Articoli

Piani cucina: come scegliere i materiali del top

Come arredare casa

Dal classico laminato alla ricchissima gamma di pietre, passando per corian, vetro e acciaio. Il piano da lavoro della cucina è un elemento fondamentale. Scopriamo i nuovi materiali e le ultime tendenze per il top della cucina. [caption id="attachment_23403" align="alignnone" width="622"] Cucina Ballarini con top in ardesia[/caption] C'è stato un tempo in cui il granito sembrava essere l’unico materiale per il top della cucina. Da qualche anno la scelta dei materiali per i piani della cucina si è ampliata e i designer sperimentano sempre nuove soluzioni. Corian, acciaio, cemento, scopriamo i nuovi materiali per piani lavoro e top cucina. Piani cucina in quarzo [caption id="attachment_23404" align="alignnone" width="622"] Piano top quarzo serie Cartapietra superwhite finitura grain[/caption] Uno dei materiali più utilizzati per i top della cucina è il quarzo, un materiale robusto ed elegante per la cucina. Il quarzo è estremamente duro e resistente, per cui è una scelta certamente durevole. Il piano cucina in quarzo è anche facile da pulire (bastano acqua e sapone) ed è disponibile in una vasta gamma di colori. Unico difetto del top in quarzo è che questo materiale non è così tollerante al calore rispetto ad altri materiali. Piani cucina in cemento [caption id="attachment_23405" align="alignnone" width="622"] Cucina Toncelli con top in cemento fibrorinforzato, resistente ma estremamente plasmabile[/caption] I top in cemento sono tra le scelte più in voga in questo momento. Questi piani da lavoro sono resistenti, antigraffio e resistenti al calore (se si sigilla in modo corretto), ed è possibile personalizzare il piano per la cucina come forme e consistenze a seconda del look della cucina. Alcuni svantaggi del top in cemento sono il peso consistente, è più sensibile alle macchie e ad alcuni liquidi acidi come un banale succo d’arancia. Piani cucina in vetro [caption id="attachment_23406" align="alignnone" width="622"] Cucina Artematica di Valcucine con piano da lavoro in vetro[/caption] Negli ultimi anni i piani da lavoro in vetro sono molto di moda, forse perché sono ideali in ambienti moderni e in cucine di tutte le dimensioni. I top in vetro sono resistenti al calore, non si macchiano facilmente e non essendo il vetro un materiale poroso è una scelta molto igienica. Tra gli aspetti negativi c’è la possibilità della rottura e che le impronte digitali sono molto più visibili, un problema da non sottovalutare se avete dei bambini. Piani cucina in acciaio Chi non ha avuto una serie di elettrodomestici in acciaio inossidabile? Dunque perché non scegliere anche il top della cucina in acciaio inox grazie alla capacità di questo materiale di resistere alle macchie e al calore. Non essendo una superficie porosa, l’acciaio è igienico e facile da pulire ma come il vetro, mostra anche ogni singola impronta digitale. L'acciaio inossidabile può anche essere suscettibile di ammaccature e graffi. Piani cucina in pietra lavica La scelta di realizzare i top della cucina in pietra lavica sta riscuotendo molto successo nell’ultimo periodo. I piani da lavoro in pietra lavica sono quasi impermeabile alle macchie, al calore e ai graffi. Ma poiché è una scelta “all’ultima moda” è una delle opzioni più costose. Piani cucina in corian [caption id="attachment_21894" align="alignnone" width="622"] In cucina, gli arredi sono realizzati su misura, su disegno di Studio Archline, con ante complanari scorrevoli entranti e a battente e con piano in corian; l’isola centrale operativa è il modello Convivium di Arclinea; pavimenti in gres di Mutina e resina[/caption] Il corian è un materiale ricavato da una sapiente miscela di minerali naturali, pigmenti e polimeri acrilici, brevettata daDuPont più di trenta anni fa e che, ancora oggi, ricopre una posizione di prestigio tra i diversi materiali per superfici solide. Il corian ha straordinarie proprietà di resistenza e di flessibilità e può essere plasmato per realizzare le forme più diverse e particolari, adattandosi perfettamente, grazie anche alla vasta gamma di colori e finiture disponibili, sia agli ambienti classici che a quelli moderni.  Proprio per questi motivi il corian è uno dei materiali più diffusi per i piani da cucina, grazie all'eccellente resistenza a macchie e abrasioni unita ad un'estrema facilità di pulizia. Il top in corian, infatti, essendo liscio, è privo di fessure e porosità nelle quali potrebbe raccogliersi lo sporco. Leggi anche: Come pulire la cucina  

CONDIVIDI

Cersaie 2014: le novità e gli eventi

Cersaie 2014

Appuntamento a Bologna, da lunedì 22 a venerdì 26 settembre, per visitare la XXXII edizione di Cersaie: una manifestazione imperdibile per un vasto pubblico di architetti, interior designer, progettisti, imprese di posa e società di costruzione, privati in procinto di ristrutturare casa, provenienti dai cinque continenti alla ricerca delle ultime tendenze in fatto di soluzioni abitative. Cersaie è organizzato da Edi.Cer. spa in collaborazione con Promos e promosso da Confindustria Ceramica in collaborazione con BolognaFiere. Si riaccendono i riflettori su questa importante manifestazione fieristica del settore della ceramica e dell'arredobagno con una nuova immagine per l'edizione 2014: il legame tra l’uomo e ceramica. A disegnare il manifesto  della XXXII edizione è stata Valentina Algeri, la studentessa della Scuola Civica “Arte & Messaggio” di Milano che ha vinto la quarta edizione di Beautiful Ideas, il concorso promosso da Confindustria Ceramica e da Edi.Cer, che offre agli studenti delle facoltà universitarie e degli istituti di design, la possibilità di creare l’immagine dell’edizione successiva del Salone Internazionale. Il tema di questa quarta edizione era infatti “Relazioni Ceramiche”. Cersaie 2014: i nuovi espositori del Salone Il Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno ha allocato la quasi totalità della superficie espositiva ad aziende italiane ed straniere dei tradizionali settori rappresentati, quale piastrelle di ceramica, arredobagno, materiali e prodotti per la posa, colorifici. A questo si aggiunge l'importante novità del Padiglione 22 dove sono presenti le imprese espositrici dei nuovi materiali da pavimenti e rivestimenti - legno, parquet, marmi e graniti - ammessi per la prima volta ad esporre. Una conferma della centralità internazionale di una manifestazione che punta a superare il risultato di partecipazione dello scorso anno,  900 espositori provenienti da 35 Paesi del mondo. Janvier Corvalan protagonista a Cersaie 2014 Il 24 settembre un importante appuntamento con la conferenza dell'architetto paraguaiano Janvier Corvalan presso la Galleria dell'Architettura. Tra i progetti importanti realizzati da Corvalán da citare la Casa Hamaca e l’APG Golf Club di Luque, nei quali l’architetto affronta in modo originale il tema della stabilità strutturale. Punto di partenza per tutte le opere realizzate da Corvalán è il budget ridotto, ma l’architetto paraguaiano trasforma un limite oggettivo in una sfida progettuale. Un lavoro intenso e di grande impatto che Corvalán stesso racconterà in prima persona a Cersaie nell'evento di mercoledì 24 settembre presso la Galleria dell’Architettura. A dialogare con lui ci sarà Francesco Dal Co, architetto e professore di storia dell'architettura alla IUAV di Venezia. Cersaie 2014: la "Lezione alla rovescia" è con Riccardo Blumer Torna a Cersaie la “Lezione alla rovescia”. Protagonista quest’anno Riccardo Blumer, l’architetto e designer svizzero, che oltre ad avere firmato prodotti di design come le sue sedie laleggera per Alias e Entronauta per Desalto, inserite nel 2010 nella collezione permanente del MoMA di New York, è noto per  l’attività di elaborazione di una metodologia della ricerca indirizzata agli aspetti creativi. Dopo Enzo Mari, Alessandro Mendini, Elio Caccavale, e nello scorso anno Riccardo Dalisi, a Cersaie torna per questo singolare incontro con gli studenti – nell’ambito del programma culturale “costruire, abitare, pensare” – un maestro del mondo del design, e, nel caso di Blumer, uno sperimentatore della metodologia del creare. A interrogarlo saranno, venerdì  26 settembre, gli studenti degli istituti superiori provenienti da tutta l’Emilia Romagna, che avranno l’opportunità di conoscere con una esperienza diretta in cosa consistono i suoi Esercizi Fisici di Architettura e di Design. Sarà lo storico dell’Architettura Fulvio Irace, docente al Politecnico di Milano, a introdurre Riccardo Blumer. Carme Pinòs protagonista a Cersaie 2014 Ancora la grande architettura sarà protagonista a Cersaie. È l’architetto catalano, pluripremiata al mondo per le sue opere, Carme Pinós che martedì 23 settembre terrà una conferenza all’interno della Galleria dell’Architettura, a partire dalle ore 15.00. Carme Pinós ha ricevuto premi di prestigio, tra cui il National Architecture Award dell'Alto Consiglio degli Architetti Spagnoli (1995), il Premio dell'Associazione Professionale degli Architetti della Comunità di Valencia (2001), il premio 'AraCatMon' dell'Associazione Professionale degli Architetti della Catalogna (2005), il Primo Premio alla Biennale spagnola di Architettura (2008), il Premio Nazionale per l'Architettura Pubblica del Governo Catalano (2008) e il Premio A-Plus per la migliore carriera professionale nel 2013. Tra le sue opere premiate più significative vi sono il Ponte Pedonale di Petrer (Alicante), il Lungo Mare Juan Aparicio di Torrevieja e la Torre Cube I di Guadalajara (Messico), i cui modelli sono stati acquisiti dal MOMA nel 2006. Nel 2010 anche il Centro Pompidou ha acquisito, tra gli altri, modelli in scala del progetto Caixaforum di Saragozza e dell'Hotel Pizota in Messico. Cersaie disegna la tua casa Il 32° Salone Internazionale della Ceramica per l'Architettura e dell'Arredobagno ospiterà nelle giornate di giovedì 25 e venerdì 26 settembre, all’interno di “Agorà dei Media” posto al Centro Servizi, “Cersaie Disegna la tua Casa”, l’evento durante il quale i progettisti dei più importanti periodici di interior design italiani offrono consigli di progettazione e consulenze gratuite ai privati intenzionati a ristrutturare o ad acquistare casa. Un’occasione unica per ottenere consigli per sistemare al meglio gli ambienti della propria abitazione, che conferma la volontà di Cersaie di rivolgersi anche al pubblico dei consumatori finali, sempre più autonomi nelle proprie scelte di acquisto. Dopo il positivo debutto nel 2012 e gli ottimi risultati del 2013, Cersaie ripropone anche quest’anno l’iniziativa coinvolgendo un numero record di testate: 25, il doppio rispetto alla prima edizione. Leonardo Case & Stili Vi aspetta con il suo team di esperti ! Per saperne di più vai su www.cersaie.it  

CONDIVIDI

Hi-tech

Whithings Aura di Eliumstudio è il “sistema intelligente del sonno” che registra gli elementi presenti nell’ambiente in cui si dorme – inquinamento sonoro, temperatura della stanza, livello di luce – e fornisce luce e programmi sonori adatti al momento del sonno. L’apposita applicazione per smartphone consente di visualizzare i cicli di sonno, capire cosa provoca il risveglio e paragonare le notti consentendo di controllare i propri personali programmi di veglia e di sonno. Il progetto è stato presentato nell’ambito dei “Talents&Economy” del VIA (Valorisation de l’Innovation dans l’Ameublement). di Sabrina Sciama
CONDIVIDI

Camerette bambini

I letti a castello sono una soluzione sempre più utilizzata per le camerette dei bambini. Perfetto connubio tra funzionalità ed estetica, il letto a castello diventa sempre più polifunzionale. GUARDA LA PHOTOGALLERY DEDICATA AI LETTI A CASTELLO Ecco alcuni esempi di letto a castello dal design unico. Il letto a castello moderno Il design di questi letti in legno firmati RAFA KIDS risponde alle esigenze di ogni famiglia con uno o più figli di uguali o diverse età. È progettato in modo da poter posizionare il lettino sotto il letto a castello e da poterlo spostare qualora i bambini vogliano giocare nel loro castello immaginario oppure risistemare la propria stanza in un altro modo. Il letto a castello giocoso Il noto designer Marc Newson firma questo originale letto a castello per MAGIS. Sembra ispirato alle costruzioni per i bambini e i letti possono trasformarsi anche in due letti singoli quando magari cambiano le esigenze della famiglia. Il letto a castello minimal chic Dal design minimal ed elegante, il letto a castello di OEUF ha una struttura modulare e funzionale, offrendo grande flessibilità di configurazione grazie alla possibilità di dividerlo in due letti, uno a soppalco e uno singolo. L’ingombro compatto rende questo letto a castello ideale per gli spazi ridotti. Il letto a castello per adulti Un letto a castello perfetto per adolescenti ma anche per adulti, grazie ad un design minimal e raffinato. Il letto a castello romantico Una struttura semplice ed essenziale per chi ama una cameretta anche con un tocco shabby e romantico. Il letto a castello futuristico Ha un numero minimo di componenti e può essere facilmente montato e trasformato per eseguire una serie di funzioni con il minimo sforzo, letto a castello, divano letto e postazione di lavoro. IO Bunk Pod DI "IO KIDS DESIGN" è stato progettato con in mente la longevità e grazie alla sua capacità di 'crescere con il bambino' i bambini possono utilizzarlo fino alla loro adolescenza e oltre. Il divano letto a castello L'azienda di mobili CLEI ha creato un divano che si trasforma in letto a castello e rende la vostra casa ideale per un pigiama party. GUARDA LA PHOTOGALLERY DEDICATA AI LETTI A CASTELLO
CONDIVIDI

Camerette bambini

CONDIVIDI
Video
Segui Leonardo su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv