Articoli

Speciale Salone del Mobile 2014

Salone del Mobile 2014

CONDIVIDI

Comprare casa a Berlino

Immobiliare

Tra le capitali più attraenti d’Europa e del mondo, Berlino mostra la solidità di un mercato immobiliare in continua ascesa, con prezzi medi al metro quadro inferiori ad altre Capitali. La capitale tedesca vive il suo momento d’oro, godendo di un fermento economico, artistico e culturale di grande importanza. Comprare casa ora a Berlino significa fare un investimento che con altissime probabilità avrà un’ottima rivalutazione sia a breve che a medio-lungo termine. Il mercato immobiliare a Berlino Nella fascia media del mercato immobiliare, durante l’ultimo anno, i prezzi sono aumentati di circa il 21%, mentre l’incremento è più moderato per il mercato di pregio, in cui si è registrato l’11%. Dalla Real Estate Advisory Group arrivano dati significativi: mentre nei quartieri residenziali popolari il prezzo medio registra punte pari a 2.700 euro/mq, come nella zona di Friedrichshain-Kreuzberg, ad esempio, o di 2.100 euro/mq a Steglitz-Zehlendorf e 1.750 euro/mq a Lichtenberg, gli appartamenti di pregio nelle zone più richieste possono raggiungere i 6.650euro/ mq nel quartiere Berlin Mitte, che risulta essere il più caro, seguito da Charlottenburg - Willmersdorf (4.700 euro/mq) e Pankow (4.200 euro/ mq), con gli appartamenti in Prenzlauer Berg che sono tra i più ambiti. Compare casa a Mitte Mitte è il centro del quartiere residenziale di lusso di Berlino, in cui sono localizzate molte delle abitazioni più costose della città e i prezzi per un appartamento con vista fiume possono superare gli 11.500 euro/ mq, con picchi di 15.000 euro/mq per una villetta a schiera nella zona dei palazzi ministeriali. La costruzione di nuove residenze è in netta crescita, sia in questo che negli altri quartieri centrali della città, dove si concentrano i progetti più significativi, che incontrano la domanda sia di investitori stranieri che della upper-class tedesca. Per entrambe le categorie, Berlino rappresenta un investimento particolarmente attraente, come confermano dal team di L&B Immobiliya: la capitale tedesca è infatti tra i primi posti per numero di  turisti in Europa e sembra attraversare un periodo di inarrestabile ascesa, clima assolutamente favorevole all’acquisto di un immobile, sia esso nelle zone più periferiche, dove prevalgono i cosiddetti Plattenbau, gli edifici di grandi dimensioni costruiti con pannelli prefabbricati a partire dalla fine degli anni ‘50, oppure nei quartieri più centrali, con proprietà di interesse storico, ovvero gli amatissimi e ricercatissimi Altbau, le case d’epoca dal fascino particolare. di Antonella Finucci

CONDIVIDI

News

Organizzata da Cosmit, l’ente fieristico milanese, la mostra evento "Dove vivono gli architetti", al padiglione 9 di Fiera Milano Rho, racconta, attraverso installazioni ispirate all’immaginario dello spazio domestico, le stanze private di otto tra i più autorevoli esponenti del mondo dell’architettura internazionale: Shigeru Ban, Mario Bellini (in foto, con la sua libreria), David Chipperfield, Massimiliano e Doriana Fuksas, Zaha Hadid, Marcio Kogan, Daniel Libeskind e Bijoy Jain/Studio Mumbai. Degli architetti siamo abituati a vedere le opere, quelle concepite per gli altri e per le vite degli altri. Ma dove vivono gli architetti, o meglio, cosa sono e come sono le loro case? Un riflesso preciso della loro poetica progettuale, una sperimentazione assoluta o qualcosa d’altro?. “Dove vivono gli architetti” vuole rispondere a queste domande e curiosità e allo stesso tempo allargare la visione all’architettura domestica. Il concept dell’evento risiede infatti nella convinzione che tra tutte le discipline progettuali, l’architettura domestica sia quella più ricca di sviluppi e più aperta alla sperimentazione, in quanto capace di coniugare architettura e design. Il tema della casa, attraverso la lettura iconica e paradigmatica delle “stanze” degli architetti, può diventare l’avvio di una riflessione trasversale sulle modalità, le esperienze e le tendenze dell’abitare contemporaneo. La curatrice della mostra, Francesca Molteni  è stata accolta nelle abitazioni private degli otto grandi architetti contemporanei per filmarne gli esterni e gli ambienti, e intervistare ciascuno di loro sulla poetica, l’ispirazione e le scelte che hanno guidato il loro percorso progettuale e professionale. Il risultato è uno spazio espositivo interattivo attraverso il quale scoprire la cultura dell’abitare, le scelte e le ossessioni degli architetti.  
CONDIVIDI

Cucina

A EuroCucina e a FTK - technology for the kitchen, tutte le novità di settore, dalle soluzioni componibili agli elettrodomestici da incasso. L’edizione 2014 di EuroCucina L’edizione 2014 di EuroCucina, l’appuntamento biennale del Salone Internazionale del Mobile dedicato ai sistemi d’arredo per la cucina, conferma la tendenza in atto da un paio di anni che torna a identificare questo ambiente della casa con il suo cuore vitale, tradizionale punto d’incontro di persone e sapori. È per tale ragione che tra le novità presentate in fiera dagli oltre 130 espositori  spiccano i sistemi integrati, concepiti all’insegna della massima funzionalità e della piena vivibilità di questo spazio, senza sottovalutare la qualità e la durevolezza dei materiali, fondamentali in un ambiente sottoposto a continue sollecitazioni meccaniche. Un’attenzione particolare è stata riservata anche in questa edizione agli elettrodomestici da incasso e alle cappe d’arredo, protagonisti di FTK  - Technology For the Kitchen - che nei padiglioni 9-11 riunisce il meglio della tecnologia applicata alla cucina. GUARDA LA PHOTOGALLERY CON TUTTE LE NUOVE CUCINE
CONDIVIDI
Video
Segui Leonardo su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv