondo. [caption id="attachment_24932" align="alignnone" width="622"] Nella zona cucina, un modello di Purekitchen con top di M. Teixeira Soapstone; sul top, luci Tolomeo di Artemide; frigorifero Subzero; forno e piano cottura Wolf; rubinetteria Livello di KWC.[/caption] Suchi Reddy e la committenza hanno lavorato insieme su un’idea di conservazione dello spazio, senza alterarne le caratteristiche originali. “Quando ho incontrato per la prima volta Paul Gross e Martha Burns, i proprietari di questo loft - ricorda l’architetto - ci siamo trovati subito concordi nella scelta degli interventi da fare per trasformare quello che un tempo era un reparto di lavorazione di una fabbrica di abbigliamento in uno spazio residenziale; nel chiedermi di rinnovare del tutto gli interni, Paul e  Martha mi chiedevano anche di mantenere la stessa atmosfera, lo stesso appeal. Il concept design di questo progetto è stato dunque di organizzare le diverse funzioni nello spazio a disposizione,  secondo un approccio scultoreo ma vivibile; un loft, insomma, totalmente aperto, senza pareti divisorie e porte scorrevoli”. [caption id="attachment_24933" align="alignnone" width="622"] Primo piano sul lungo tavolo in legno e ferro di WRK, con la poltroncina So di Cite rivestita in tessuto vintage turco acquistato da Double Knot. Sul tavolo, luci Stack Cluster, di Eureka Lighting[/caption] Il concetto di casa che Paul e Martha avevano coincideva con l’idea progettuale di Suchi; essendo i due artisti abituati a passare gran parte del tempo, per esigenze professionali, sui grandi spazi dei set televisivi o cinematografici, volevano che il loro nido domestico ne replicasse le caratteristiche.  E, infatti, uno dei punti cardine di questo progetto è stato il lungo tavolo in legno con base in ferro, fulcro del living, dove leggere, prendere appunti e intorno al quale radunare gli amici nei momenti conviviali, una sorta di bozzolo della quotidianità. [caption id="attachment_24929" align="alignnone" width="622"] Nello spazio unico del loft, l’angolo studio a giorno può essere ridefinito dalla porta scorrevole trasparente. A parete, ninnoli, souvenir di viaggi e piccoli oggetti di famiglia.[/caption] [caption id="attachment_24931" align="alignnone" width="622"] Su un tubolare circolare in ferro, fissato a soffitto, scorre la tenda a tutta altezza in lino bianco di Zarin che, chiusa, delimita la camera da letto padronale. Scultura in cartone nero Horse 2000, di D-Torso; lampade da terra ai lati del letto in bronzo, ad altezza regolabile, della collezione The E. F. Chapman Apothecary di Visual Comfort; letto in ferro realizzato su disegno.[/caption] Applicando i must di questo progetto open air, rigorosamente senza alcuna partizione, anche la camera da letto padronale risulta priva di pareti divisorie. La funzione sonno/ riposo è stata strutturata all’interno di uno spazio delimitato da una tenda in cotone bianco a scorrimento su un sostegno circolare in ferro fissato a soffitto; l’effetto, una volta chiusa, è quello di una bolla eterea e sospesa. Un lavoro attento, fatto di dettagli, teso a preservare un esempio di architettura industriale che oggi, nel rispetto delle regole, è una casa comoda, originale e confortevole a tutti gli effetti. GUARDA LA PHOTOGALLERY CON LE IMMAGINI DEL LOFT di Robert Paulo Prall foto di Gianni Franchellucci

CONDIVIDI

Un loft radical trendy

Abitare nel mondo

CONDIVIDI

Bagno

Nel periodo dell’anno dedicato per eccellenza alla ceramica, la settimana in cui si svolge il Cersaie (Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno, a Bologna dal 22 al 26 settembre), il bagno non può che essere protagonista. Arredare l’ambiente bagno è una sfida che si muove sul delicato equilibrio tra funzionalità, praticità e estetica. [caption id="attachment_24761" align="alignnone" width="622"] Sanitari Blues di Artceram[/caption] Ecco le ultime proposte delle aziende più all’avanguardia del settore, e vanno dai rivestimenti ai sanitari, dalla rubinetteria agli accessori, puntando non solo su forme originali o salvaspazio, materiali pregiati o ecologici, ma anche su giochi di luci, colori ed effetti speciali, che svelano nuovi modi in cui vivere uno degli spazi più intimi della casa, all’insegna del comfort e del benessere. Arredamento per il bagno moderno [caption id="attachment_24440" align="alignnone" width="622"] Collezione IL BAGNO di ANTONIO LUPI[/caption] Nuovi progetti d'autore per il bagno: forme pure per gli arredi che esaltano la qualità dei materiali e la funzionalità del design. Grande ritorno alle atmosfere retro' per sottolineare lo spazio intimo dell'ambiente bagno. Spicca Antonio Lupi con la sua collezione "IlBagno" dalle atmosfere anni '50. La ceramica, in tutte le sue declinazioni, sempre più all’insegna della tecnologia, fa da sfondo ad ambienti bagno dotati delle più innovative rubinetterie, con sanitari ergonomici e di design e arredi modulari e componibili. I nuovi mobili per il bagno nascondono funzioni multiple per un bagno sempre più funzionale. GUARDA LA PHOTOGALLERY SULL'ARREDO BAGNO [caption id="attachment_24755" align="alignnone" width="622"] Arredo bagno Free di Cerasa[/caption] Arredo bagno 2015: i sanitari [caption id="attachment_24766" align="alignnone" width="622"] Sanitari Forty3 di Globo[/caption] I sanitari moderni, sempre più adatti ai bagni piccoli, hanno linee tondeggianti o squadrate, per soluzioni d’appoggio e sospese, fitomorfiche, futuristiche o rètro. Progetti taylor made, con piani e consolle su cui integrare il lavabo, da scegliere a misura per i propri spazi. Estetica in primo piano e attenzione alla funzione, puntando anche sugli accessori. GUARDA LA PHOTOGALLERY CON I SANITARI [caption id="attachment_24425" align="alignnone" width="622"] Il bagno My.Bag di Olympia Ceramica[/caption] Arredo bagno 2015: la rubinetteria [caption id="attachment_24772" align="alignnone" width="622"] Rubinetteria Luce Suite di Fratelli Frattini[/caption] Tutto scorre nei nuovi modelli di rubinetteria dalle forme dinamiche e funzioni incorporate, per esperire il benessere. Il minimalismo della rubinetteria non rinuncia all’elemento novità, con forme e colori originali. GUARDA LA PHOTOGALLERY CON LA RUBINETTERIA [caption id="attachment_24770" align="alignnone" width="622"] DYNAMO COLOURS di CRISTINA RUBINETTERIE[/caption] Arredo bagno 2015: i termoarredi [caption id="attachment_20765" align="alignnone" width="622"] Soho Bathroom di Tubes[/caption] Il caldo che arreda: evoluzione grafica e funzionale per i termoarredi, che prediligono un’estetica sempre più attenta al design e una maggiore fruibilità.  I radiatori di ultima generazione da semplici corpi scaldanti sono veri e propri elementi d’arredo. Parola d'ordine personalizzazione: assortimento di decori, materiali e dimensioni affinché il bagno non risulti mai banale. GUARDA LA PHOTOGALLERY SUI RADIATORI [caption id="attachment_24412" align="alignnone" width="622"] Radiatore Roads di Cordivari[/caption] Arredo bagno 2015: vasche da bagno e docce [caption id="attachment_24712" align="alignnone" width="622"] Vasca da bagno Accademia Oro di Teuco[/caption] L'ambiente bagno come una vera e propria spa: le nuove vasche da bagno e docce osano e sperimentano, attraverso accorgimenti tecnici sempre più specifici e innovativi. Tecnologia all’avanguardia e design d’autore: il bagno diventa una camera d’artista. GUARDA LA PHOTOGALLERY CABINE DOCCIA GUARDA LA PHOTOGALLERY VASCHE DA BAGNO [caption id="attachment_24771" align="alignnone" width="622"] Rubinetteria Synergy di Fir Italia[/caption] di Antonella Finucci e Carmen Maffione
CONDIVIDI
Video
Segui Leonardo su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv